Home Running Eventi Wings for Life: Calcaterra sfiora il podio

Wings for Life: Calcaterra sfiora il podio

0

PUMA, Official Sportswear Partner della Wings for Life World Run, l’unico evento podistico di rilevanza mondiale per runners e disabili, festeggia il successo della seconda edizione che si è svolta in contemporanea in 6 continenti, 33 Paesi e 35 location diverse, unendo tutto il mondo a sostegno della Fondazione Wings for Life che supporta la ricerca sulle lesioni al midollo spinale. In Italia, per il secondo anno consecutivo, è stata Verona ad accogliere l’entusiasmo e la passione di più di 3.000 runner, tra adulti e bambini, riuniti sulla linea di partenza in Piazza Bra.

La Wings for Life World Run è una gara unica con una formula innovativa che non prevede un traguardo da raggiungere, ma la presenza di una ‘Catcher Car’, equipaggiata con sensori elettronici, che trenta minuti dopo il via parte all’inseguimento di ogni partecipante, registrando gli atleti superati grazie al chip in dotazione, fino a raggiungere l’ultima persona in gara. I campioni mondiali della Wings for Life World Run 2015, gli ultimi due atleti raggiunti dalla ‘Catcher Car’, sono fra gli uomini l’etiope Lemawork Ketama, che ha corso a St.Polten in Austria 79,9 Km confermando così il successo dello scorso anno, alle sue spalle il cileno Cesar Andres Diaz Hernandez (78,3 km), che correva a Santiago del Cile, e il peruviano Remigio Quispe (78,2 km), secondo lo scorso anno e che era in gara anch’egli a St.Polten dove ha corso con Ketema per gra parte della gara; tra le donne ha vinto in casa a Takashima la 27enne giapponese Yuko Watanabe, che ha corso 56,3 Km competendo a distanza con la sudafricana Riana Van Niekerk, in gara a Cape Town e che con 55,2 km è andata anche lei oltre il record della gara dello scorso anno. Terza posizione per la francese Nathalie Vasseur con 52,2 km realizzati a Philadelphia (Usa). Ad emozionare gli organizzatori è stato però lo svedese Aron Anderson, atleta che ha partecipato alla gara sulla sedia a rotelle, che è stato raggiunto dalla Catcher Car in Svezia dopo ben 64,82 km battendo tutti gli altri runner e divenendo così il vincitore locale della Wings for Life World Run.

L'etiope Ketema raggiunto dalla macchina a conclusione della gara (foto organizzatori) L’etiope Ketema raggiunto dalla macchina a conclusione della gara (foto organizzatori)

In Italia ha trionfato Giorgio Calcaterra, campione del mondo 100 km Ultramaratona, che ha corso 78 km vincendo per il secondo anno consecutivo la tappa italiana della Wings for Life World Run e conquistando il 4° posto nella classifica mondiale. Chiara Moras, grazie ai 39,2 km corsi, ha conquistato invece il gradino più alto del podio italiano nella categoria femminile.

Schierati sulla linea di partenza in Piazza Bra accanto all’Arena, oltre a Giorgio Calcaterra e Chiara Moras, gli attori Giovanni Storti e Claudia Gerini, la modella e presentatrice Tv Fiammetta Cicogna e il musicista Ghemon. Presenti anche numerosi atleti fra cui Alessia Trost, Marco Aurelio Fontana, Alessandro Pittin, Airton Cozzolino e Aaron Durogati, che hanno dato il massimo per questa esperienza all’insegna del divertimento, dello sport e della solidarietà. Grande entusiasmo per la notizia che l’iniziativa ha raccolto per la ricerca 4,2 milioni di euro.

PUMA ha fornito allo staff impegnato in ogni evento locale calzature, abbigliamento e accessori e, a tutti i runners che hanno partecipato alla gara, uno speciale gadget.

Per maggiori informazioni visitare i siti web www.puma.com e www.wingsforlifeworldrun.com

Comunicato stampa