Pubblicità
Home Running Eventi XTERRA e Europe Triathlon insieme a Molveno e Andalo
Pubblicità

XTERRA e Europe Triathlon insieme a Molveno e Andalo

0

Dopo dodici anni XTERRA, il più famoso circuito di cross triathlon nel mondo, nato nel 1996 a Maui, e Europe Triathlon (ETU), l’organo di governo europeo per lo sport olimpico del Triathlon, tornano a collaborare nell’organizzazione di una competizione congiunta che riunisce i migliori atleti d’Europa. L’altopiano della Paganella, ai piedi delle Dolomiti di Brenta si prepara quindi a diventare centro nevralgico per il cross triathlon nazionale e internazionale, ospitando una competizione che vede congiungersi nuovamente, dopo sette anni, i due circuiti.

Un po’ di storia

Bisogna risalire al 2009 per trovare un precedente di questo importante connubio, quando a Cala Ginepro, nel Golfo di Orosei, oltre 300 atleti si sono sfidati sugli scenografici percorsi dell’isola. In dodici anni XTERRA e ETU, insieme alla FITRI, Federazione Italiana Triathlon, hanno permesso al cross triathlon di crescere, in Italia e all’estero, e di acquisire un’identità affermata e riconosciuta. Al punto che oggi sono oltre 600 gli iscritti alle due competizioni di Cross Duathlon e Cross Triathlon in programma dal 24 al 26 settembre 2021 sull’Altopiano della Paganella, tra Molveno e Andalo.

La partnership con FITRI

Ed è anche grazie ad una storica partnership FITRI, Federazione Italiana Triathlon, e Trentino Marketing, società di sviluppo e promozione turistica, con la collaborazione dell’APT Dolomiti Paganella, che questo evento internazionale torna in Italia per valorizzare il lavoro di tutto il mondo del cross triathlon e le bellezze di uno dei luoghi più frequentati e conosciuti dagli amanti degli sport outdoor.

Location ideale per Cross Triathlon

Questo territorio tra le acque del Lago più Bello d’Italia e i percorsi di trail running e mountain bike dell’Altopiano, reso unico dai panorami tra i più belli delle Dolomiti, è la location ideale per il cross triathlon, che qui incontra un ambiente naturale montano incontaminato. Lo avevano ben capito gli organizzatori del circuito XTERRA già lo scorso anno, con la short track di Molveno che ha permesso agli addetti ai lavori, atleti e appassionati di “testarla”.

Top destination del Trentino

Per tre giorni questo farà da cornice ai campioni di una delle più spettacolari competizioni outdoor e sarà l’occasione per tutti, atleti, accompagnatori e appassionati per scoprire i luoghi e i paesaggi di una delle top destination del Trentino.

XTERRA  il circuito triathlon più duro al Mondo

Era il 1996 quando sull’isola hawaiana di Maui un gruppo di audaci atleti avventurosi ha inventato la più difficile gara di resistenza: una nuotata in mare aperto nelle acque del Pacifico, un giro in mountain bike su una pista ripida e tortuosa e un percorso estenuante attraverso la foresta e la sabbia. Con quella gara rivoluzionaria è nato XTERRA, il circuito di cross triathlon più duro al mondo. E nei decenni successivi, è cresciuto di importanza, riscuotendo un successo internazionale tale da espandersi in cinque continenti e “costruire” triatleti outdoor di altissimo livello, pronti a sfidarsi su percorsi remoti e difficili, in alcuni dei luoghi più spettacolari del pianeta.

Chi è XTERRA

XTERRA è oggi un brand mondiale che promuove e sostiene le avventure no limits degli appassionati di outdoor endurance attraverso un circuito internazionale ufficiale di gare off-road, le più conosciute e considerate le più estreme nel cross triathlon. Rappresenta uno stile di vita, una mentalità identificata dal motto “Live More”, una comunità riunita all’insegna dell’eco-friendly, che sfida la natura rispettandola. Un “villaggio” tenuto insieme dall’irrinunciabile spirito di collaborazione, un “Pianeta” che si aiuta, si diverte, si conosce e riconosce nella voglia di mettersi alla prova, viaggiare ed esplorare.

Ogni gara è avventura ed esplorazione

A nuoto nelle acque dei laghi, sfidando le correnti degli oceani, in velocità tra le strade delle città o i vicoli dei borghi, “scalando” i pendii più difficili, in bici o correndo. Da Ameland Island a Zittau, gli atleti più intrepidi possono cimentarsi nelle gare più estreme. Sui percorsi affascinanti di alcuni tra i luoghi più belli, da un capo all’altro del mondo. Una tribù unita dallo spirito d’avventura e da un po’ di follia che dà vita ad una serie di sfide ed eventi unici nel loro genere.  XTERRA coinvolge grandi atleti e pubblico. Culture e tradizioni che si incontrano e si fondono in un intenso legame con il territorio circostante, teatro delle imprese.

1500 metri a nuoto, 40 km in bicicletta e 10 chilometri di corsa

Le gare XTERRA sono un viaggio alla scoperta dei propri limiti, tra sopportazione e resistenza. Rispetto alla difficoltà delle gare previste nelle tre discipline del triathlon olimpico (1500 metri a nuoto, 40 km in bicicletta e 10 chilometri di corsa), XTERRA rincara la dose, con la versione cross, mantenendo le stesse distanze (tranne che per il percorso in bici che varia dai 30 ai 40 km) ma sostituendo alla corsa e al ciclismo il trail running e mountain biking, aggiungendo quindi un importante tasso di dislivello sui percorsi e aumentando così lo sforzo.

Quasi 100 paesi

Con quasi 100 manifestazioni in 30 paesi, il circuito internazionale prevede 12 tappe in Nord America, 6 nel circuito Asia-Pacifico, 1 in Mexico, 1 nella Repubblica Dominicana, e 13 in Europa, con un pubblico di oltre 230mila persone e circa 62mila partecipanti. Tutte le tappe sono valide per qualificarsi al Campionato del Mondo XTERRA, l’evento finale che si tiene a Maui, nelle isole Hawaii. Ci sono infatti 51 slot di qualificazione assegnati a ciascuno degli eventi di livello Gold. In Francia-Xonrupt, Italia-Molveno, Repubblica Ceca e Germania. 26 slot assegnati alle gare di livello Silver a Malta, Grecia, Portogallo, Italia-Scanno, Belgio, Svizzera, Francia-Nouvelle Aquitaine e Paesi Bassi.

Si chiude a dicembre a Maui

Quest’anno il calendario di gare XTERRA Planet si è aperto il 13 febbraio nel Queen Elizabeth Park a Wellington, in Nuova Zelanda, mentre il tour Europeo è iniziato con la gara del Garda il 5 giugno. Tutto il circuito si chiuderà infine a Maui il 5 dicembre con il Campionato del Mondo.

Ma XTERRA non è solo il primo marchio multisport off-road, con gare in 30 Paesi, adatte a professionisti e dilettanti. Ogni tappa è una vera e propria festa per grandi e piccoli, atleti, appassionati e non, con feste, eventi per tutta la famiglia, trail run e corse per bambini.

X Terra Italy

Da 16 anni il marchio XTERRA ha preso stabilmente sede anche in Italia, diventando l’unico Paese ad ospitare tre tappe del circuito mondiale (Garda, Scanno e Molveno) e convogliando attorno alle località il Pianeta del cross triathlon internazionale, una macchina organizzativa e un evento spettacolare senza precedenti in questa particolare disciplina, approdato in Sardegna nel 2004. Oggi XTERRA Italy, forte del successo ottenuto nei 16 anni di storia che ha visto triplicare i numeri con oltre 1100 atleti partecipanti tra Scanno e Garda, e quasi 4000 presenze di pubblico, aggiunge una nuova pedina con la tappa di Molveno e Andalo, organizzata con il supporto locale dell’APT Dolomiti Paganella, il Consorzio Molveno Holiday e Andalo Vacanze, Gara Gold che distribuirà 3 slot per Age Group.

DOLOMITI PAGANELLA: IL REGNO DEL CROSS TRIATHLON

L’altopiano che regala emozioni: natura e sport sono gli ingredienti di una delle mete turistiche preferite dagli appassionati di avventura e adrenalina. A soli soli 30 km da Trento, l’altopiano della Paganella. Un territorio che nel suo piccolo racchiude la sorprendente natura del Trentino e offre indimenticabili esperienze in ogni momento dell’anno!

Come arrivare

In pochi minuti dall’uscita dell’autostrada si è già catturati da un ambiente di rara bellezza: le Dolomiti di Brenta, patrimonio dell’Unesco, che si specchiano nelle acque cristalline dei Laghi di Molveno e Nembia e la Paganella che regala la vista più bella del Trentino a trekkers e sciatori: 400 km di percorsi bike, innumerevoli sentieri per gli amanti del trekking, 40 parchi giochi, fattorie didattiche e sentieri tematici tra ampi prati e boschi, 50 km di piste da sci ampie e soleggiate, 1500 specie di piante, 125 strutture ricettive, 22 rifugi, oltre 40 cantine ed aziende agricole e ben 8.000 camosci che vivono nel Parco Naturale Adamello Brenta.

Cuore della competizione internazionale sarà il Lago di Molveno

Un “mare” cristallino a 850 metri d’altitudine incorniciato dalle Dolomiti di Brenta Patrimonio Unesco, immerso nell’area protetta del Parco Naturale Adamello Brenta, che si riflettono nelle sue acque e che al tramonto si colorano di rosso fuoco dando vita ad un fenomeno unico dell’”Enrosadira”. Non per niente il Lago di Molveno, circondato da ben 12 ettari di verdissima spiaggia libera, ha ottenuto numerosi riconoscimenti, tra cui quello di “Lago più bello d’Italia” e, dal 2010, le “5 vele” Legambiente, il marchio di qualità ambientale che premia la qualità dell’acqua, della spiaggia, della sicurezza e della ricettività. Sarà il teatro della sessione nuoto della gara di cross triathlon: 2 giri da 750 metri ciascuno, con uscita all’australiana, per un totale di 1500 mt.

Le attività dalle quali farsi tentare per scoprire il Lago a 360°

Mentre gli atleti si affrontano a nuoto tra le acque, turisti e appassionati potranno dedicarsi a canoa, vela, sup, pesca, beach volley, beach tennis. Per i più temerari voli in parapendio, deltaplano, hiking, arrampicate estreme e ferrate, che all’adrenalina uniscono lo spettacolo di panorami mozzafiato. Per apprezzarne a pieno la bellezza c’è il sentiero Girolago. 12 km percorribili a piedi o in mountain bike, dove dopo ogni curva si apre un nuovo scorcio affascinante. Lungo il percorso è possibile imbattersi anche negli antichi fortini, costruiti per proteggersi da un’eventuale invasione napoleonica.

Trekking e trail running

Trekking e trail run sono le attività preferite dagli sportivi che scelgono Molveno e Andalo per le vacanze attive. I percorsi di trail run e quello di mountain bike portano alla scoperta dei paesaggi tra Andalo e Molveno, incorniciati tra le guglie delle Dolomiti di Brenta e le abetaie della Cima Paganella, dove ogni anno sono tantissimi gli sportivi, professionisti e non, che si allenano tra boschi e distese d’erba. Da Molveno parte uno degli itinerari di trail running più spettacolari al mondo, il Dolomiti di Brenta Trail (43,6 km), da quest’anno all’interno del circuito XTERRA Trail Marathon Serie, in programma l’11 settembre: dalla splendida spiaggia del lago di Molveno a 850 m sopra il livello del mare porta tra le guglie delle Dolomiti di Brenta, patrimonio mondiale dell’umanità

Cima della Paganella

Sia dal centro di Andalo che dal Lago è possibile raggiungere la famosa Cima della Paganella, a 2.125 metri, cantata da poeti, musicisti e scrittori che l’hanno scelta per la sua bellezza, e vanta, come afferma un famoso canto di montagna, “la vista più bella del Trentino”. Grazie alla posizione strategica, offre infatti un panorama incredibile su tutta la regione: dalle Dolomiti di Brenta al Lago di Garda, dalla Valle dell’Adige fino ai gruppi Dolomitici delle Pale di San Martino, Latemar, Catinaccio, Sella e Val di Non. Meno conosciuto invece per gli amanti ella montagna più vera è il Monte Fausior, che rimane inesplorato anche dai turisti più affezionati dell’altopiano, come un segreto costudito gelosamente dalle persone del posto. Non toccato da impianti di risalita, conserva il fascino della montagna più inesplorata, dove nel silenzio del bosco è facile incontrare cerbiatti e camosci. Il punto più panoramico del monte è la Croce di Fai, a 1460metri: all’arrivo ti aspetta uno straordinario e unico panorama sull’abitato di Fai della Paganella, le Pale di San Martino, il Lagorai e tutta la Valle dell’Adige.

Degustazioni di vini e prodotti tipici

Il territorio dell’altopiano della Paganella vanta oltre al patrimonio naturale e paesaggistico anche una ricca proposta fatta di colori, sapori e profumi, tra degustazioni di vini e prodotti tipici, con 40 cantine ed aziende agricole, esperienze sensoriali che completano il viaggio: un aperitivo con un buon bicchiere di Trento doc oppure un po’ shopping tra le botteghe tipiche per acquistare un pezzo di speck, del miele locale o una grappa trentina.

www.visitdolomitipaganella.it

L’Azienda per il Turismo Dolomiti Paganella, inoltre, è la prima in Italia e una delle prime in Europa a essere diventata una Società benefit per promuovere non solo le ricchezze e le bellezze del territorio, ma anche un nuovo modello di turismo all’insegna della sostenibilità e dell’attenzione verso la comunità residenti e la tappa di XTERRA si inserisce perfettamente in questa filosofia con il suo approccio improntato alla sostenibilità in tutti gli aspetti, dall’organizzazione logistica allo sviluppo dei tracciati di gara.

Se volete saperne di più…

www.xterraplanet.it

www.triathlon.org

www.trentinoeuropeanchampionship.com

www.visitdolomitipaganella.it

Articolo precedenteCome il carbonio ha plasmato l’industria del ciclismo
Articolo successivoWind alert: 25-26 settembre
Daniele Milano nasce una buona cinquantina di anni fa in Valle d’Aosta. Cresciuto con la montagna dentro, ha sempre vissuto la propria regione da sportivo. Lo sci alpino è stato lo sport giovanile a cui ha affiancato da adolescente l’atletica leggera. Nei primi anni 90 la passione per lo snowboard lo ha letteralmente travolto, sia come praticante che come giornalista. Coordinatore editoriale della rivista Snowboarder magazine e collaboratore per diverse testate sportive di settore ha poi seguito la direzione editoriale della testata Onboard magazine, affiancando sin dal lontano 2003 la gestione dell’Indianprk snowpark di Breuil- Cervinia. Oggi Daniele è maestro di snowboard e di telemark e dal 2015 segue 4running magazine, di cui è l’attuale direttore editoriale e responsabile per il canale web running. Corre da sempre, prima sul campo di atletica leggera vicino casa e poi tra prati e boschi della Valle d’Aosta. Dal 2005 vive un po’ a Milano con la propria famiglia, mentre in inverno si divide tra la piccola metropoli lombarda e Cervinia. “La corsa è il mio benessere interiore per stare meglio con gli altri”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità