Home Sup News Yoga Sup e Sup e Yoga

Yoga Sup e Sup e Yoga

0

Yoga Sup e Sup e Yoga
Yoga Sup e Sup e Yoga (1)

Immagina di essere sdraiato sulla tavola da SUP, nel bel mezzo di una baia incantata, con acque cristalline, sabbia bianca e montagne verdi. Immagina di ascoltare i suoni dell’acqua e della natura.

Yoga Sup e Sup e Yoga (4)

Ora sentiti sprofondare completamente sulla tavola e senti che il tuo corpo si rilassa gradualmente fino a diventare quasi impercettibile. Lascia fuori i pensieri e le preoccupazioni, concentrati nell’ascolto delle sensazioni del tuo corpo che si rilassa sempre di più…

Yoga Sup e Sup e Yoga (2)

Questa è solo una delle sensazioni che potresti provare durante una session di Yoga-Sup.

Eh già, perché lo yoga adesso si fa anche sul SUP.
Quando ho sentito parlare per la prima volta di questa “modernizzazione” dello yoga, ero abbastanza dubbiosa. Forse perchè ho seguito un percorso di studi Yoga «integrale», tenuto da insegnanti profondi conoscitori delle tradizioni e degli aspetti più filosofici di questa disciplina, definita anche “scienza del giusto vivere”.

DCIM101GOPRO

In seguito però mi sono resa conto che questo processo di modernizzazione non stava modificando affatto il principio base dello Yoga, ovvero che lo Yoga è una pratica semplice e a disposizione di tutti, e che ha come unico obiettivo quello di permetterci di raggiungere un benessere fisico e mentale.

A prescindere dal contesto nel quale lo pratichiamo. O dallo stile che decidiamo di seguire.

Insomma… lo yoga serve farci stare bene, e poco importa che tu lo pratichi da seduto o da sdraiato, su una tavola da SUP oppure appeso ad una corda. L’importante è come ti senti quando lo fai.

Come nel caso dello Yoga Sup, che ci permette di praticare letteralmente immersi nella natura, anziché all’interno di una palestra, dandoci la possibilità di accrescere le nostre session con l’energia positiva dell’acqua, del vento e del sole e di raggiungere una maggiore sensazione di benessere e di consapevolezza.

Yoga Sup e Sup e Yoga (5)

Inoltre, scendendo un po’ più nel tecnico, lo Yoga è estremamente utile anche a chi utilizza il SUP, infatti la pratica sulla superficie di uno stand up paddle può aiutarci a migliorare il nostro rapporto con la tavola e a potenziare il nostro equilibrio,  garantendoci session più confortevoli e un riding più performante.

Le posizioni di yoga (asana) che si possono fare sul sup sono numerosissime e hanno molteplici benefici: migliorano la flessibilità del corpo, aumentano la forza e la resistenza, sviluppano equilibrio e concentrazione, tutto ciò indipendentemente dal grado di flessibilità del nostro corpo.

Ma c’è di più, il sup lo possiamo anche utilizzare per sederci comodamente a gambe incrociate e dedicarci agli esercizi di respirazione (pranayama),  alle tecniche di meditazione ed ai gesti delle mani – mudra – , completamente immersi nella natura.
Per questo lo Yoga Sup è una pratica adatta a tutti!

Non solo per chi vuole migliorare le performance sportive ma anche per chi vuole rilassarsi in un contesto unico, ed eliminare lo stress, lontano dai rumori e dalla frenesia della vita moderna.

Non male eh? Se vuoi provare hai varie possibilità, puoi iscriverti ad un corso, partecipare ad un evento, oppure provare da solo…sempre che tu sappia come si fa a fare yoga.
Per scoprire come si fa, ti consiglio leggere il post nel blog di yoganride.com: Cos’è lo yoga, come si fa e perché funziona.

Alcuni consigli?

– Per mantenere fermo il tuo SUP lo puoi dotare di una piccola ancora, ad esempio una bottiglia dell’acqua (di quelle da 5lt) piena di sabbia e acqua, legata al cordino del leash;
– Scegli un posto con acque tranquille e riparato dal vento.
– Pratica con lentezza i movimenti.
– Identifica un punto e fissalo per aiutarti a mantenere l’equilibrio;
– Se non hai dimestichezza con lo yoga, scegli posizioni facili come  la lepre, il gatto, il cane a testa in giù e shavasana.

Queste posizioni sono perfette per iniziare a prendere confidenza con il tuo corpo, il tuo respiro e con la tavola!

Respira, rilassati, concentrati  e …

Enjoy!

1.LEPRE-SHASHANKASANA Yoga Sup e Sup e Yoga

1. Posizione della lepre – shashankasana

Siediti sui talloni con il busto eretto e le mani appoggiate sulle ginocchia
INPIRANDO
Solleva le braccia allungate verso l’alto
ESPIRANDO
Piega il busto in avanti, appoggiando le mani e la fronte al pavimento.
Rilassa le spalle e il collo.
Rimani in ascolto del respiro dell’addome contro le cosce.

2.GATTO - MARJARI ASANA a Yoga Sup e Sup e Yoga

2. Posizione del gatto –marjari asana

Mettiti a 4 zampe, gambe separate alla larghezza dei fianchi, mani allineate alle ginocchia.
INSPIRA
ESPIRANDO
Porta il mento verso la gola e solleva le spalle curvando la colonna vertebrale verso l’alto.
INSPIRANDO

2.GATTO - MARJARI ASANA b Yoga Sup e Sup e Yoga

Porta il mento verso la gola e solleva le spalle curvando la colonna vertebrale verso l’alto.
Ripeti per tre respiri o per un rilassamento profondo, per il tempo che ritieni necessario.
ESPIRANDO
Torna nella posizione base

3.CANE A TESTA IN GIU' - ADHO MUKHA SVANASANA Yoga Sup e Sup e Yoga
3. Posizione del cane a testa in giù – adho mukha svanasana

Mettiti a 4 zampe, gambe   separate alla larghezza dei fianchi, mani allineate alle    ginocchia.
INSPIRA
ESPIRANDO
Punta i piedi, Tieni le braccia tese e siediti sui talloni.
Spingi col le spalle e solleva il bacino. La testa guarda verso l’ombelico, le gambe sono piegate.
INSPIRA
ESPIRANDO
Spingi col le spalle e solleva il bacino. La testa guarda verso l’ombelico, le gambe sono piegate.
inspira
ESPIRANDO
Distendi le gambe. Rimani sulla punta dei piedi oppure appoggia i talloni sulla tavola.

4.SHAVASANA Yoga Sup e Sup e Yoga
4.SHAVASANA

Sdraiati sulla schiena. Le gambe sono leggermente divaricate con le punte dei piedi abbandonate verso l’esterno. Le braccia un pò distanti dal corpo con i palmi delle mani rivolti verso l‘alto.
La testa è in linea con la colonna, gli occhi sono chiusi.
E’ molto importante che la posizione sia assolutamente comoda.
INSPIRA
ESPIRANDO
Rilassa completamente il peso del corpo sulla tavola.
Rimani in ascolto delle sensazioni del corpo che si rilassa gradualmente,
rimani in ascolto dei suoni della natura,
rimani in ascolto del tuo respiro,
rimani in questa posizione di completo rilassamento per tutto il tempo che ti è comoda.
Per uscire dalla posizione, mantenevo gli occhi chiusi, ruota su un fianco e rilassati qualche istante, poi alza il busto spingendo con le mani sulla tavola ed entra nella posizione seduta.
Inspirando solleva le braccia verso l’alto, unisci i palmi delle mani.
ESPIRANDO
Fai scendere le mani giunte, davanti al cuore.
Fai un respiro profondo e …apri gli occhi.

Non male ehh?
Provare per credere!