Al Sestriere si rivede Vernassa

L’iridata junior Alessia Missiaggia si aggiudica la prova femminile consolandosi per la mancata convocazione mondiale. Prossimo appuntamento Gravitalia il 24 settembre sul Monte Amiata

04/09/2017
scritto da Redazione 4Mtbike

Sestriere ha ospitato ancora una volta i migliori atleti della downhill nazionale, in questo quarto round del Circuito Nazionale Gravitalia 2017. Nella ventosa ma soleggiata giornata di domenica, ha avuto luogo la manche finale per decretare i vincitori su questo tracciato reso molto insidioso dalla polvere, le buche ed i canali creatisi col passaggio dei numerosi atleti. Proprio la presenza di polvere e vento con raffiche anche forti, ha segnato la run di gara di alcuni atleti e provocato qualche caduta, a seguito delle quali alcuni corridori hanno dovuto ripetere la run di gara, tenendo fino all’ultimo viva la suspence con continui colpi di scena.

Nella categoria Agonisti Uomini, Gianluca Vernassa (AB Devinci Italy) fa registrare il miglior tempo di 3’07”090, abbassando di oltre 6 secondi la sua prestazione nella manche di qualifica e ritrovando la vittoria, in Gravitalia, che gli mancava dal 2015. Il valtellinese Marco Milivinti (GB Rifar Mondraker) conferma di trovarsi a suo agio sul tracciato Down Tower, conquistando la seconda piazza col distacco di 0”565 secondi da Vernassa. Dopo una promettente manche di qualifica, Simone Medici (Alessibici) dimostra nuovamente di essere in ottima forma e di avere un buon feeling sul percorso sabbioso e veloce, concludendo in terza posizione con un distacco di 2”081 dal vincitore della gara. Un competitivo Lorenzo Sorrentino (Team Scout/Nukeproof) centra la quarta posizione con un ritardo di 3”473. Completa il podio con il quinto posto, il sardo Davide Palazzari (Alessibici).

Ritorno al successo nel giorno del suo compleanno per Gianluca Vernassa (foto organizzatori)

Nella categoria Agoniste Donne, un podio giovanissimo con due junior ed una Donna Esordiente: la campionessa del Mondo junior in carica, Alessia Missiaggia (Team Zanolini Bike-Waldner) domina infatti la finale con il tempo di 4’06”278.  Seconda posizione per Lisa Gava (AR6 – Nicolai DH Team) seguita da Ilaria Martini (Ciclistica Arma di Taggia). A causa di una caduta, sia Lelia Tasso (GB Rifar Mondraker) che Vera Colombi (Team Scout/Nukeproof) non sono riuscite a prendere parte alla manche finale, auguriamo ad entrambe un veloce recupero!

Nella lotta per la vetta della classifica tra le Amatori Donne, è Federica Amelio (Alessibici) a segnare il tempo migliore, davanti a Giulia Bombardieri (Mystic Freeride), staccandola di circa 13 secondi. Terza posizione per l’inossidabile Giuliana Gollini (Dueruote Forlì).

Fabrizio Dragoni (Alessibici) riesce a migliorare rispetto alla manche di qualificazione e fa registrare il tempo più basso degli Amatori Uomini, staccando il leader di circuito Alessio Archetti (T32 Squadra Corse) di quasi quattro secondi. Terzo al traguardo, Daniele Rossini (Team Scout/Nukeproof) rallentato da una caduta.

Comunicato stampa

 

Potrebbe interessarti anche

Commenti