Freeride, perché utilizzare una Guida Alpina

In montagna ci si può muovere in assoluta autonomia, ma conviene o è meglio affidarsi a professionisti?

18/04/2019
scritto da Marco Melloni

Perché farsi accompagnare da una Guida Alpina per fare Freeride?

Partiamo da un motivo molto semplice e una considerazione oggettiva che riguarda l’ambiente in cui si scia, pochi di noi hanno la ben che minima idea di quanto possa essere pericoloso un determinato pendio, soprattutto se lo sciamo per la prima volta.

Non ne abbiamo idea perché almeno 5 giorni su 7 viviamo in città, perché vivendo in un luogo diverso da quello in cui scieremo non sappiamo cosa è successo nei giorni precedenti al nostro arrivo da un punto di vista delle temperature, delle precipitazioni, dei venti, del sole. Non sappiamo come si è stratificata la neve e forse non riusciremo a capire da che parte è esposto il pendio.

 

 

Facciamocene una ragione, molti di noi sono ignoranti, cioè non sanno.

Ma approcciando la montagna con questa consapevolezza, abbiamo già buone probabilità di evitare un incidente.

 

 

La Guida Alpina

La Guida Alpina è diventata tale dopo un percorso formativo molto complesso, durato anni. Anni in cui ha dovuto dimostrare di saper arrampicare, sciare, scalare, di sapersi muovere su ogni terreno alpino, dalla roccia alla neve in tutte le sue variabili, al ghiaccio, al misto. Avrà dimostrato di conoscere le tecniche si assicurazione, di progressione, di recupero, di intervento in caso di incidente, di valutazione del pericolo.

 

In pratica La Guida Alpina avrà dimostrato, a chi lo ha giudicato idoneo, di conoscere l’ambiente alpino nella sua complessità, di sapersi muovere all’interno di questo e soprattutto di essere in grado di far muovere in sicurezza un cliente.

La Guida Alpina avrà passato degli esami, avrà fatto pratica per qualche anno come Aspirante Guida e poi sarà stata nuovamente valutata e abilitata.

Tutto questo molto sommariamente, ma solo per convincere che essere Guida Alpina è un po’ diverso dall’essere un appassionato frequentatore delle montagne con una buona tecnica di sciata.

 

 

Prima di tutto sicurezza

Muoversi in sicurezza in montagna è prioritario, per noi e per i nostri compagni di gita. L’ambiente alpino è complesso e mutevole e tenere sotto controllo tutte le variabili sapendo intervenire in caso di necessità, nel momento di panico, in cui si verifica un incidente, è davvero difficile se non è il tuo mestiere quotidiano.

 

Tanti di noi ormai sono abituati a portarsi dietro gli strumenti per la sicurezza in caso di valanga: pala, sonda, artva e in alcuni casi zaino airbag.

Quanti però sono in grado di utilizzarli? Sarebbe fondamentale fare un campo artva almeno una volta a stagione, ricercare un disperso non è affatto semplice e ci sono solo 15 minuti di tempo prima che la mancanza di ossigeno crei danni irreversibili al cervello e successivamente determini il decesso della persona.

 

Ottimo quindi avere con noi gli strumenti, ma alleniamoci periodicamente ad usarli. Sapete come seguire le indicazioni del vostro artva? Avete mai provato a sondare il terreno e sentire la differenza tattile fra quando si tocca una roccia, uno scarpone da sci o una persona sotto la neve? Sapete cosa fare una volta liberato il travolto dalla neve?

Sicuramente queste cose è meglio non testarle in quel fatidico quarto d’ora.

 

 

Non solo sicurezza

La sicurezza è prioritaria dicevamo ma un altro motivo per cui può essere utile ingaggiare una Guida Alpina è che, avendo conoscenza delle esposizioni dei pendii e sapendo interpretare il meteo e le condizioni della neve, ci sono ottime probabilità che saprà portarci dove la neve è non solo più sicura ma anche soffice, polverosa e divertente.

 

Livigno, il Resort

Alla luce di tutte queste considerazioni, posso dirvi che il Freeride & Safety Camp di Livigno organizzato da Storfit è stata un’esperienza formativa e ricreativa di massimo livello.

In primis la location, Livigno offre un terreno di gioco adatto a qualsiasi livello, versanti con esposizioni diverse, avvicinamenti con le pelli o gli impianti di durata variabile e la garanzia quasi assoluta di trovare una quantità e una qualità di neve superiori alla maggior parte dei resort sulle alpi.

Altri plus del luogo sono la possibilità di noleggiare in negozi specializzati qualsiasi cosa ci possa mancare dagli sci all’airbag, così come l’ospitalità in termini di alberghi, ristoranti, baite, navette gratuite e un centro Fitness Wellness unico e aperto al pubblico L’Aquagranda, questo il nome del centro comprende saune, vasche d’acqua termale e salata, bagno turco, zone relax, idromassaggi, una piscina da 25 metri per nuotare, vasche con toboga per bambini e ragazzi e la prossima apertura di una pista d’atletica esterna.

Tutto questo tralasciando la quantità e qualità delle piste e degli impianti di risalita.

 

 

Il Freeride & Safety Camp di Livigno

Il Livigno Freeride & Safety Camp ha dato la possibilità ai partecipanti di testare materiale di ultima generazione fornito da Komperdell e Ferrino e dimostrare quanto sia importante la presenza di una Guida Alpina. In due giorni infatti sono stati percorsi, con le pelli e gli impianti di risalita diversi itinerari, come il Cantone Alto e Calchera, trovando sempre condizioni top e muovendosi in sicurezza.

 

Paolo Marazzi, atleta Arc’Teryx, La Sportiva, Black Diamond e alpinista dei Ragni di Lecco del gruppo White Line Guide ha aperto il week end con un clinic sulla ricerca vittime da valanga, per poi portare il gruppo, munito di pelli o ciaspole su una cima del resort lombardo di circa 3.000 m di altitudine e poi ancora su linee di discesa in prima traccia, con una delle migliori polveri e firn della stagione.

 

Didattica, divertimento, sicurezza, relax, il tutto condiviso da un gruppo di sconosciuti che in pochi minuti si è ritrovato super affiatato, come capita quasi sempre in montagna, il tutto coordinato da professionisti.

 

 

Le Experience

Seguite il calendario delle Experience, le attività oltre al Freeride/Skialp & Safety comprendono: Arrampicata, Trekking, Ciaspole, Bike, Alpinismo; sempre nei migliori resort italiani, sempre affiancati dalle migliori aziende di settore e dai migliori professionisti della montagna.

 

 

Eventi passati

Alpinismo alla Capanna Regina Margherita

Trekking all’alpe Devero

Trekking all’alpe Larecchio

Potrebbe interessarti anche

Commenti