Revelli e Farina, il Gravitalia è loro

Grande festa per la tappa conclusiva del circuito Gravitalia, che ha confermato la piena ripresa del settore downhill soprattutto in termini di numeri di praticanti. Milivinti e Petrucci chiudono alle spalle del vincitore Revelli.

28/09/2017
scritto da Redazione 4Mtbike

Nella splendida faggeta del Monte Amiata, in provincia di Siena, si è concluso il quinto ed ultimo round del Circuito Nazionale Gravitalia 2017. L’avvincente pista Black Garden, all’interno del bike resort Amiata Freeride, con i suoi 2,36 km di lunghezza parte dalla cima del monte a quota 1738 e termina 353 metri più in basso a quota 1.385 mt. Nonostante la minaccia della pioggia abbia spinto gli organizzatori ad anticipare la manche finale di qualche ora, la gara è stata molto entusiasmante ed avvincente per il susseguirsi di colpi di scena ed avvicendamenti sulla hot seat virtuale, di categoria in categoria. Ad aggiungere pepe alla competizione ci ha pensato la classifica generale del circuito, ancora aperta e combattuta con pochi punti a fare la differenza, in diverse categorie.

Loris Revelli (AB Devinci Italy) migliora di quasi sei secondi il tempo che gli era valso la seconda posizione nella manche di qualificazione, andando a vincere nella categoria Agonisti Uomini col tempo di 4:05.958. Grazie all’ottima gara amiatina ed alla costanza nei risultati di tutta la stagione, Loris consolida pienamente il primo posto in classifica generale, andando a vincere per la prima volta il Circuito Nazionale Gravitalia in quest’edizione 2017. Marco Milivinti (GB Rifar Mondraker) non riesce invece a ripetere la prestazione della qualifica e fa registrare un distacco da Revelli di 1.552 secondi, che gli vale il secondo gradino del podio oltre che della classifica generale degli Agonisti Uomini. Terza posizione per Francesco Petrucci (2010 Gravity Team), che chiude con un distacco di 4.140 secondi dal vincitore di circuito. Con quest’ulteriore podio, Francesco conferma la terza piazza anche nella categoria generale di circuito.

Loris Revelli in trionfo all’arrivo (foto Alex Luise/organizzatori)

Il vincitore della scorsa tappa Gravitalia, Gianluca Vernassa (AB Devinci Italy) raggiunge la quarta piazza e contribuisce nettamente ad aggiungere punti per la classifica dei team, mentre dopo la buona manche di qualificazione, Alessandro Levra (PB Carbobike O’Clock) fa registrare il quinto tempo di giornata.

Per la classifica generale, Simone Medici (Alessibici) guadagna una posizione nonostante l’ottavo posto, piazzandosi al quarto posto davanti a Carlo Caire (AB Devinci Italy), sesto staccato di circa 5 secondi.

Eleonora Farina (GB Rifar Mondraker) domina la manche finale del quinto ed ultimo round del 2017, con il tempo di 4’32.038 conquistando così anche la vittoria nel circuito nazionale nella categoria Agoniste Donne. Al secondo posto, Lelia Tasso (GB Rifar Mondraker) migliora il suo tempo della qualifica e conquista quindi la medesima piazza anche nella classifica generale. Carola Favoino (GS BMX Vigevano) replica la prestazione di qualifica e conclude in terza posizione sia la gara che la stagione 2017.

Un nuovo titolo nell’eccezionale 2017 di Eleonora Farina (foto Alex Luise/organizzatori)

Nella combattuta categoria Amatori Donne è Giulia Bombardieri (Mystic Freeride) a far registrare il miglior tempo, conquistando l’ultimo round di circuito ed anche la classifica generale. Lucia Bottoraro (4T Project) non riesce a ripetere l’ottima prestazione della manche di qualificazione di ieri e chiude in seconda posizione, con quasi 8 secondi di distacco. Terza posizione per Giuliana Gollini (Dueruote Forlì) che scala così dal 3° al 2° posto nella generale.

Colpo di scena inaspettato nella manche finale della categoria Amatori Uomini, dove il favorito Fabrizio Dragoni (Alessibici) fora alla ruota posteriore e chiude in settima posizione, riuscendo comunque a vincere la classifica generale di circuito grazie alla costanza di ottimi risultati, in tutta la stagione. Daniele Rossini (Team Scout/Nukeproof) vince la gara con il tempo di 4’17.164 ma non riesce a guadagnare posizioni nella generale, chiudendo comunque ad un ottimo terzo posto. Seconda piazza per Enrico Rodella (T32 Squadra Corse) che conferma di avere un gran feeling con la veloce pista senese. Terzo gradino del podio per il sempre competitivo Paolo Alleva (Team Scout/Nukeproof).

Ancora entusiasmati da questo quinto round e dall’ adrenalinica stagione 2017, vogliamo ringraziare tutti gli atleti, gli accompagnatori e gli organizzatori per aver contribuito a supportare e migliorare il movimento della Downhill italiana, attraverso il Circuito Nazionale Gravitalia 2017.

Comunicato stampa

 

Potrebbe interessarti anche

Commenti