Valsugana: una destinazione MTB per tutti i gusti

La Valsugana & il Lagorai si presentano come uno scenario ideale per programmare le vostre vacanze in MTB, infatti la scelta degli itinerari che si possono percorrere è molto vasta, con una grande varietà per lunghezza e difficoltà.

15/08/2017
scritto da Cristiano Guarco

Si parte dal facile e tranquillo giro dei laghi di Levico e Caldonazzo, per arrivare all’impegnativo giro di Cima d’Asta, riuscendo così a soddisfare le esigenze di tutti i biker, dal principiante al più esperto e allenato. La Valsugana è anche parte del circuito Dolomiti Lagorai Bike, che offre circa mille chilometri di tracciati MTB, tutti corredati di traccia GPS, nel Trentino Orientale.

La mappa interattiva della Valsugana

La mappa interattiva della Valsugana

Le idee per programmare appaganti vacanze in mountain bike, in famiglia o con gli amici, non mancano, sfruttando anche tutti i servizi messi a disposizione degli appassionati: bike hotel e altre strutture certificate; bicigrill sulla pista ciclabile della Valsugana; punti di riparazione e noleggio bici/attrezzatura; trasporti speciali treno + bike nei mesi di luglio e agosto sulla tratta Trento-Bassano. L’appassionato è facilitato nella scelta dei tour – tutti catalogati per lunghezza e difficoltà – dall’intuitiva mappa interattiva, che visualizza anche i principali punti di interesse turistico. Abbiamo scelto due itinerari per ispirarvi, uno semplice a misura di famiglia, l’altro più sfidante e a misura di biker allenati.

Giro dei Laghi di Levico e Caldonazzo – n. 242

Foto di E&G Radziwonowscy, APT Valsugana e Lagorai

Foto di E&G Radziwonowscy, APT Valsugana e Lagorai

Il facile anello, lungo 23,9 km e con un dislivello di 358 m, si sviluppa parzialmente su ciclabile e su strade secondarie, su fondo asfaltato e sterrato. Si parte da Levico Terme, con ill primo tratto di salita su bitume, dominando il lago di Levico dall’alto, scendendo poi verso il lago costeggiandolo su sterrata. Si continua a salita sino ad arrivare al di sotto della collina su cui è collocato il Castello di Pergine, transitando per il centro storico. Si esce dell’abitato dirigendosi verso Susà e, dopo aver superato il sottopasso della SS47, si continua su una strada secondaria che arriva a Canale, per poi immettersi sulla ciclabile che costeggia il lago di Caldonazzo. Da qui, passando per gli inconfondibili meleti, si torna al punto di partenza.

Lunghezza 23,9 km
Durata 2h30m
Dislivello 358 m
Altitudine min/max 441/558 m
Periodo consigliato tutto l’anno
Traccia GPS (formato GPX)

Giro 3T Bike – n. 241

Foto: APT Valsugana, APT Valsugana e Lagorai

Foto: APT Valsugana, APT Valsugana e Lagorai

Un itinerario adatto a chi si vuole allenare, infatti il Giro 3T Bike è ereditato dal tracciato di gara del 2007 (2,8 km per 1.669 m di dislivello), diventato poi un circuito permanente e quindi interamente tabellato. Il tour, che parte e arriva a Telve Valsugana, è caratterizzato da un susseguirsi di salite e discese entusiasmanti, su strade ciottolate, sterrate e singletrack. Alcuni collegamenti asfaltati transitano per i quattro musei dell’Ecomuseo del Lagorai, tra vecchi manieri, antichi borghi, panorami suggestivi, e boschi secolari. In sostanza, un anello che mette alla prova il fisico con ricchi contenuti paesaggistici e turistici.

Lunghezza 29,8 km
Durata 3h30m
Dislivello 1.669 m
Altitudine min/max 376/999 m
Periodo consigliato da aprile a ottobre
Traccia GPS (formato GPX)

Scopri la Valsugana e il Lagorai pedalando attraverso i numerosi itinerari con diversi gradi di difficoltà e lunghezza adatti sia al biker esperto che principiante! Un vero paradiso per la tua bici… per un’esperienza tutta da pedalare!

Scopri la Valsugana e il Lagorai pedalando attraverso i numerosi itinerari con diversi gradi di difficoltà e lunghezza adatti sia al biker esperto che principiante! Un vero paradiso per la tua bici… per un’esperienza tutta da pedalare!

Vi lasciamo con il link alla lista di Bike Hotel & Camping, 10 strutture ricettive – dai campeggi agli hotel 3 stelle superior – specializzate nell’accoglienza degli amanti delle due ruote.

Potrebbe interessarti anche

Commenti