Home Mtb Eventi A Mont St.Anne in 15 azzurri
Pubblicità

A Mont St.Anne in 15 azzurri

0

Trasferta doppia per la Coppa del Mondo che fra questo e il prossimo fine settimana affronta la porzione americana del suo percorso, prima nella canadese Mont St.Anne che ben poche volte è stata esclusa dal circuito,poi trasferimento a Windham, nello Stato di New York,per la tappa statunitense. Al via l’Italia schiera 11 atleti nel cross country e 4 nella downhill, un impegno oneroso per il quale c’è stato l’intervento diretto della Federazione, che venendo dietro alle richieste del ct Pallhuber sensibile al fatto che questo è l’anno preolimpico e non bisogna perdere nessuna occasione per raccogliere punti, ha stipulato il biglietto aereo per 5 atleti tenendo conto anche della classifica generale. Ecco così che nella prova Elite insieme a Fontana (Cannondale), Kerschbaumer (Bianchi I.Idro Drain, al rientro in gara dopo aver saltato l’Europeo), Pettinà e Daniele Braidot (Forestale Olympia) saranno in gara anche Tiberi e Luca Braidot, nella prova Under 23 Gioele Bertolini, fra le Elite con l’argento continentale Lechner (Colnago Sudtirol) anche l’argento dell’Eliminato Anna Oberparleitner, mentre Lisa Rabensteiner saràal via fra le Under 23 con Emilie Collomb (Focus Italy).

Il percorso è di 4,15 km con un rock garden e un tratto con un Pumptrack. La prova maschile preannuncia una nuova sfida fra Absalon, corroborato dall’ennesimo titolo europeo, Schurter rimasto a casa per ricaricare le batterie e alla ricerca della prima vittoria stagionale nel circuito e Kuhlavy apparso “distratto” a Chies d’Alpago ma ben più concentrato sulla conquista del trofeo di cristallo. Fra le donne invece appare difficile immaginare una vincitrice diversa da Jolana Neff, che sembra una spanna sopra tutte. Attenzione però al fatt che le gare americane sono molto diverse da quelle europee, intanto per il tipo di percorsi più frastagliati,poi perché il numero di partecipanti è di molto inferiore. Per questo la scelta della Federazione appare saggia.

Interessanti riscontri intanto arrivano dalle prove ufficiali della downhill dove a fronte di un Loris Revelli ancora alle prese con la conoscenza del percorso (8° fra soli 9 partecipanti) sia Eleonora farina che Alia Marcellini sono entrate fra le prime 10. Ripetere questo risultato, certamente favorito dal numero esiguo di presenze, sarebbe comunque importantissimo per il settore. Fra gli Elite, dove a sorpresa il miglior tempo è stato appannaggio del colombiano della Giant Marcelo Gutierrez Villegas,l’unico azzurro in gara è Gianluca Vernassa, che ha chiuso con il 43° tempo.

Le gare di downhill si svolgeranno sabato, domenica sarà la giornata del cross country con inizio alle 9:00 ora locale con l’Under 23maschile, chiusura alle 16:30 con le pari categoria.

Gabriele Gentili

Domani si comincia con la downhill e 4 azzurri in gara (foto organizzatori) Domani si comincia con la downhill e 4 azzurri in gara (foto organizzatori)
Pubblicità