Pubblicità

Absa Cape Epic, altri colpi di scena

0

E’ davvero una Cape Epic ricca di colpi di scena quella che si sta disputando in Sudafrica. Ogni tappa toglie di scena una delle coppie favorite e la seconda ha praticamente eliminato addirittura il team leader, quello Centurion Vaude formato dfai tedeschi Jochen Kass e Markus Kaufmann che ha visto naufragare il sogno di abbinare la vittoria sudafricana a quella nell’Andalucia Bike Race a causa di un’impressionante serie di guai meccanici che li ha portati a tagliare il traguardo a quasi 2 ore dai vincitori. La tappa ha promosso il team Topeak Ergon formato dal tedesco Robert Mennen e dal ceko Kristian Hynek che hanno preceduto di 1’26” il Team Bulls con Karl Platt (Ger) e Urs Huber (Sui) saliti al primo posto della classifica. Terza piazza per l’altro Team Bulls con i tedeschi Tim Bohme e Simon Stiebjahn a 5’03” davanti a Konny Looser (Sui) e Hannes Genze (Ger) per il Meerendal Centurion Wheeler a 7’38”. Grande prova per il Team Torpado, con Riccardo Chiarini e il belga Roel Paulissen quinti a 9’08” e capaci di risalire al settimo posto in classifica. La giornata è stata difficile anche per un’altra delle coppie favorite, quella formata dall’iridato Marathon Christoph Sauser (Sui) e da Frantisek Rabon (Cze), Team Specialized rallentato da problemi ai freni che hanno messo in crisi Sauser, ora sesto in classifica con il compagno.

Nella prova femminile giochi riaperti grazie alla vittoria della svizzera di origine sudafricana Ariane Kleinhans e della danese Annika Langvad, Team Recm2, che hanno recuperato 8’46” sul Team Meerendal della svizzera Esther Suss e della britannica Sally Bigham. Terzo posto a 19’05” per il Cape Brewing Company con la svedese Jennie Stenerhag e la sudafricana Theresa Ralph.

 

Ariane Kleinhans e nnika Langvad, vincitrici della tappa femminile (foto organizzatori)