Home Prodotti Scarpe adidas Adistar, fluidità e ritmo da veri runner!

adidas Adistar, fluidità e ritmo da veri runner!

0
adidas Adistar

adidas Adistar, fluidità e ritmo da veri runner!

adidas Adistar, presentata ufficialmente la nuova scarpa da running concepita per permettere a runner di ogni livello di correre più a lungo.Oltre 4.500 chilometri di test!

Lo sviluppo della nuova adidas Adistar, testata per oltre 4.500 km, ha tratto ispirazione dal concetto di moto perpetuo. Il risultato è aver ottenuto una calzatura performante che assicura un buon supporto in fase di corsa e protezione. Questo grazie al particolare shape che favorisce un movimento oscillante costante e che conferisce a sua volta un flusso ritmico alla falcata.

Il Moto perpetuo, fonte d’ispirazione

La nuova scarpa da running adidas Adistar è stata concepita per rendere l’appoggio del piede più morbido, migliorando notevolmente il comfort e per imprimere la spinta più efficace possibile al termine dell’appoggio del piede.

“Parley Ocean Plastic c’è!”

“adidas è da sempre particolarmente legata alla salvaguardia del Pianeta, grazie ad una serie di azioni dirette, mirate ad ottimizzare la propria catena di produzione e distribuzione. Anche Adistar è stata inserita tra i modelli di scarpe da corsa facenti parte del progetto Parley Ocean Plastic. Pulire gli oceani nel mondo dai rifiuti plastici, per poi reintegrarli nel proprio ciclo produttivo, è un mantra a cui adidas non sa più rinunciare, proprio dopo essere stata tra i primi brand al mondo ad occuparsene attivamente.”

Particolari riciclati

Fedele al proprio impegno verso l’impegno della pulizia degli Oceani, adidas ha integrato alcune componenti della Adistar con particolari realizzati parzialmente in Parley Ocean Plastic, come il collare, la linguetta e l’innovativa tomaia.

Intersuola EVA REPETITOR+, 15% riciclata!

La scarpa presenta inoltre un’intersuola REPETITOR morbida e reattiva con design avvolgente EVA REPETITOR+, realizzato per il 15% in materiale riciclato.

L’intersuola EVA REPETITOR+ presenta al contempo una “geometria arcuata”, grazie a un dislivello di 6 mm nell’altezza dello stack fra il tallone e la punta.

adidas Adistar, ecco com’è fatta!

La nuova Adistar è dotata di un’intersuola in EVA a doppia densità. Infatti le caratteristiche di morbidezza e comodità della schiuma REPITITOR si combinano con quelle della nuova schiuma REPITITOR+, caratterizzata da una maggiore densità che genera maggiore reattività. A questa caratteristica fisica, fondamentale per dare alla nostra azione di corsa maggiore risposta in fase di spinta del piede, si associa un maggior controllo e una stabilità più marcata.

Supporto della calzata

La nuova Adistar è dotata di una struttura interna con un particolare sistema di supporto della calzata, cosiddetto “CAGE”.

Il “CAGE” è un sistema di supporto interno totalmente integrato alla calzatura stessa. Una volta che vengono allacciate le stringhe, Adistar avvolge il piede per offrire la massima stabilità e un sostegno extra.

Profilo arcuato

Il profilo particolarmente rockerato dell’avampiede, ovvero una curvatura verso l’alto piuttosto marcato, favorisce in modo particolare il movimento oscillatorio dell’avampiede. Tale azione permette di avere una falcata più reattiva e slanciata, assicurando rullate molto rotonde.

Calzatura unisex

La nuova adidas Adistar, grazie alle particolari caratteristiche dei materiali con cui è stata sviluppata, si adatta indifferentemente alle caratteristiche anatomiche, sia del piede maschile, che di quello femminile.

La parola a adidas

Simon Lockett, Senior Product Manager

Abbiamo voluto concentrarci sui corridori e aiutarli nel cosiddetto allentamento continuo.

Partendo da questo presupposto abbiamo creato adidas Adistar, una scarpa concepita all’insegna dell’affidabilità grazie al connubio perfetto di ammortizzazione, protezione e supporto.”

“La nuovissima intersuola REPETITOR insieme alla linea arcuata dell’avampiede generano un movimento fluido che accompagna i runner falcata dopo falcata.

Non è tutto: grazie alla forma studiata ad hoc per adeguarsi alle differenze anatomiche del piede maschile e femminile, adidas Adistar è la calzatura perfetta per l’allenamento continuo.”

Se volete saperne di più, ANDATE QUI!

adidas Adistar, la nostra opinione sulla versione CS!

Abbiamo avuto l’opportunità di testare per una “first impression run” la nuova adidas Adistar nella versione CS, ovvero la versione dotata di maggior supporto del piede rispetto a quella tradizionale. Una scarpa che, per solidità e facilità di rullata ci ha convinti. Lo shape molto rockerato di suola e intersuola permette infatti un approccio alla rullata molto rotondo, istintivo e facile. Un ritmo circolare che permette di trovare facilmente un passo di corsa ideale. Appena calzata, la Adistar dimostra tutto il suo volume, con intersuola sovradimensionata e altezza da terra decisamente elevato, ma non eccessivo. Scarpa sin dai primi passi molto stabile anche se necessità di qualche chilometro per adattarsi al piede del runner.

 

Articolo precedenteDainese lancia la linea di abbigliamento HGC
Articolo successivoNika Paddle Surf Camp – Peniche
Daniele Milano nasce una buona cinquantina di anni fa in Valle d’Aosta. Cresciuto con la montagna dentro, ha sempre vissuto la propria regione da sportivo. Lo sci alpino è stato lo sport giovanile a cui ha affiancato da adolescente l’atletica leggera. Nei primi anni 90 la passione per lo snowboard lo ha letteralmente travolto, sia come praticante che come giornalista. Coordinatore editoriale della rivista Snowboarder magazine e collaboratore per diverse testate sportive di settore ha poi seguito la direzione editoriale della testata Onboard magazine, affiancando sin dal lontano 2003 la gestione dell’Indianprk snowpark di Breuil- Cervinia. Oggi Daniele è maestro di snowboard e di telemark e dal 2015 segue 4running magazine, di cui è l’attuale direttore editoriale e responsabile per il canale web running. Corre da sempre, prima sul campo di atletica leggera vicino casa e poi tra prati e boschi della Valle d’Aosta. Dal 2005 vive un po’ a Milano con la propria famiglia, mentre in inverno si divide tra la piccola metropoli lombarda e Cervinia. “La corsa è il mio benessere interiore per stare meglio con gli altri”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui