Home Running Test Bastoncini Masters testati da Mattia de Guio
Pubblicità

Bastoncini Masters testati da Mattia de Guio

0

Bastoncini Masters testati da Mattia De Guio, grazie a una nuova collaborazione tra il brand italiano e 4running magazine.

Abbigliamento di Mattia De Guio: CMP

Calzature: Scarpa Spin Ultra

Abbigliamento di Giulia Vaudetti: Dynafit e Crazy

Calzature: Scarpa Ribelle Run

Sassolungo 120cm…la Ferrari dei Bastoncini Masters

E’ l’articolo che ci ha maggiormente sorpresi. Solamente 92g a bastone per la lunghezza in questione! Questo lo rende, a tutti gli effetti, una primissima scelta per gli atleti che fanno della leggerezza il proprio mantra.

Sassolungo è il risultato di molti test e ricerche per dare vita al bastoncino da trail (e non solo) più performante in assoluto.

Il tubo è totalmente composto in fibra di carbonio dal diametro di 12mm, il passamano minimalista senza fibbia di regolazione, l’impugnatura Piuma in schiuma EVA risulta ergonomica e morbida.

Tutto questo con un solo scopo: poter ridurre ogni grammo superfluo. Maggiormente indicato per le prove di sola salita, dato che non è richiudibile, è comunque caldamente consigliato per chi invece il bastone lo utilizza anche in piano e in discesa.

Trecime fix 7040, 7177, 7793

Bastoncini Masters Trecime fix 130cm

il modello perfetto per chi desidera un bastone leggero e ripiegabile a misura fissa.

Grazie alla costruzione in fibra di carbonio (per renderlo più leggero) e in alluminio (CaluTech/Alutech, per garantire supporto e durata) è indicato per tutti coloro che sono alla ricerca di un bastone affidabile per le gare e gli allenamenti.

A differenza del Sassolungo è ripiegabile in tre segmenti e grazie al pratico pulsante permette una rapida chiusura. Per l’apertura è sufficiente tirare la prima sezione affinché si incastri con la seconda, la terza è quasi automatica.

Veramente pochissimi secondi. I segmenti sono collegati fra loro da una corda resistente che può essere regolata tramite un sistema ad avvitamento.

Il peso della misura che abbiamo testato è di 176 grammi a bastoncino e la lunghezza da chiuso è di 40cm.

Trecime carbon

Tra i bastoncini testati e sicuramente quello con il più ampio range di utilizzo. Ideale per chi pratica Trail e ultra trail Running grazie alla rapida possibilità di adattamento nelle diverse pendenze.

Come il modello FIX, è costruito in fibra di carbonio ed alluminio, è ripiegabile in tre segmenti ed è dotato dello stesso sistema di chiusura/sgancio.

In aggiunta però vi è il nuovo sistema di regolazione “Wing Lock” che permette di adattare la lunghezza in base alla parte di percorso che si sta affrontando (più corto in salita, più lungo in discesa).

Inoltre, considerato che può essere regolato da 110 a 130cm, è anche indicato per essere utilizzato da persone di statura diversa. Il tutto in soli 194g a bastoncino.

Le ridotte misure da chiuso (35cm) lo rendono pratico e maneggevole nel momento in cui deve essere riposto nello zaino.

Consigliato da utilizzare in gare o escursioni trail su tutti i tipi di terreno per chi non è ossessionato dalla leggerezza ed è alla ricerca di un prodotto duttile ed affidabile.

Manopola FALCO

Entrambi i modelli Trecime sono equipaggiati con la leggerissima manopola “Falco”, hanno in dotazione un sacchetto per riporli dopo l’uso e un paio di rotelle filettate.

Puntale in Tungsteno

Tutti i modelli da noi testati sono forniti di un puntale in tungsteno (metallo altamente resistente all’usura e alla corrosione) e di un passamano leggerissimo che però, purtroppo non è regolabile.

Articolo precedenteSciare in un mondo fragile
Articolo successivoL’ultimo saluto al fratello di onde Gimmy De Agostini
Daniele Milano nasce una buona cinquantina di anni fa in Valle d’Aosta. Cresciuto con la montagna dentro, ha sempre vissuto la propria regione da sportivo. Lo sci alpino è stato lo sport giovanile a cui ha affiancato da adolescente l’atletica leggera. Nei primi anni 90 la passione per lo snowboard lo ha letteralmente travolto, sia come praticante che come giornalista. Coordinatore editoriale della rivista Snowboarder magazine e collaboratore per diverse testate sportive di settore ha poi seguito la direzione editoriale della testata Onboard magazine, affiancando sin dal lontano 2003 la gestione dell’Indianprk snowpark di Breuil- Cervinia. Oggi Daniele è maestro di snowboard e di telemark e dal 2015 segue 4running magazine, di cui è l’attuale direttore editoriale e responsabile per il canale web running. Corre da sempre, prima sul campo di atletica leggera vicino casa e poi tra prati e boschi della Valle d’Aosta. Dal 2005 vive un po’ a Milano con la propria famiglia, mentre in inverno si divide tra la piccola metropoli lombarda e Cervinia. “La corsa è il mio benessere interiore per stare meglio con gli altri”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui