Home Running Prodotti Bastoncino da Trail MASTERS = Performance!
Pubblicità

Bastoncino da Trail MASTERS = Performance!

0
Sébastien Camus in piena azione durante l'ultima edizione del Ultra Trail de la Còte d'Azur Mercantour
Sébastien Camus in piena azione durante l'ultima edizione del Ultra Trail de la Còte d'Azur Mercantour

Bastoncino da Trail = Performance… la parola a Sébastien Camus, fortissimo atleta del Team Garmin Adventure e MASTERS che ci svela i segreti dei bastoncini da trail tra i più popolari e utilizzati al Mondo!

TEAM GARMIN ADVENTURE

Uno tra i team più forti al mondo, composto da atleti francesi e baschi, che compete nel trail e ultra trail running. Insieme a loro, Masters ha sviluppato dei bastoncini in edizione limitata, sia fissi, come il Sassolungo, che richiudibili, come il Trecime Carbon, che gli atleti utilizzano abitualmente in gara. Abbiamo raggiunto telefonicamente Sébastien Camus, fortissimo runner francese e portacolori del Team Garmin, al quale abbiamo chiesto che cosa ne pensa dell’utilizzo dei bastoni.

Nel kit completo non possono mancare i bastonicino, in questo caso il Tre Cime Carbon pieghevole di Masters
Nel kit gara completo di ogni atleta non possono mancare i bastoncini, in questo caso il Tre Cime Carbon pieghevole di Masters

Bastoncino da Trail, fisso o richiudibile?

Preferisci il fisso o il componibile?
Il mio preferito è il Trecime Carbon che, se non utilizzato, è possibile ripiegare su se stesso e riporre nello zaino, nella cintura oppure tenere in mano.

Perché gli atleti del tuo team utilizzano tutti i bastoncini?
Il nostro è uno sport estremo e dobbiamo sempre essere il più efficienti possibile. Per questa ragione, l’uso dei bastoncini è molto importante per noi. Soprattutto sulle lunghe distanze, se vuoi correre veloce, in particolare in salita, ed essere sempre efficiente, devi assolutamente usare i bastoncini.

Credi che si tratti solo di un aspetto tecnico o anche mentale?
Mentalmente avere con sé i bastoncini dà un grande supporto, perché sappiamo di poter fare affidamento sulle gambe, ma anche sulle braccia, che ci aiutano a spingere e ad andare avanti, soprattutto quando siamo molto stanchi. Se dobbiamo salire una lunga salita, e possiamo farlo usando sia le braccia sia le gambe, è per noi molto importante.

È quindi possibile distribuire lo sforzo tra gambe e braccia, vero?
Fisicamente l’uso dei bastoncini offre la grande opportunità di spingere meno forte sulle gambe. Questo permette verso il fine gara di avere gli arti inferiori meno stanchi e di poter spingere di più fino al traguardo, avendo mantenuto integra parte della forza e della resistenza.

 

Quanto incide la fatica mentale su quella fisica?

Passo dopo passo, soprattutto sulle lunghe distanze, scopriamo che i nostri limiti non sono quelli che credevamo. Spesso Il corpo ci può sorprende se non siamo mentalmente pronti. Siamo noi che creiamo i nostri limiti. Quando scopriamo che si può varcare quel confine, possiamo pensare che non sono più limiti, perché le uniche barriere sono quelle che ci creiamo noi!

 

E tu come superi i tuoi limiti, solo con il bastoncino da trail…?

È ciò che motiva me e tutto il Garmin Team Adventure ogni giorno, in allenamento e in gara. Non sappiamo mai se possiamo raggiungere e oltrepassare un determinato limite, ma cerchiamo sempre di spingere il nostro corpo al massimo per andare oltre ogni barriera mentale.

 

Come si prepara mentalmente il Team Garmin?

Prima delle grandi gare, facciamo molta preparazione mentale, perché è decisamente importante essere mentalmente pronti per dare il meglio di noi stessi.

Chi è MASTERS?

Azienda leader a livello mondiale nella produzione di bastoncini, sul mercato dal 1977, può vantare oltre 40 anni di spirito imprenditoriale, di intraprendenza e perseveranza, di esperienza e conoscenza del prodotto e del suo utilizzatore. A fare da palcoscenico alla nascita di MASTERS, oggi fiore all’occhiello dell’imprenditoria italiana nel mondo, è Bassano del Grappa.

Un’azienda 100% Made in Italy, i cui valori sono ben radicati: la soddisfazione del cliente e la qualità del prodotto Made in Italy in primis, oltre che la ricerca continua e una spiccata responsabilità sociale d’impresa e per l’ambiente circostante.

Proprio il continuo impegno e la dedizione del team Masters sono alla base del successo di questa realtà. Oggi i brand più importanti dell’articolo sportivo e non affidano la produzione personalizzata del bastone alla società bassanese, che non smentisce la sua attenzione per il dettaglio.

L’ATTENZIONE PER IL DETTAGLIO

… anzi, una cura quasi maniacale che ha portato Masters a occuparsi negli anni più recenti anche del mondo del trail running, laddove l’utilizzo del bastoncino per molti atleti e appassionati diventa fondamentale. Sono nati così modelli specifici dai nomi iconici come Sassolungo, che trae origine dalla vetta principale del massiccio omonimo, collocato tra la Val Gardena e la Val di Fassa, nelle Dolomiti. Oppure il Trecime, ispirato alle Tre Cime di Lavaredo nelle Dolomiti, considerate tra le meraviglie naturali più note nel mondo dell’alpinismo e dell’escursionismo.

IL TEAM DI ATLETI

Un team di atleti fortissimi, provenienti da tutto il mondo. Collabora attivamente allo sviluppo di nuovi materiali e prodotti. Testa direttamente sul campo soluzioni inedite che ritroviamo poi sui bastoni in vendita nei negozi specializzati.

Un valore aggiunto di cui Masters va fiera. Ogni atleta può mettere a disposizione del marchio il proprio knowhow agonistico diventando a sua volta sviluppatore di nuovi prodotti e soluzioni tecniche.

Articolo precedenteItinerari Trail con Mattia De Guio e Scarpa
Articolo successivoFreeride World Tour con Arianna Tricomi
Daniele Milano nasce una buona cinquantina di anni fa in Valle d’Aosta. Cresciuto con la montagna dentro, ha sempre vissuto la propria regione da sportivo. Lo sci alpino è stato lo sport giovanile a cui ha affiancato da adolescente l’atletica leggera. Nei primi anni 90 la passione per lo snowboard lo ha letteralmente travolto, sia come praticante che come giornalista. Coordinatore editoriale della rivista Snowboarder magazine e collaboratore per diverse testate sportive di settore ha poi seguito la direzione editoriale della testata Onboard magazine, affiancando sin dal lontano 2003 la gestione dell’Indianprk snowpark di Breuil- Cervinia. Oggi Daniele è maestro di snowboard e di telemark e dal 2015 segue 4running magazine, di cui è l’attuale direttore editoriale e responsabile per il canale web running. Corre da sempre, prima sul campo di atletica leggera vicino casa e poi tra prati e boschi della Valle d’Aosta. Dal 2005 vive un po’ a Milano con la propria famiglia, mentre in inverno si divide tra la piccola metropoli lombarda e Cervinia. “La corsa è il mio benessere interiore per stare meglio con gli altri”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui