Bike Transalp, prima vittoria azzurra

0

Johnny Cattaneo e Tony Longo (Wilier Force 1), dopo aver ottenuto un terzo e un secondo posto nelle tappe precedenti, hanno conquistato la prima vittoria azzurra alla Bike Transalp, completando il percorso di 88,2 km per 2.364 metri da Mezzana a Trento in 3h32’35” e precedendo i leader della graduatoria generale, gli austriaci Hermann Pernsteiner e Daniel Geismayr di 2’41”. Ancora terzi, gli esperti tedeschi Markus Kaufmann e Jochen Käß, mentre il campione italiano marathon, Juri Ragnoli, assieme a Cristiano Salerno, ha terminato la gara in sesta posizione. Con la vittoria e dopo il ritiro forzato per infortunio della coppia formata da Alban Lakata (AUT) e Kristian Hynek (CZE) favorita della vigilia, Cattaneo e Longo nella generale assoluta sono balzati al terzo posto.

L'arrivo di Cattaneo e Longo (foto Miha Matavz/organizzatori) L’arrivo di Cattaneo e Longo (foto Miha Matavz/organizzatori)

È stata una giornata davvero eccezionale- commenta Johnny Cattaneo-. Speriamo che domani continui così. Tony sta bene e io ho reagito egregiamente alle fatiche dei primi giorni, dopo aver sofferto di problemi allo stomaco che ora sono passati. In discesa abbiamo attaccato e portato a casa la prima vittoria. Siamo molto soddisfatti.”

Nella categoria master, Andreas Laner e Massimo Debertolis sono invece ad un passo dal trionfo finale. A una sola tappa dalla conclusione, il duo trentino-altoatesino potrà aggiudicarsi la terza vittoria finale consecutiva alla BIKE Transalp. Debertolis e Laner sono stati i più veloci anche nella sesta frazione da Mezzana a Trento. Il duo della WIlier Force 2 ha completato il percorso in 3h54’51” e si è aggiudicato la sesta vittoria di fila. I secondi classificati, Federico Ramirez e Dax Jaikel (CRC), sono giunti al traguardo staccati di 6’38” e alla vigilia dell’ultima tappaaccusano un ritardo di 40’ nella classifica generale.

Domani il nostro obiettivo principale è difendere il titolo- dichiara Debertolis-. Se poi arriva anche l’en plein con la settima vittoria è tutto di guadagnato”.

Tra le donne, ancora una volta terza piazza per Lorenza Menapace e Ann Elisabeth Simpson. La vittoria è andata alle leader della classifica femminile, le tedesche Sarah Reiners e Cemile Trommer.

Gernot Mussner – Ufficio stampa