Pubblicità
Home Mtb Test Camelbak MULE Pro 14 zaino ventilato e comodo
Pubblicità

Camelbak MULE Pro 14 zaino ventilato e comodo

0
Camelbak MULE Pro 14 test - cover

Lo zaino idrico Camelbak MULE Pro 14 appartiene all’ultima linea introdotta nella primavera 2021. Incorpora la più recente innovazione del marchio leader nel settore, il nuovo pannello posteriore Air Support Pro, oltre a offrire un insieme di dettagli di design e di caratteristiche curate. Il risultato è uno zaino “all-in-one”, traspirante, affidabile e realizzato in modo sostenibile.

Camelbak MULE Pro 14 test - schienale
Schienale ventilato Air Support Pro

Camelbak MULE Pro 14: come è fatto

Il pilastro portante della gamma Pro Series è lo schienale ventilato Air Support Pro, realizzato grazie al “body mapping”, una tecnologia di mappatura che consente di evidenziare le aree del corpo a maggior traspirazione. Il pannello è contenuto in un’imbracatura in maglia 3D traspirante, che aiuta nel mantenere sempre aerata la schiena del rider. Gli zaini della Pro Series (anche HAWG Pro 20 oltre a MULE Pro 14) sono inoltre dotati di ampi spazi interni ed esterni, per organizzare il contenuto in modo intelligente e accedere all’attrezzatura con facilità, anche quando si pedala.

Camelbak MULE Pro 14 test - cinghie
Cinghie per il fissaggio esterno, ad esempio, delle ginocchiere

La cintura regolabile in vita, dotata tasche cargo, un rotolo porta attrezzi, attacchi e cinghie per il trasporto del casco e delle protezioni, e uno spazio dedicato per la batteria di riserva della eBike completano l’insieme.

Il nuovo MULE Pro 14 è realizzato in robusto nylon ripstop per assicurare la necessaria resistenza all’usura, con un’originale trama a rombi che incrementa la capacità a resistere a urti e abrasioni. Non manca una finitura idrofobica DWR e una zona inferiore in materiale ancora più robusto.

Camelbak MULE Pro 14 test - porta attrezzi
Il comodissimo rotolo porta attrezzi

Protezione spinale Impact Protector

Gli zaini Pro Series sono predisposti per accogliere il pannello CamelBak Impact Protector, un accessorio acquistabile separatamente, che offre protezione in caso di caduta: alloggiato nella tasca dedicata, tra schienale e vano per la sacca idrica, è dotato di certificazione internazionale CE1621-2 Level 2, per sopportare impatti multipli con il suo design leggero e flessibile.

Camelbak MULE Pro 14 test - Impact Protector
La protezione spinale, disponibile come accessorio, Impact Protector

Camelbak dichiara una capacità totale di 14 litri, che includono i tre occupati dalla sacca idrica Crux. Il valore reale è inferiore, e non di poco, a causa dello spazio occupato dalla sacca ma anche dalla protezione spinale. Indicativamente siamo intorno ai 10 litri reali per alloggiare il carico. In ogni caso la gestione del volume disponibile è soddisfacente a patto di non trasportare oggetti voluminosi. Abbiamo un vano principale, due tasche esterne piccole – una laterale e una superiore con rivestimento interno felpato – tutte chiuse da zip, e due tasche sulla fascia addominale, in rete e aperte.

Camelbak MULE Pro 14 test - tasca felpata
Tasca esterna superiore, con interno felpato, per riporre oggetti delicati come gli occhiali

L’interno è gestito con intelligenza: una tasca per l’eventuale alloggiamento della batteria della eMTB, e una in rete – suddivisa in due parti – per i documenti e le chiavi (con clip di sicurezza). Non manca il rotolo porta attrezzi, che segna un passo in avanti rispetto a quello che avevamo imparato a conoscere e apprezzare: la disposizione di tool e ricambi è organizzata in modo ottimale, per avere tutto in ordine e a portata di mano, quando serve. Per finire, la vestibilità è comoda e personalizzabile con facilità, agendo su spallacci ergonomici, fascia pettorale e addominale.

Il peso di Camelbak MULE Pro 14, compresa la sacca idrica Crux 3 L, è di 1,25 kg, mentre il prezzo è di 149,99 €. La protezione spinale Impact Protector pesa 220 g e costa 49,99 €.

Camelbak MULE Pro 14 test - fascia ventrale
Le due tasche laterali sulla fascia ventrale sono aperte, realizzate in rete

On The Trail

Già dalla prima uscita di prova, si nota quanto sia comodo il nuovo MULE 14 Pro. Merito soprattutto del nuovo dorso ventilato Air Support Pro, ma anche degli spallacci leggeri e traspiranti. Il fissaggio sul corpo è facile, rapido e sicuro, anche se avremmo preferito una fascia ventrale più ampia in altezza per incrementare ulteriormente la stabilità soprattutto sui fondi più sconnessi, oltre a distribuire meglio la pressione sul corpo, alzando ulteriormente l’asticella sul versante del comfort. Il tratto distintivo di questo nuovo zaino Camelbak sembra essere il mix efficace tra comodità e traspirabilità.

Purtroppo non possiamo inserire come terzo elemento la capacità di carico, sebbene l’organizzazione dello spazio sia efficace. La capienza reale è deludente, e il numero 14 del nome è una pura illusione. Usare il dorso protettivo Impact Protector peggiora la situazione, anche se noi preferiamo la sicurezza al volume disponibile. Una semplice questione di priorità.

Camelbak MULE Pro 14 test - vano interno
All’interno anche la tasca dedicata per la batteria di riserva della eBike

Riporre oggetti di volume piccolo o medio è semplice, scegliendo la tasca in base alla sua tipologia ma anche alla facilità e rapidità con cui vogliamo accedervi.

Ci soffermiamo sulla sacca idrica: Crux 3L ha trattamento antibatterico e antiodore, dispone di ampio tappo superiore per facilitarne la pulizia, e dell’innesto rapido del tubo nella zona inferiore. Il beccuccio ha sempre la levetta per la chiusura di sicurezza, con il fissaggio sul petto che ora diventa magnetico, al di sopra di quello della fascia pettorale, sempre con magnete. Una menzione la merita anche la protezione spinale opzionale, realizzata in materiali riciclati e costruzione multi strato che aumenta la flessibilità e quindi il comfort complessivo.

Camelbak MULE Pro 14 test - vista 3/4Nel complesso questo nuovo zaino idrico Camelbak MULE Pro 14 è una valida soluzione per gite di una giornata, anche e soprattutto in climi caldi, grazie al suo comfort elevato e all’elevatissima traspirabilità per la categoria, con il plus di una protezione spinale opzionale che viene facilmente integrata al suo interno, a discapito però della capacità di carico.

Info: www.camelbak.com; dsb-bonandrini.com

Nuovi zaini Pro Series da Camelbak

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità
Advertisement