Home Mtb Eventi Colombia e Messico sicure di Rio 2016

Colombia e Messico sicure di Rio 2016

0

Cota in Colombia ha richiamato tutto il meglio della Mtb d’oltreAtlantico per i Campionati Americani. Fari puntati soprattutto sulle prove Elite del cross country perché la vittoria dava il diretto accesso ai Giochi Olimpici di Rio 2016 a prescindere dal ranking Uci, che determinerà a fine maggio 2016 le quote di qualificazione. Mette al sicuro la presenza olimpica la Colombia padrona di casa grazie al portacolori della Bianchi I.Idro Drain Leonardo Paez, che però ha dovuto incassare la delusione della sconfitta per opera del brasiliano Henrique Avancini, nuovo compagno di colori di Fontana alla Cannondale che in 1h34’42” ha staccato il rivale di 57”, medaglia di bronzo per un altro colombiano,Luis Anderson Mejia Sanchez a 1’15” che ha tolto il podio a un altro biker ben conosciuto in Italia, Diego Alfonso Arias Cuervo quarto a 17” dalla medaglia. Quinto posto per il canadese Derek Zandstra a 1’49”. Settima posizione per il costaricano che corre in Italia Andrey Fonseca a 2’40” davanti al primo statunitense, Stephen Ettinger, a conferma della profonda crisi del movimento a stelle e strisce. Solo 11° il canadese Raphael Gagne che aveva impressionato nelle prime due prove dell’Us Cup. Fra le donne vittoria e qualificazione olimpica per il Messico grazie a Daniela Campuzano, prima in 1h23’07” davanti alle statunitensi Erin Huck a 58” e Chloe Woodruff a 1’47”, solo quarta Georgia Gould a 2’59”. Nelle altre categorie titoli fra gli Under 23 per il promettente statunitense Howard Grotts, unico vero emergente del movimento nazionale e per la sua connazionale Kate Courtney, fra gli juniores per il vice iridato colombiano Egan Bernal e per la statunitense Ksenia Lepikhina.

Il podio femminile dei Campionati Americani; sopra, Leonardo Paez in azione (foto organizzatori) Il podio femminile dei Campionati Americani; sopra, il podio maschile (foto organizzatori)

Nella downhill mancavano molti dei big statunitensi, ma è stata comunque issata la bandiera a stelle e strisce grazie a Neko Mulally in 1’43’851 con il colombiano Marcelo Gutierrez Villegas argento a 0”189 e il brasiliano Bernardo Neves Cruz bronzo a 1”060. In campo femminile prima la salvadoregna Mariana Salazar Palomo in 2’09”91, alle sue spalle l’ecuadoriana Diana Marggraff a 4”45 e l’argentina Camila Nogueira a 4”62. Nell’Eliminator primo posto per il brasiliano Luis Cocuzzi sul venezuelano Jonathan Mejias e il colombiano Juan José Carrero,mentre fra le donne ha prevalso la colombiana Xiomara Guerrero sull’ecuadoriana Michela Molina e la cilena Fernanda Castro.