Pubblicità

Coppa Mondo al via tra tante incognite

0

E’ finalmente arrivato il momento dell’apertura di Coppa del Mondo, com’era avvenuto nel 2011 e 2012 a Pietermaritzburg in Sud Africa, dove ormai la Mtb è di casa. Gli organizzatori hanno scelto d’invertire il normale corso delle prove, posizionando al sabato la downhill e alla domenica le gare di cross country, tutte in sequenza a distanza di due ore l’una dall’altra. L’attesa per le prove di XC è altissima anche perché sono molti a presentarsi con le carte in regola per vincere anche se sarà difficile dare scacco matto al campione del mondo Nino Schurter, lo svizzero che a Pietermaritzburg ha sempre vinto, Coppa o Mondiali che fossero. Il lavoro svolto all’Absa Cape Epic sembra poter dare i suoi frutti, ma come lui ci sono altri che si presentano in ottima forma come visto nelle ultime uscite dei vari circuiti nazionali, dal vice iridato tedesco Manuel Fumic vincitore domenica a Nalles al francese Julien Absalon che a Tesserete ha messo in fila tutti gli elvetici (Schurter escluso), poi attenzione all’onda ceka che pur priva dell’olimpionico Kuhlavy ha in Cink e la novità Skarnitzl atleti che sembrano pronti a far saltare il banco. Per l’Italia tante incognite: Fontana a Pietermaritzburg ha sempre collezionato piazzamenti e questa volta vuole qualcosa in più, Kerschbaumer si dice pronto a emozionare, sarà poi da vedere l’approccio con la massima categoria dei fratelli Braidot, portati da Pallhuber con la nazionale.

04-11 Coppa Mondo

Fra le donne la situazione è se possibile ancora più ingarbugliata, con la Bresset finora tenutasi ben nascosta, la Wloszczowska che sembra la più in forma al pari della detentrice del trofeo, la slovena Zakelj. La Lechner in Sud Africa non è mai andata molto bene e le sue condizioni di forma sono ancora in miglioramento, un piazzamento nelle prime 6-7 posizioni sarebbe già importante.

Nelle prove di downhill si profila un confronto acceso fra australiani e britannici, con il campione del mondo, il locale Greg Minnaar come terzo incomodo mentre fra le donne si rischia fortemente un podio tutto britannico. Si comincia domani alle 12:30 con la prova Junior maschile di discesa.