Pubblicità

Diventa tester Vibram 2.0

0

Vibram Sole Factor Mobile Lab; il tour del Truck Vibram diventa virtuale

Vibram Sole Factor Mobile Lab, on the road dal 2015, non si ferma, ma cambia dimensione. Il progetto dedicato alla customizzazione delle performance della scarpa, attraverso l’applicazione di una suola Vibram, diventa virtuale e annuncia tante novità per gli utenti che vorranno provare in prima persona le tecnologie Vibram e diventare dei veri tester.

Il servizio di customizzazione del Sole Factor Mobile Lab, che col suo laboratorio itinerante ha attraversato l’Italia e l’Europa in occasione di fiere, manifestazioni sportive ed eventi legati alla moda e al design, sarà da adesso accessibile via web e darà modo alle persone di provare le tecnologie Vibram sulle proprie calzature e di fornire il proprio feedback a seguito di una serie di test che metteranno alla prova le performance delle suole targate con l’ottagono giallo.

Esattamente con lo stesso meccanismo delle tappe in occasione di eventi e manifestazioni, il tour virtuale del Vibram Sole Factor Mobile Lab seguirà un calendario dove, da inizio luglio 2020, le diverse tecnologie e soluzioni Vibram avranno il loro specifico focus legato alla disciplina sportiva o alla destinazione d’utilizzo della calzatura.

Si inizierà con Vibram Litebase, la tecnologia sviluppata con l’obiettivo di ridurre il peso della suola senza intaccarne le performance, soluzione perfetta anche per chi pratica le discipline della mountain bike, che saranno il primo focus del progetto. In questa tappa virtuale, gli appassionati di downhill ed enduro che vorranno provare sulle proprie calzature la tecnologia, potranno registrarsi sulla piattaforma Tester Place e inoltrare la propria richiesta di adesione al progetto. Verranno quindi ricontattati dagli esperti del team Vibram che offriranno la loro consulenza per valutare insieme al cliente l’operazione di risuolatura. A consenso ricevuto, il team Vibram organizzerà il ritiro delle scarpe tramite corriere programmato e, una volta risuolate, provvederà alla rispedizione seguendo la medesima procedura in accordo col cliente. Una volta ricevute e testate, il consumatore sarà invitato a compilare un questionario con i propri feedback relativi alle performance della suola. A questo link la piattaforma per accedere alla richiesta di prenotazione http://vibram.testerplace.com/Home/LandingVibram.

I posti sono limitati, ma chi non riuscisse ad accedere al servizio di risuolatura, verrà comunque contattato e riceverà un buono sconto valido per la customizzazione presso una delle Sole Factor Academy e Diamonds shops presenti in tutta Europa. A tal fine, è possibile consultare l’elenco di tutti i punti vendita specializzati nella riparazione di calzature su www.vibram.com nella sezione dedicata https://eu.vibram.com/en/vibram-academy-and-diamond-stores/.

Alla prima tappa, che sarà dedicata appunto al mondo delle mountain bike con Vibram Litebase, faranno seguito quella riservata a chi pratica trail running, chi è amante dello sci e dell’alpinismo e, più in generale, alle soluzioni in abito urban per la vita di tutti i giorni. I dettagli di ogni tappa saranno resi noti sui canali social di Vibram nel corso delle prossime settimane.

Diventa tester Vibram 2.0

Vibram Sole Factor Mobile Lab, nato con lo scopo di sottolineare l’importanza della suola nella calzatura, si rivolge da sempre direttamente al cliente finale, offrendogli la possibilità di customizzare la propria scarpa in funzione di performance specifiche. Con il progetto Virtual Vibram Sole Factor Mobile Lab sarà possibile vivere la resoling experience in un modo del tutto nuovo e interattivo, “salendo virtualmente a bordo del truck” e diventando un tester Vibram 2.0.

Articolo precedenteRRD One Hour, primo giorno di Foil
Articolo successivoVonk e Iachino i vincitori della RRD One Hour Classic
Eva è nata e cresciuta a Roma, dove ha studiato giurisprudenza per capire che è una persona migliore quando non indossa un tailleur. Ha lasciato la grande città per lasciare che il vento le scompigliasse i capelli sulle montagne delle Alpi e presto ha scoperto che la sua passione per l’outdoor e scrivere di questa, poteva diventare un lavoro. Caporedattrice di 4outdoor, collabora con diverse realtà del settore outdoor. Quando ha finito di lavorare, apre la porta della baita in cui vive per sciare, correre, scalare o per andare a fare altre gratificanti attività come tirare il bastone al suo cane, andare a funghi o entrambe le cose insieme.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui