Enviro Splitboard Camp “Hug a Tree” edition

0

Ingloriousplitboarder in collaborazione con l’Associazione Ambientalista Selva Urbana propone il primo ENVIRO SPLITBOARD CAMP, un appuntamento che coniuga attività outdoor e consapevolezza ambientale.

Questa prima edizione in programma per il 14 e 15 Dicembre, denominata “Hug a Tree”, si svolgerà in val di Peio all’interno del Parco Nazionale dello Stelvio, dove i partecipanti saranno accompagnati dagli splitboarders (ingloriosi) Luca Albrisi e Luca Dalpez e dalla Guida Alpina Tiziano Canella.

Oltre a momenti in splitboard alla scoperta di luoghi incontaminati, il camp propone occasioni di approfondimento su tematiche ambientali, la proiezione di documentari e la discussione di progetti di attivismo outdoor.

Un mix tra splitboarding, consapevolezza ambientale e “punk attitude” dedicato a spiriti Inglorious.

Il camp è rivolto a rider di livello intermedio o superiore (con snowboard solido) che possiedano qualunque livello in splitboard.
Il numero massimo di partecipanti è di 15 persone.

Programma

Il programma di massima prevede:

•2 gite “enviro oriented” all’interno del Parco Nazionale dello Stelvio con Luca Albrisi, Luca Dalpez e Tiziano Canella.

•Possibilità di pernottamento in B&B convenzionato.

•Proiezione documentario  “Treeline” by Patagonia.

•Talk interattivo sulle dinamiche ambientali by Selva Urbana.

•Presentazione #TheOutdoorManifesto.

•Aperitivo/Degustazione by Birra del Bosco.

•Rock ‘n Roll dinner.

•Attrezzatura split in prestito “for free” (fino a esaurimento materiale).

Iscrizioni

Puoi iscriverti compilando questo form.

Informazioni

ingloriousplitboarders@gmail.com

Articolo precedenteKTM Macina Prowler Sonic: ammiraglia in carbonio
Articolo successivoNuovi sci Scott per il freeride
Eva è nata e cresciuta a Roma, dove ha studiato giurisprudenza per capire che è una persona migliore quando non indossa un tailleur. Ha lasciato la grande città per lasciare che il vento le scompigliasse i capelli sulle montagne delle Alpi e presto ha scoperto che la sua passione per l’outdoor e scrivere di questa, poteva diventare un lavoro. Caporedattrice di 4outdoor, collabora con diverse realtà del settore outdoor. Quando ha finito di lavorare, apre la porta della baita in cui vive per sciare, correre, scalare o per andare a fare altre gratificanti attività come tirare il bastone al suo cane, andare a funghi o entrambe le cose insieme.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui