Fox Speedframe Pro, il test del casco da trail

0
Fox Speedframe Pro - cover

Disponibile in due fasce di prezzo, il nuovo casco da mountain bike Fox Speedframe ha suscitato non poche reazioni sui social media quando è stato presentato nel mese di aprile (qui la nostra anticipazione).

Abbiamo ricevuto il modello Speedframe Pro, che si colloca ai vertici della serie, insieme al kit di abbigliamento Ranger e protezioni Launch D3O (li trovate in prova sul numero di Luglio ora in edicola), provandolo con soddisfazione negli ultimi due mesi (qui la collezione primavera/estate 2020 di Fox). Con una vestibilità comoda, un look moderno, molte opzioni colore, e contenuti tecnologici all’ultimo grido, il nuovo casco aperto Fox per utilizzo trail/enduro è stato un vero piacere da usare e recensire.

Fox Speedframe Pro - lifestyle 1

Come è fatto

La struttura di Speedframe Pro si basa su una calotta EPS a doppia densità Varizorb, che fornisce una migliore protezione contribuendo a distribuire l’impatto – ad alta e bassa velocità – su un’area più ampia. In pratica la densità e la durezza della schiuma EPS variano all’interno del casco: all’interno è meno denso del 18% rispetto all’esterno. Non solo si risparmia peso e la struttura è più conforme, ma permette di usare una calotta esterna più resistente che permette al casco di soddisfare e addirittura superare i requisiti standard del settore nei test per i modelli aperti. Un contributo importantissimo è svolto anche dal sistema di gestione delle forze rotazionali MIPS, una caratteristica aggiuntiva che riduce la probabilità di traumi cerebrali in caso di incidente (impatto importante o di una più banale caduta).

Protettivo e comodo, Speedframe Pro utilizza una fodera XT2: rimovibile e lavabile, è  antimicrobica, elimina gli odori e allontana l’umidità dalla testa. Diverse grandi feritoie di ventilazione aiutano ulteriormente a gestire il sudore e l’umidità spingendo l’aria all’esterno. Insieme alle 19 bocchette esterne, Fox ha modellato la calotta EPS con scanalature stampate, aiutando la canalizzazione efficaciente dell’aria attraverso il casco.

Uno degli aspetti più convicenti del casco è la calzata: Speedframe Pro si è rivelato uno dei più comodi provati di recente. La mia testa ha una circonferenza di circa 58 cm e ho trovato la misura media (55-59 cm) perfetta. Il sistema di ritenzione a 360 gradi presenta 28 click di regolazione per adattare e fissare facilmente il casco sulla testa, che si mantiene stabile anche sui trail più accidentati. Il campo visivo è personalizzabile con altrettanta facilità, essendo la visiera posizionabile su tre posizioni, contribuendo anche alla massima compatibilità con le maschere da MTB, facendole sfilare verso l’alto sulla parte anteriore del casco quando si pedala. Non bisogna dimenticare anche l’effetto protettivo nel confronti del sole nelle giornate più calde, tenendo la visiera in posizione completamente abbassata.

Tre sono le taglie (S, M, L) e quattro le colorazioni a catalogo – la nostra PTR, White, Black, Navy – mentre il prezzo è di 149 € di listino.

Fox Speedframe Pro - action

On The Trail

Fox afferma che questo casco aperto è adatto a un utilizzo trail/enduro, con prestazioni elevate su ogni tipo di percorso. Ovviamente per impieghi gravosi, anche in ambito agonistico nell’enduro, serve rivolgersi altrove, valutando ad esempio il modello jet Dropframe o l’integrale Proframe sempre di casa Fox. In ogni caso, se state cercando un modello a tutto tondo, più protettivo di uno da XC, Speedframe Pro è un’opzione validissima.

Le tre aperture nella parte inferiore del lato anteriore contribuiscono in modo determinante all’eccellente ventilazione, apprezzandola molto nelle calde e afose giornate estive. Infatti il flusso d’aria appena sopra le sopracciglia, aiuta non poco a ridurre il sudore sulla fronte. La parte superiore del casco appare meno capace di dissipare il calore e il sudore, avendo Fox scelto di collocare più materiale in questa zona strategica per la protezione della testa del biker.

Fox Speedframe Pro - action 2

Le imbottiture sottili sono ben distribuite all’interno della calotta, riuscendo comunque a fare un buon lavoro nell’assorbire con efficacia il sudore. La sensazione generale è di una leggera ma in ogni caso avvertibile perdita d’efficacia nella dissipazione del calore e del sudore alle andature più lente, in particolare nella zona centrale.

Sono piaciute anche le altre caratteristiche di questo casco, come la chiusura sottogola Fidlock, molto facile da usare, i cinghietti laterali non regolabili e fissati direttamente sulla calotta, e la personalizzazione della calzata 360° Fit che fa sentire il casco ben aderente e sicuro sulla testa.

Conclusioni

Se cercate un casco da trail/enduro leggero, protettivo e confortevole, questo Speedframe Pro fa al caso vostro. Con i suoi 396 g di peso (dichiarati 380 g per la taglia M), offre un look moderno e aggressivo, oltre a un’ottima copertura – su fronte, tempie, nuca – e una calzata confortevole. Caratteristiche tecniche come la costruzione in EPS a doppia densità Varizorb, la fibbia rapida Fidlock, la protezione MIPS, la fodera rimovibile XT2 aggiungono ulteriore valore al caschetto Fox.

Info: www.foxracing.it

Fox: maschere MTB per visibilità e protezione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui