Fulgur Mula nuova eMTB motorizzata Polini

0
Fulgur Mula 01

La nuova eMTB di Fulgur Cycles si chiama Mula e nasce dalla collaborazione con Polini: telaio full carbon e nuovo propulsore EP-3 MX dell’azienda di Alzano Lombardo, con 90 Nm di coppia e 250 W di potenza.

Fulgur Mula 02
Anche il carro, a quadrilatero articolato, è realizzato in carbonio

La Mula nasce dopo anni di sperimentazioni, un mezzo pensato per dare stabilità al biker e permettergli di esprimere al meglio la sua voglia di off-road. Si tratta della nuova generazione di eMTB da Enduro del marchio Fulgur Cycles, che vuole dare tutta la sicurezza e la confidenza necessarie per raggiungere la massima velocità sui trail.

Fulgur Mula 07
Sguardo sul massiccio nodo sterzo

La geometria del telaio, realizzato interamente in carbonio e in configurazione “mullet” (ruota da 29″ anteriore e 27,5″ Plus posteriore), vede un angolo sterzo da 64° che assicura la massima stabilità in ogni condizione di utilizzo. Un reach da 450 mm, unito a un carro da 460 mm a un interasse di 1.224 mm, nella taglia M, permettono una posizione in sella ottimale e un controllo totale del comportamento del mezzo.

Fulgur Mula 08
Telaio full carbon per Fulgur Mula

Il telaio full carbon, con carro a quadrilatero articolato da 160 mm di travel, è più leggero e rigido dove serve. Nel complesso Fulgur Mula è un mezzo idelale per chi vuole interpretare l’off-road a 360° (qui tutte le specifiche).

Fulgur Mula 03
Batteria integrata nel tubo obliquo

Il motore è il più recente modello EP-3 di Polini, una versione aggiornata che vede comparire la sigla MX nel nome: ancora più potente, performante e silenzioso, è studiato per eMTB e destinato a biker esigenti e affamati di coppia motore (abbiamo provato la prima versione qui). Ma non solo, è ancora più resistente agli agenti esterni, con perno centrale da 144 mm, senza variare ingombri e geometrie di supporto ai telai già sviluppati.

Fulgur Mula 04
Il comando del motore Polini EP-3 MX

La novità più apprezzata dagli eBiker è la coppia che passa da 70 a 90 Nm, alzando nettamente la spinta che il motore può offrire, soprattutto ai bassi regimi di pedalata. Questo salto in avanti consentirà di soddisfare le richieste di un mercato sempre più esigente e attento non solo alla potenza dei motori ma anche all’erogazione del supporto alla pedalata, e ai consumi delle batterie. Rimangono i 5 livelli di assitenza, con batteria integrata da 504 Wh.

Fulgur Mula è montata in tre versioni, sempre con lo stesso telaio, senza compromessi. Un Made in Italy come i partner e i testimonial del giovane marchio lombardo. I prezzi variano, secondo l’allestimento scelto, da 6.700 a 8.900 € al pubblico.

Info: Fulgur Cycles

[fonte: comunicato stampa]

Team Fulgur Factory: un’armata di talenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui