Home Windsurf Prodotti Girl Windsurf Camps by Amanda Beenen

Girl Windsurf Camps by Amanda Beenen

0

La bella e forte rider Amanda Beenen ci informa del suo prossimo girl camp che terrà dal 19 al 23 agosto a Tenerife.

Amanda Beenen

Info:
The week is for girls of all ages who want to improve their skills. To attend I want the girls to be comfortable with waterstart, planing in the footstraps and harness. We practice in a safe area of Tenerife, we will start in the bay where there are very small waves and I hope to end up at the wavespot a little further upwind called “the wall” where the waves are usually between 0.5m to 2m.

The girls will get a full organized week, we will start in the mornings at 10:00 and the day will end at 18:00. During the day they’ll be getting the chance to improve their skills on the water. We will personalize the week on their specific skills and needs! Getting trough the shorebreak, catching a wave, improving basics, making the first bottumturns or improving bottumturns, making the first jumps or maybe even the first loops? Whatever they want to learn we can do it! I speak fluent Dutch, English and German. I speak some decent Spanish so wherever the girls are from we will understand eachother 😉

August is a very wind certain period of the year and you can count on sailing everyday! But even if we get unlucky, we still have some other exciting activities! We can go do a beautiful SUP safari on the other side of the Island and find the dolphins that live here or we can go surfing in the easy beginner waves in Las Americas. So we always will have something to do!

The girls will stay all together in a very nice and cosy hostel on walking distance to the beach. There  they can enjoy a nice breakfast every morning and they will have free wifi to share all their stories with friends back home 😉

Between the sessions on the water we will have lunch in beachcafe Flashpoint! This is located exactly next to the windsurf centre.

In the centre we have all the newest gear 2013 and by that time 2014 as well. All sail sizes and all sorts of board. We will sort out exactly what kind of gear fits the person and their level. There is also a lounge area where we will do some video coaching with gopro’s to help them improve as fast as possible! Of course there will be a professional photographer during the week who will make sure you girls get some good pictures!

The costs of the week will be €650,-

for this you get:
6 night accomodation
5 days breakfast
5 days lunch
5 days windsurf gear
5 days Sup gear
5 days surfboards
no wind program
personalized teaching from 10 – 18 every windy day
Video coaching
Professional action pictures
A cool videoclip of the week

The sign up closes July 15th and there will be only 8 spots available! After singup payment details will be forwarded. A deposit of €150,- will be required at singing up, the remaining money will have to be transferred between July 7 and July 15th.

To sign up:

Fill out the following format and reply asap to:

amanda@tws-windsurf.com

Name:
Age:
Level: No ocean exp./ little ocean exp. (first steps in small waves)/ Intermediate ocean exp.(sailing regulary)
Vegetarian: y/n
Email adres:
Phone number:

Amanda Beenen
Ho sempre guardato con ammirazione ragazze di qualsiasi livello cimentarsi col windsurf e soprattutto tra le onde. Non perché una ragazza debba essere forzatamente più “debole” di un uomo, ma forse perché è affascinante vedere figure femminili cimentarsi in qualcosa di fisico, tecnico ed estremo come il wave.
Alcune immagini della giovane Amanda Beenen, che conoscerete tra poco, esprimono secondo me un senso puro di libertà. Quando navighi sei libero, senti il vento fischiare nelle orecchie, soffiare sul viso, riempirti l’animo di gioia indescrivibile. Quando non esco in mare per un po’ di tempo ciò che più mi manca del wave sono sicuramente l’adrenalina di condizioni impegnative e la sensazione profonda di felicità che mi da rimanere in mare per ore, tra le onde, con il mio windsurf ed osservare il mondo dal mare di cui per qualche istante ne faccio parte…
Auguro a tutti voi di trascorrere splendide vacanze e trovare la grinta necessaria per provare a raggiungere i vostri obiettivi windsurfistici.
A presto!

TESTO DI Valentina Crugnola FONTE Funboard magazine n° 148

board_storage_cabezo

“Ogni storia di sport nasconde un’emozione speciale. Unica capace di accendere la fantasia, dominare la scena e tratteggiare i contorni di esperienze destinate a rimanere per sempre scolpite nell’immaginario collettivo. Declinare la parola sport alla voce donna ne impreziosisce i contenuti, li rende vividi e attuali, fornisce la visione più nobile del contesto.”
(Giovanni Petrucci Presidente Coni)

Amanda per favore raccontaci un po’ di te, prima di entrare in contatto con il mondo del windsurf?
Veramente non ho avuto molto a che fare con il windsurf fino ai 16/17 anni. Prima praticavo e gareggiavo in kickboxing e Tae-kwon-do; sono sempre stata molto sportiva. Ho anche avuto per molti anni una passione esagerata per i cavalli, fino a quando ho avuto un brutto incidente con il mio cavallo. In quel momento ho smesso e ho iniziato a fare windsurf.

Come hai scoperto il windsurf?
Nel periodo in cui ho avuto l’incidente a cavallo mia madre era in viaggio in Spagna. Quando ha saputo dell’accaduto è tornata immediatamente e abbiamo deciso di andare in vacanza in Olanda in un posto dove io potevo portare anche il mio cavallo. Fu in quel momento che conobbi dei ragazzi piuttosto invasati di windsurf e in particolare modo di freestyle. Così ho provato e in pochissimo tempo me ne sono innamorata!

amanda_spray

Quando hai iniziato a fare wave?
Dopo aver a lungo frequentato i laghi alcuni amici decisero di portarmi con loro in un posto chiamato Wijk an Zee, e abbastanza radicale per il mio livello. Mi ricordo di aver trascorso molto tempo frullata dallo shore break, e nuotando dietro il materiale… Era difficile ma molto eccitante! In seguito ho trascorso il mio “internato” a Pozo Izquierdo. Lì mi sono divertita molto di più. Comunque lo spot in cui ho sicuramente imparato di più è il Sud Africa.

Com’è una tipica stagione windsurfistica in Olanda?
Mmm, generalmente cerco di evitare queste stagioni. In Olanda vuol dire muta 5/3, guanti, cappuccio e calzari. Vento e onde sono generalmente molto belli, mentre l’acqua è marrone e il cielo grigio. Ha comunque il suo fascino, ma potendo preferisco spostarmi in Africa o alle Canarie.

amanda_duckdive

Ho visto delle tue foto in evoluzioni durante tempeste di vento. Non hai mai avuto paura a eseguire rotazioni in tali bufere?
Sicuramente sono convinta che saltare abbia molto a che fare con il tuo stato mentale. Posso spesso essere nervosa prima di lanciarmi per un nuovo salto o provarne uno appena sbagliato. Penso inoltre di dover trascorrere molto più tempo allenandomi nei salti. Per questo trascorro molto tempo a Tenerife.

 

Cosa ci racconti della tua esperienza nelle competizioni?                                                                                 Quando lo scorso anno ho cominciato a seguire il Tour PWA non avevo molta esperienza alle spalle; solo una competizione locale che oltretutto fu annullata per cattive condizioni. Certamente i miei risultati non sono stati così positivi, soprattutto ero nervosissima durante tutto il periodo del Tour. Ma è stata senza dubbio una splendida esperienza e mi ha fatto capire quanto ancora io abbia da imparare. Inoltre mi sono state offerte molte opportunità che altrimenti non avrei nemmeno sognato. Sono stata invitata a molti eventi e questo farà si che io acquisti ancora più esperienza!

Pensi ancora che per una ragazza sia possibile vivere come Pro?
Bene, io credo sia molto molto difficile. Al riguardo non mi illudo minimamente. Spero solo di riuscire ancora per un po’ a vivere di questo splendido sport. Quindi certamente farò del mio meglio per raggiungere questo obiettivo.

amanda_backloop

Qual è la difficoltà maggiore per raggiungere il tuo livello?
Prima di tutto e soprattutto io sono stata l’ostacolo maggiore per me stessa! Lo scorso anno mi sono ritrovata a scoprire di essermi spinta talmente oltre da essere giunta al punto di non provare nemmeno divertimento uscendo in mare! Questo era davvero negativo! Così ho dovuto smettere di essere tanto dura con me stessa. Solo quando mi sono “fermata” stando un po’ più calma e tenendo i piedi per terra, ricominciando a divertirmi in acqua ho davvero iniziato a fare progressi e a migliorare il mio livello! Soprattutto in Africa ho fatto i progressi maggiori anche perché mi allenavo con atleti davvero bravi! Ad ogni modo ho appreso che si impara solo divertendosi e avendo cura del proprio corpo. Ora mi sto facendo seguire dal mio fisioterapista che si occupa del mio stato mentale e fisico.

La destinazione più bella surfata?
Sud Africa senza dubbio! Il Sud Africa gode di una vastissima varietà di spot, tutti abbastanza vicini a Cape Town e Table View. Quindi con ogni vento e swell c’è sempre uno spot che lavora! Può sempre essere che tra qualche anno io possa cambiare idea… ma solo dopo aver surfato ogni spot della mia lunghissima lista!

amanda_jump_north_surf

Consiglieresti il Sud Africa a principianti wave?
Beh dipende davvero molto dal livello… però se si ha almeno un po’ di esperienza in Oceano, e si desidera molto imparare tra le onde… allora direi si! Prenotate tre mesi in Sud Africa e divertitevi! Contattate qualcuno che ci sia già stato (devo dire che per voi italiani non deve essere difficile! Da novembre fino a marzo camminate con le speedos e rubate onde senza vergogna alle ragazze… sapete a cosa mi riferisco…).

Qualche consiglio a chi prova i primi Forward o Back Loop? Come superare la paura?                 Sicuramente più facile dirlo che farlo… comunque il solo modo è buttarsi! Siate entusiasti e non timorosi, cercate di coinvolgere un amico e provate a spronarvi! Allontanare la paura lo si fa solo provando e riprovando! Sono certa che una volta fatto vi domanderete di che cosa avevate paura! (Amenochè non abbiate la sfortuna di “saggiare il boma con i denti…”).

Sei stata aiutata da qualche sponsor?
Certo, e senza di loro non sarei mai andata da nessuna parte. Ringrazio F2, che mi da fantastiche tavole e KaSail che mi aiuta con vele, alberi, boma e accessori! Poi ho Roxy che mi veste benissimo! E VDLP.nl mi sta mettendo a punto un sito web strepitoso!

Qualche sogno nel cassetto?
Ne ho molti… Mi piacerebbe visitare Hawaii, Australia, Tahiti, Cile! Sicuramente mi piacerebbe ottenere anche buoni risultati nelle gare! Mi piacerebbe fare un girl windsurf film… Beh uno ad uno li realizzerò tutti prima o poi!

amanda_turn_cabezo

FAST INTERVIEW
Surf o Windsurf: Windsurf ma anche surf
Freestyle o Wave: Wave!
Mure destra o sinistra: sinistra
Tavola e vela preferita: il mio F2 Rave 70 litri. È un twinzer che rende la surfata molto facile!
Cibo preferito: italiano sicuro!
Musica preferita: Ben Howard, G. Love & Zeds dead. Ma dipende molto dal mio umore
Libro preferito: hmm “Er komt een vrouw bij de doktor” Dutch che mi ha fatto piangere molto
Film preferito: Hotel Rwanda, 500 giorni d’estate, 50 volte primo bacio, Windsurfing movie
Rider preferito: Anne-Marie Reichman, Dany Bruch
Wave spot preferito: Capepoint (SA), Elandsbay (SA), Cabezo (Tenerife)
Movimento artistico preferito: Lichtenstein
Hobby preferito: Longboard skateboarding & Windsurf

 

Articolo precedenteCorso VDWS a Porto Pollo
Articolo successivoSUP Surfing Sessions Geoff Breen 2013
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.