#hometeamhero adidas aiuta chi ci ha aiutato

0
#hometeamhero runtastic
#hometeamhero runtastic

#hometeamhero prosegue l’azione di aiuti da parte di adidas verso chi, in questi mesi terribili di pandemia COVID-19, ha messo a repentaglio la propria vita per aiutare i meno fortunati, attraverso l’ennesima lodevole iniziativa legata all’app Runtastic.

#hometeamhero aiuta gli eroi

Gli eroi sono tanti, dal personale ospedaliero ai volontari, sono loro che hanno lottato ogni giorno per la sicurezza di tutti noi!

Eroi silenziosi, di cui un giorno non ricorderemo nemmeno i nomi.

Uomini e donne che con assoluta abnegazione verso il proprio lavoro, hanno saputo stare accanto a chi ha sofferto, lavando migliaia di vite umane.

Un attaccamento al lavoro forse senza precedenti, una missione, una strada illuminata da una speranza senza confini, che i nostri eroi hanno percorso per oltre tre mesi, senza chiedere nulla in cambio.

Adesso è ora di lavorare noi per loro e adidas rinnova il proprio supporto, attraverso un’iniziativa legata alla propria piattaforma di allenamento Runtastic.

#hometeamhero dal 29 maggio al 7 giugno

Dal 29 maggio al 7 giugno, è possibile partecipare alla sfida di beneficienza dedicata a chi durante il COVID-19 ha prestato il proprio aiuto o ha lavorato in prima linea.

la mission di adidas è molto semplice: raccogliere un milione di ore di allenamento.

adidas a sua volta trasformerà ogni minuto in denaro vero e proprio, donando 1 milione di dollari al COVID-19 Fund dell’OMS.

Ogni minuto di attività fisica di ognuno di noi conterà per far salire il jackpot di #hometeamhero.

Una sfida dove non conta né il tempo, né la performance, ma semplicemente il desiderio di donare a chi ci ha protetti sino ad ora.

Un progetto che mette il brand in primo piano, e che non vuole assolutamente essere una mera operazione di marketing.

adidas da sempre molto attenta verso le problematiche sociali e di tutela dell’ambiente, dimostra anche in questa situazione, una partecipazione sentita.

Articolo precedenteLa promessa della costa est: Giovanni Cardinali
Articolo successivoIl Circolo Surf Torbole riparte dai giovani
Daniele Milano nasce una buona cinquantina di anni fa in Valle d’Aosta. Cresciuto con la montagna dentro, ha sempre vissuto la propria regione da sportivo. Lo sci alpino è stato lo sport giovanile a cui ha affiancato da adolescente l’atletica leggera. Nei primi anni 90 la passione per lo snowboard lo ha letteralmente travolto, sia come praticante che come giornalista. Coordinatore editoriale della rivista Snowboarder magazine e collaboratore per diverse testate sportive di settore ha poi seguito la direzione editoriale della testata Onboard magazine, affiancando sin dal lontano 2003 la gestione dell’Indianprk snowpark di Breuil- Cervinia. Oggi Daniele è maestro di snowboard e di telemark e dal 2015 segue 4running magazine, di cui è l’attuale direttore editoriale e responsabile per il canale web running. Corre da sempre, prima sul campo di atletica leggera vicino casa e poi tra prati e boschi della Valle d’Aosta. Dal 2005 vive un po’ a Milano con la propria famiglia, mentre in inverno si divide tra la piccola metropoli lombarda e Cervinia. “La corsa è il mio benessere interiore per stare meglio con gli altri”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui