Home Mtb Eventi Hynek torna grande a Capoliveri

Hynek torna grande a Capoliveri

0

La Capoliveri Legend Cup ha pienamente mantenuto le attese della vigilia, riportando all’Isola d’Elba i grandi campioni delle ruote grasse nel ricordo della tappa di Coppa del Mondo di oltre 25 anni fa, quando si era ancora ai primordi di questa disciplina. La prova era valida per l’Uci Marathon Series, circuito rispetto al quale la distanza era un po’ minore, 64 km per 2.300 metri,ma la gara è stata davvero combattuta dall’inizio alla fine con lo splendido duello nel finale fra due atleti poco attesi alla vigilia, il ceko Kristian Hynek che veniva dall’inattesa sconfitta ai campionati nazionali e Daniele Mensi (Soudal Parkpre), che ha confermato i grandi progressi di condizione. Alla fine 13” è stato il divario a favore del campione ceko della Topeak Ergon, con terzo posto per un Juri Ragnoli sempre in evidenza, 54” il ritardo del corridore della Scott. Fuori dal podio il colombiano Diego Alfonso Arias Cuervo (Reparto Sport Lee Cougan) a 1’03” e il campione italiano Samuele Porro (Trek Selle San Marco) a 3’06”, seguito dal campione del mondo austriaco Alban Lakata (Topeak Ergon) a 3’16” e dal russo Alexey Medvedev (Trek Selle San Marco) a 3’20”,ossia i due favoriti della vigilia. In campo femminile grande vittoria, soprattutto per la superiorità dimostrata in gara, di Annabella Stropparo (Amici di Annabella) che ha inflitto 2’27” alla campionessa italiana Valentina Frasisti (Titici Racing) e 11’27” a Mara Fumagalli (Ktm Protek Dama).

Il podio della gara elbana (foto organizzatori) Il podio della gara elbana (foto organizzatori)

SORPRESA CARGNELUTTI ALLA 53.3

Quarta edizione per la Granfondo 53.3 a Fiaschetti di Caneva, tappa del Friuli Mtb Challenge e del veneto Mtb Tour. Sui 42 km del percorso è stato Diego Cargnelutti (Wilier Force) a spuntarla con un vantaggio di 1’07” su Moreno Pellizzon (Uc Caprivesi), terza posizione per Rafael Visinelli con la nuova maglia del Bottecchia Factory Team, a 1’46”. In campo femminile Chiara Selva (Spezzotto Bike Team) non ha avuto rivali, imponendosi con un vantaggio di quasi 7 minuti e mezzo su Nicol Guidolin (Gruppo Vulkan Mtb). Terza Jonida Pullumbi Bike Team 53.3) a 42’09”.

Cargnelutti all'arrivo a Fiaschetti di Caneva (foto organizzatori) Cargnelutti all’arrivo a Fiaschetti di Caneva (foto organizzatori)

MARIUZZO SI CONFERMA A GUASTALLA

Con la 17esima edizione della Aironbike che si è corsa a Guastalla (Re), si conclude l’edizione 2016 della River Marathon Cup. Una gara quella reggiana spostata molto in avanti rispetto alla sua consuetudine e che ha visto la presenza di 320 iscritti che hanno affrontato il tracciato ridisegnato in extremis per ridurre al massimo le zone non pedalabili a causa delle ultime piogge, ma rimasto prevalentemente pianeggiante. Il successo è andato a Gianfranco Mariuzzo (ASD MTB Santa Marinella Cicli Montanini), con soli 2” su Paolo Strullato (Chero Group Team Sfrenati), terzo posto per Alessandro Venturelli (Cicli Center Modena) a 4’12”. Tra le donne vittoria di Anna Negrisoli (Emporiosport Team 2), davanti alla compagna di squadra Angela Perboni staccata di 3’31” e a Monica Stefani (Team Sculazzo Italia) a 10’11”.

Partecipazione numerosa a Guastalla (foto organizzatori) Partecipazione numerosa a Guastalla (foto organizzatori)

LE ALTRE GRANFONDO

Alla Granfondo dei Bramaterra, tappa della Coppa Piemonte su 45 km, primato per Francesco Martucci (Magicuneo) in 2h17’57” con Marco Rebagliati (Albisola Bike) a 1’17” e l’argentino Matias Armando (Silmax X-Bionic) a 1’36”. Prima donna Gaia Ravaioli (Bike Garage) che in 2h49’41” ha staccato di 2’18” Marta Pastore (Bike O’Clock) e di 21’59” Simona Mazzucotelli (Gs Massì Supermercati).

Classico appuntamento per il Circuito dei Parchi con la Boschilonga di Uboldo (Va) andata a Federico Gemme (Gemme Bike); avanti a Edoardo Beltrami e Alessandro Monetta, entrambi del Team Uslenghi, battuti in volata. Unica donna al traguardo Anna Fiorini (Equilibrio Urbano Milano).

41,3 km per la prima edizione della Granfondo del Mugello, che ha premiato Stefano Stefanini (Focus Italy) davanti a Leonardo Miniati (By Bike) e Tiziano Lori (Haibike Lawley). Podio femminile con Marilena Benevento (Ciclosovigliana), Annalisa Amerini (Tuttinbici) e Stefania Bartolozzi (Mugello Toscana Bike).

Il ritorno della Carpegna mi Basta su 42 km riporta in auge Leopoldo Rocchetti (Team Cingolani Specialized) che questa volta ha ragione del suo compagno di colori Lorenzo Pierpaoli, relegato al terzo posto a 2’24” e preceduto anche dal russo Serghey Mikhailouski (Team Mondobici Tecnoplast) a 1’18”. Fra le donne prevale Daniela Veronesi (Team Cingolani) con 32” su Daniela Stefanelli (Team Cingolani Specialized) e 4’41” su Monia Conti (Team Nob Jollywear).

Splendida edizione la prima della Fiano Gladiators Race, su 60 km per il circuito Marathon Lazio. Vittoria a Massimo Piccolo (Cicli Roma Club) in 3h00’45” con 7’24” su Alessio Cellini (Ctm Centro Dedicato al Ciclismo) e 12’51” su Leandro Rotondi (Custom4.it). Annalisa D’Eliso (Bike Store Racing Team) è la prima donna in 4h33’41”, a 17’22” Maria Pennacchetti (Due Ponti Bike Lab). Sui 40 km vittorie per Marco Lo Pinto (Drake Team Cisterna) e Nathalie Pirier (Pro Bike).

La Via dei Marsi su 42 km, tappa dell’Abruzzo Mtb Cup, va a Vittorio Oliva che in 2h03’06” precede con lo stesso tempo il compagno di colori colombiano Yamed Malaver Hilvar, terzo Alessandro Valente (d’Ascenzo Bike) a 1’23”. Donne: prima Chiara Spurio (Sc Villa S.Antonio) in 2h44’27”, a 15’55” Karin Sorgi (Avezzano Cycling Team) e a 21’03” Letizia Giardinelli (Freebike).

Vittorio Oliva al centro del podio a La Via dei Marsi (foto organizzatori) Vittorio Oliva al centro del podio a La Via dei Marsi (foto organizzatori)

Tappa del Giro di Campania a Roccamonfina (Ce) per la Granfondo Bicincanto nel Vulcano di 42 km, andata a Giovanni Pensiero (Nw Sport Cicli Conte) che in 2h02’58” ha regolato Vincenzo Della Rocca (Cubulteria Bike) per 27” e Luigi Ferritto (Team Giannini) per 1’22”. Gara solitaria fra le donne per Teresa Mastroianni (Cicloo Bike Team).

Nella Marathon di Altamura, tappa dell’Ironbike su 61 km primato per Angelo Bonaventura Degioia (Cyclon-store.it) che in 2h19’55” ha lasciato a 1’09” Luigi Carrer (Team Eurobike) e a 2’30” il compagno di colori Andrea Delli Noci. Primato al femminile per Patrizia Tropiano (Nrg Bike) che in 3h01’31” ha prevalso su Patrizia Bitetti (Team Murgia Bike) per 9’45” e Anna Paola Rella (Magna Rota) per 17’16”.

Alla Granfondo dei Colli Eolici di Mineo (Ct) su 44 km prima piazza per Paolo Calabrese (Team Biike Noto) che in 2h10’27” ha preceduto Alberto Giacoppo (Team Bike Genesi) di 4’45” e Giovanni Prosperino (Sparkle) di 7’27”. Le donne gareggiavano su 29,5 km: prima posizione per Gesualda Sinardo (Bikalat Caltagirone) in 1h54’54” davanti a Michela Mansueto (Nonsolobike) a 24’41” e Ivana Stracquadanio (Nonsolobike) a 25’05”.

Altra gara siciliana la Granfondo di Santa Ninfa, su 47 km dove a prevalere è stato Francesco Terranova (Asd Baaria) in 2h26’00” con 3’10” su Ignazio Gnocchi (Eurobici Racing Team) e 3’11” su Filippo Amato (Gs Cosentino). Donne impegnate su 20,8 km, qui ha vinto Beatrice Cardella (Ciclotour Bicitalia) in 1h36’17”, a 15’19” Maria Badalamenti (Gs Eleutero Misilmeri) e a 17’21” Maria De Franchis (Ciclotour Bicitalia).

In conclusione una classica sarda, la Marathon Visionottica a Villacidro (Vs) su 60,5 km dove si conferma il grande momento di Alessandro Salis (Cycling Team Gallura) che in 3h07’19” stacca di 2’42” Antonio Marongiu (Techno Bike) e di 3’00” Andrea Pillai (2000 Ricambi). Prima donna la tedesca trapiantata in Sardegna Andrea Marion Roeckl (Bike World Team) in 4h37’21”.