Il video della RRD One Hour Classic

0

Al Circolo Surf Torbole raduno FIV iQFoil (nuova classe olimpica Parigi) dal 7 al 9 agosto; tra fine agosto e i primi di settembre gli appuntamenti clou giovanili per la Federazione Italiana Vela: Campionato Italiano Giovanile e Coppa Primavela-del Presidente per le tavole Techno 293

Nago-Torbole (TN) – Uscito il video finale che riassume i momenti più emozionanti in acqua e a terra della RRD One Hour Classic 2020, la storica regata ideata e organizzata dal Circolo Surf Torbole in collaborazione con l’Associazione Italiana Classi Windsurf disputata a fine luglio; una gara dall’originale formula, che con una partenza a coniglio con gommone, prevede di realizzare in un’ora il numero massimo di giri tra una sponda e l’altra del Garda Trentino (est/ovest). Quest’anno i due punti attorno cui la flotta ha strambato per un’ora, per la prima volta sono stati rappresentati dalle boe elettriche, disponibili grazie al nuovo Consorzio Garda Trentino Vela -e posizionate nel punto GPS registrato lo scorso anno, garantendo così il percorso assolutamente fedele alle precedenti edizioni.

Anche se Il vento non è stato così forte da abbattere nuovamente il record (che detiene dal 2018 Bruno Martini), è stata una bella edizione in un anno in cui gli sport all’aria aperta e dal forte senso di libertà hanno avuto un grande ritorno di interesse. E’ stata una One Hour ancora una volta molto sentita per il ricordo di Alberto Menegatti, mancato 5 anni fa: la regata slalom di domenica è stata seguita in diretta dal gommone stampa dalla mamma di Alberto, indimenticato atleta del Circolo Surf Torbole, a cui la regata è dedicata con il Trofeo Challenge assegnato dalla famiglia al vincitore assoluto slalom. Un modo per vivere insieme le emozioni che Alberto provava grazie al windsurf e faceva vivere ai suoi fans; per alcuni è stato anche un esempio per intraprendere la strada di atleta professionista. Apprezzata e sempre suggestiva per il panorama unico, la cena di gala organizzata sul prato del circolo, fronte lago: un must per i grandi appuntamenti organizzati al Circolo Surf Torbole, che fa sempre godere di un panorama unico sul lago di Garda che si può ammirare verso sud. Un cocktail di sport e momenti di condivisione che fanno della One Hour una manifestazione imperdibile.

Matteo Iachino, Francesco Scagliola e Anna Biagiolini i vincitori della One Hour Classic Slalom, rispettivamente assoluto, under 20 e femminile, mentre l’olandese Vonk, Nicolò Renna e la spagnola Blanca Alabau gli atleti che hanno conquistato il gradino più alto del podio nelle rispettive categorie senior, under 20 e femminile nella disciplina Foil.

Uno degli elementi più importanti dell’edizione 2020 sicuramente la presenza di Campioni di Coppa del Mondo pro come Matteo Iachino e Bjorn Dunkerbeck, oltre agli atleti locali di punta portacolori del Circolo Surf Torbole Nicolò, Sofia Renna tra i giovanissimi e Bruno Martini, insieme a tanti appassionati; e finalmente una buona partecipazione di giovani, che si avvicinano al foil con ancora maggiore entusiasmo. Foil che sarà protagonista al Circolo Surf Torbole dal 7 al 9 agosto in occasione di uno stage di allenamento promosso dalla FIV Federazione Italiana Vela per la futura classe olimpica iQFoil (Parigi).

Tra fine agosto e inizio settembre sarà ancora la Federazione Italiana Vela protagonista nel promuovere gli eventi clou dell’attività giovanile nazionale dedicati al windsurf: sul Garda Trentino e al Circolo Surf Torbole in particolare sono in programma infatti il Campionato Italiano Giovanile under 16 e la Coppa Primavela e Coppa del Presidente (9-11 anni), che al Circolo Surf Torbole assegneranno il titolo tricolore sulle tavole Techno 293.

Classifica foil: https://circolosurftorbole.com/wp-content/uploads/2020/04/CLASSIFICA-FINALE-FOIL.pdf

Classifica Slalom: https://circolosurftorbole.com/wp-content/uploads/2020/04/CLASSIFICA-SLALOM-FINALok.pdf

photo credit: ANDREA MOCHEN

Articolo precedenteFulgur Roccia Limited enduro pronto gara
Articolo successivoSchwalbe Super: 5 carcasse a prova di off-road
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui