Pubblicità
Home Running Personaggi Jessica Pardin, atleta del Team La Sportiva

Jessica Pardin, atleta del Team La Sportiva

In occasione del Vertical Finestra di Cignana, Tatiana Locatelli ha intervistato Jessica Pardin, atleta francese del Team La Sportiva, dominatrice dell’evento

0
la sportiva

 

Dal numero #04 di 4running a cura di Tatiana Locatelli  |  foto: Bruno Lavit 

 

Quattro chiacchiere con Jessica Pardin del Team de La Sportiva in occasione Vertical Finestra di Cignana.

 

Chi è Jessica Pardin del Team francesce de La Sportiva?

Ho 33 anni, vivo in Savoia (Francia) e oramai da quasi 4 anni faccio parte del Team La Sportiva. Sono mamma di due bambine di 7 e 9 anni, e sono un’ostetrica!

 

Come ti sei avvicinata al mondo vertical?

Sono sempre molto oberata dagli impegni famigliari e di lavoro, e mi piace molto la fatica della salita: brevissima ma molto violenta! E così nel 2018 ho voluto provare il circuito della KV World Cup. Era la prima volta che facevo gare internazionali, ed è andata davvero bene!

 

la sportiva jessica pardin

 

Come riesci a conciliare il lavoro, l’essere mamma ed essere un’esponente del Team La Sportiva?

È tutto molto difficile! Abbiamo una buona organizzazione familiare, e per fortuna mio marito e le mie figlie mi supportano e capiscono la mia passione! La priorità è sempre la mia famiglia, poi ci sono le gare! Ho una vita frenetica, non mi annoio mai, anche se so che per essere competitiva a livello internazionale contro atlete professioniste devo essere rigorosa. Ad esempio riuscire a riprendermi al meglio dagli allenamenti e recuperare.

Parlaci del Vertical Cignana. Come hai trovato percorso e organizzazione? Ci sono cose che miglioreresti?

È stato davvero fantastico e molto bello! Sono stata accolta molta bene da Mattia (De Guio, ndr) e dal suo team e, nonostante il contesto Covid dell’ultimo anno, ho trovato ad attendermi una squadra molto calorosa, li ringrazio ancora tutti! La gara mi è piaciuta davvero molto: un percorso vario, con una consistente parte in cui devi correre alla fine. Non mi aspettavo così tanto! Mi è piaciuta molto la sezione in cui esci dalla foresta e attraversi il villaggio e le sue rovine. Quello che mi rimarrà impresso di questa gara è la vista del lago al traguardo. Quando giri la testa dopo tutta la fatica fatta e vedi il lago dai colori stupendi con tutte le montagne attorno: mi sono innamorata di questo posto!

 

la sportiva

 

Come ti sei trovata nella Valtournenche? Cosa ti è piaciuto e cosa ti è rimasto nel cuore? Pensi di tornarci? 

Mi è piaciuto tutto! Purtroppo a causa del Covid non abbiamo portato le nostre figlie, ma torneremo con loro al più presto perché la valle è magnifica! La gioia di aver vinto contribuisce a un soggiorno meraviglioso, ma anche l’escursione che abbiamo affrontato il giorno dopo ai piedi del Cervino. Correre sulla neve in uno scenario da sogno con gli stambecchi accanto è stato magico e rigenerante!

 

Cosa cerchi nei luoghi che visiti? 

In verità, ormai da qualche anno, scelgo le destinazioni in base alle gare. Cerchiamo sempre di organizzare una breve vacanza nei luoghi delle competizioni e rimanere qualche giorno in più. E quando le location sono Limone sul Garda, le Dolomiti, Lugano… vi assicuro che nessuno in famiglia mi dice di no!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità
Advertisement