Home Mtb Eventi La prima del Superenduro 2016 vede trionfare Milivinti e Marcellini
Pubblicità

La prima del Superenduro 2016 vede trionfare Milivinti e Marcellini

0

La tappa toscana del circuito nazionale Superenduro powered by SRAM conferma il grande valore della manifestazione, una competizione dall’alto profilo agonistico con i migliori atleti nazionali e internazionali in gara. Il Superenduro torna ad essere un momento di condivisione della passione per la mountain bike aperta a tutti e vissuta in un contesto incredibile come quello della Maremma.

Superenduro Massa Marittima - Marco Milivinti Superenduro Massa Marittima – Marco Milivinti

Si è svolta con successo la tappa di apertura del Circuito Nazionale Superenduro powered by SRAM 2016 a Massa Marittima. A portare a casa i primi importanti punti di stagione sono stati il valtellinese Marco Milivinti (Gb Rifar Team Mondraker) vincitore della assoluta maschile con il tempo complessivo di 22’10″41 e l’emiliana Alia Marcellini (Team Cingolani Trek) vincitrice di quella femminile con il tempo di 26’36″81.

Dopo lo stop del 2015, per il Superenduro questo di Massa Marittima è stato un grande ritorno nel panorama della gare di enduro. È un evento che verrà ricordato come uno tra i migliori di sempre e l’organizzazione non si poteva immaginare ripartenza migliore con una location mozzafiato come Massa Marittima ad accogliere gli oltre 400 iscritti da ben 12 nazioni.

Superenduro Massa Marittima - Alia Marcellini Superenduro Massa Marittima – Alia Marcellini

Marco e Alia, infatti, hanno dovuto lottare contro un nutrito gruppo di avversari, tra cui i più forti specialisti nazionali e diversi veloci piloti stranieri tutti pronti a trarre vantaggio da ogni loro minimo errore.
A soli 6″ dietro Marco chiude un sempre più convincente Denny Lupato (Team Cingolani Trek), appena rientrato da un intervento alla spalla, ma che riesce a mettere le sue ruote avanti a Marco in ben 2 prove speciali su sei, la 4 e la 6. Terzo chiude il veloce Vittorio Gambirasio (Team Redbike Officine), che ha sempre contenuto il distacco con in suoi avversari, patendo forse troppo la prima speciale, ma comunque accumulando un ritardo dal primo di soli 16″. Bella anche la lotta per il quanto posto tra l’italiano Alex Lupato (Team Cingolani Trek) e lo svizzero Gustav Wildhaber (Cube Action Team) rispettivamente quarto e quinto separati solo da 39 decimi dopo oltre 22 minuti di gara, un soffio.

Nelle donne la gara è stata se possibile ancora più avvincente, con 25 atlete iscritte, altro bel risultato di questa prima edizione. Sui sentieri Alia ha lottato a stretto contatto con due avversarie temibili, l’altoatesina Anna Oberparleiter (team Lapierre Trentino Alè) seconda a 11″ e la svedese Louise Paulin (Team Airoh ION Santacruz) terza a 18 secondi. Molto buona anche la prestazione di Sara De Leo (team Ancillotti) quarta a 22″.

Superenduro Massa Marittima - Denny Lupato Superenduro Massa Marittima – Denny Lupato

Altro grande primato di questa edizione a Massa Marittima è stata certamente l’introduzione della categoria E-bike a pedalata assistita, vinta da Giorgio Righi (team Bad Skull) e presentata alla stampa locale durante la conferenza di sabato. Una formula ancora da capire e scoprire sempre più, ma che regalerà grandi soddisfazioni e soprattutto permetterà alla disciplina enduro e alle località che abbracceranno questo tipo di ciclismo di allargare il proprio bacino di utenza e pubblico.

Superenduro Massa Marittima - categoria eBike Superenduro Massa Marittima – categoria eBike

“I grandi successi si ottengono solo con il lavoro di squadra e il feeling e il rapporto che in questi mesi di lavoro pre-evento è nato con la crew di The Trail Brothers e Massa Vecchia Bike Hotel ha dell’incredibile” dichiara al termine dell’evento Enrico Guala di Superenduro “dietro il successo di un gara c’è molto più di un investimento di denaro e di tempo, c’è innanzitutto una visione d’insieme e degli obbiettivi comuni che si vogliono raggiungere. Questo è successo qui a Massa Marittima e il risultato è sotto gli occhi di tutti ed è una vera bomba.”

Superenduro Massa Marittima - la crew Superenduro Massa Marittima – la crew

L’invito è quindi quello di venire a provare alcuni tra i migliori sentieri d’Italia proprio qui a Massa Marittima e naturalmente di seguirci durante i nostri prossimi appuntamenti di calendario con Varazze in Liguria l’8 Maggio, Canazei in Trentino il 26 Giugno e Santa Caterina Valfurva in Lombardia il 31 Luglio.

Superenduro Massa Marittima - l'area paddock Superenduro Massa Marittima – l’area paddock

Qui i risultati completi.

Foto: Francesco Bartoli Avveduti/superenduromtb.com

[fonte: comunicato stampa]

Pubblicità