La settimana delle corse a tappe

0

Il weekend di Pasqua per le ruote grasse è tradizionalmente legato a una serie di importanti prove a tappe, che per molti big sono test in vista dei grandi impegni della primavera e molti italiani sono soliti sfruttare queste occasioni per verificare il proprio stato di forma. E’ il caso di Johnny Cattaneo e Tony Longo, tornati alla Vuelta a Ibiza con il proposito di migliorare la seconda piazza dello scorso anno e la prima delle tre tappe sembrava instradare la coppia della Wilier Force verso un destino favorevole, ma nella seconda il portoghese Luis Leao Pinto e il danese Soren Nissen hanno fatto la differenza, difendendosi agevolmente nell’ultima per chiudere con 4’29” sui due azzurri, terzo posto per gli spagnoli dell’Mmr Factory Racing Pablo Rodriguez Guede e David Valero Serrano, a 7’45”, le cui compagne di squadra Aida Nuno Palacio e Mercé Pacios Pujado si sono aggiudicate la prova femminile con 11’49” sull’Olympia delle altre iberiche Sandra Santanyes Murillo, reduce dalla vittoria alla Roc Laissagais della settimana scorsa e Mayalen Noriega, terze le italiane Nadia Pasqualini e Sara D’Angelo a 1h13’27”.

Pinto e Nissen primi a Ibiza (foto organizzatori)

Gara a tappe iberica di 3 giorni è anche la Volcat BTT, su 178 km, dove si è registrato il dominio del team abruzzese Dmt Racing. Nelle prime due tappe il neoacquisto ceko Jiri Novak sembrava aver messo una seria ipoteca sulla conquista del trofeo, ma nell’ultima tappa una foratura lo ha fermato per lunghi minuti, spianando la strada verso il successo, il quarto della sua carriera nella gara spagnola, al compagno di colori Tiago Ferreira, il portoghese campione del mondo Marathon che ha preceduto il tedesco Ben Zwiehoff (Bergamont Factory Team) di 1’34” e lo stesso Novak di 2’26”. Anche qui erano presenti italiani ed era molto attesa la prova dei fratelli Braidot (Carabinieri Olympia) con Luca appena rientrato alle gare dopo la frattura alla clavicola. I due hanno dato segnali confortanti, finendo sul podio nella prima tappa con Luca che ha chiuso 6° a 6’15” davanti al compagno di colori Mirko Tabacchi a 8’06”, 13° Daniele Braidot a 19’25”. Fra le donne prima la spagnola Claudia Galicia Cotrina con 12’46” sulla svizzera Katja Montani e 14’51” sulla connazionale Anna Ramirez Bauxel.

Il lungo serpentone della Volcat Btt (foto organizzatori)

Il Portugal Mtb è considerato una delle gare più lunghe del calendario europeo delle stage race. Nell’arco della settimana di prove i migliori sono stati l’olandese Hans Becking e il belga Joris Massaer che hanno lasciato a 2’57” gli specialisti delle Marathon Steffen Thum (Ger) e Remi Laffont (Fra), mentre terzi sono giunti i locali Ricardo Marinheiro e Gonçalo Amado a 9’51”. Vittoria estone fra le donne con Greete Steinburg e Maaris Meier davanti alla portoghese Celina Carpinteiro accoppiata alla britannica Charlotte Davies a 15’43”, terze le lusitane Sheila Marques e Raquel Santos a 2h05’06”.

DOMINIO AZZURRO IN SLOVENIA

Italiani protagonisti assoluti a Pasquetta in Slovenia, a Vrtojba per la SloXCup che ha visto il successo di Nadir Colledani (Torpado Gabogas) in 1h27’49”, stesso tempo del compagno di colori Gerhard Kerschbaumer, terzo Michele Casagrande (Team Damil.Gt Trevisan) a 1’06”, poi ancora Torpado Gabogas con Maximilian Vieider a 2’36”, quinto Daniele Braidot a 3’22”. Fra le donne terza Serena Calvetti a 4’19” dalla vincitrice,l’ucraina Jana Belomoyna che ha preceduto di 54” la padrona di casa Tanja Zakelj.

Lo sprint di Colledani su Kerschbaumer (foto organizzatori)

In Rep.Ceka la prima tappa della Czech Strabag Mtb Cup a Kutna Hora ha premiato Jan Skarnitzl in 1h35’33” con 10” su Matous Ulman, terzo il polacco Marek Konwa a 15”. 12esima piazza per Lorenzo Samparisi a 6’02”. Alla polacca Aleksandra Podgorska la gara femminile in 1h26’31”, a 38” la slovacca Janka Keseg Stevkova e a 1’38” la ceka Karla Stepanova. Seconda tappa della Coupe de France a St.Poupon con successo per Jordan Sarrou in 1h32’12” e 2’35” di vantaggio sul canadese Leandre Bouchard, terzo Thomas Bonner a 3’09”. In campo femminile prima Lena Gerault in 1h27’22” su Estelle Boudot, a 47” e Margot Moschetti a 1’03”.In Olanda la Paasbike di Nieuwkuijk ha premiato il belga Bart de Vocht in 1h27’25” su Michiel Van Der Heijden a 4” e Milan Vader a 9”. Gara donne ad Anne Terpstra in 1h21’30”, a 4’08” Denise Betsema e a 5’18” Kiki Van Asselt.