La stagione del Coronavirus

0
Kate Courtney - Rising
Kate Courtney si allena sui rulli

Per molti versi siamo ancora nel campo delle ipotesi, c’è però un aspetto su cui si può essere concordi, per l’agonismo sarà un anno particolare e di difficile interpretazione. Che stagione sarà?

Dalla parte dei preparatori

Se guardiamo la vicenda dal lato dell’allenamento e della preparazione alle gare, è chiaro che ogni piano è saltato, sia per l’impossibilità di esercitarsi sia perché senza un calendario è difficile prepararsi in modo appropriato. Quindi attendiamoci una stagione difficile e con prestazioni che potranno essere altalenanti.

Zwift Off-Road
Rulli Smart e Zwift dedicato all’off-road, la nuova frontiera dell’allenamento ai tempi del Coronavirus?

Per chi deve immagine un piano di lavoro, questo periodo è una nuova sfida, bisogna inventarsi strumenti che permettano ai biker di mantenere un buon grado di forma, senza incidere troppo sulla psiche, non potendo uscire e tenendo conto di una stagione che potrà essere molto lunga. Personalmente sto consigliando ai miei atleti sedute indoor che prevedano nello stesso allenamento l’alternanza di momenti sui rulli con altri di preatletismo; per cercare di dare dinamicità al lavoro e combattere la ripetitività e la noia. Inoltre, ritengo sia importante avere un maggiore contatto con loro, per sapere se va tutto bene, sia a livello di salute che di motivazioni; in modo da poter modificare le proposte cercando di dare nuovi stimoli che aiutino a trovare la motivazione. Il tutto aspettando di sapere come riprendere la vera attività e quanto sarà lunga la nuova stagione. Perché un altro aspetto da tenere in conto, è che i ragazzi in questo periodo stavano iniziando i lavori di rifinitura, per velocizzare e incominciare a trovare il ritmo gara. Alcuni erano già pronti per le prime tappe dell’Enduro Word Series, quindi si era già avanti nella preparazione. Inoltre, i piani erano impostati sapendo inizio e fine della stagione.

Balzo pliometrico
Balzo pliometrico, un modo per tenere allenate forza e potenza indoor

Ora questo stop mischia le carte, perché non si conosce la durata delle restrizioni, quando inizieranno le gare e fino a quando si correrà. Già adesso sappiamo che le ultime tappe dell’EWS saranno a novembre, e la tappa di Pietra Ligure del Superenduro a ottobre. Quindi in pieno periodo di off-season. Questo sarà un elemento da tenere in considerazione, perché i ragazzi hanno incominciato la preparazione di avvicinamento a questa stagione a novembre e finiranno le gare 12 mesi dopo, un periodo molto lungo. Inoltre, anche mentalmente l’autunno è dedicato allo svago, i ritmi cambiano e così pure le attività, trovarsi in piena stagione sarà più difficile. Questa considerazione fa comprendere quanto sarà delicata la gestione degli atleti ma fa capire anche quanto sia poco utile anche ai fini prestazionali allenarsi molto in questo periodo.

Quindi ripetendo un mantra ormai conosciuto #iostacasa.

Team Benozzi-Fullout - atleti
Matteo Saccon e Mirco Vendemmia, gli atleti del team Benozzi-Fullout

I team

Ma le difficoltà non saranno solo dei singoli atleti, anche le squadre dovranno riorganizzarsi. È probabile che alcuni sponsor si trovino in crisi e quindi impossibilitati a garantire il sostegno economico pattuito. I cambiamenti di programma impongono di rivedere l’organizzazione di molti aspetti, dai progetti promozionali come video e shooting fotografici, alle partecipazioni delle manifestazioni. I team più strutturati avevano già prenotato alberghi e alloggi per le gare, ora si tratta di sospendere tutto, compresi i voli aerei per le trasferte più lunghe.

Guardando più in là, anche i piani per il 2021 saranno da rivedere. Per una squadra piccola come la nostra (Fulgur Factory, ndr) solitamente si incominciava a pianificare la stagione successiva a giungo; sulla base de risultati, della risposta del mercato alle proprie iniziative e delle dinamiche di partnership con altri marchi. partendo da queste considerazioni si prendevano i contatti con gli atleti e con gli sponsor.

Quest’anno nella migliore delle ipotesi a giugno si saranno fate due gare, con risultati che potrebbero essere anche dettati più dal rispetto delle norme sul #iostoacasa che dal reale stato di forma dei singoli, inoltre allungandosi il tempo sarà più difficile fare delle previsioni il più possibili oggettive.

Matteo Raimondi con Specialized Italia e il Team Locca
Matteo Raimondi con Specialized Italia e il Team Locca

Gli atleti

Per loro la situazione è forse più difficile. Erano orma caldi e pronti a partire, la voglia di sapere se il lavoro svolto avrebbe dato i frutti sperati era al massimo; l’adrenalina che si respira durante le gare iniziava a circolare nelle vene; quindi fermarsi è stato più difficile. Inoltre, le problematiche descritte per i gruppi sportivi sono ancora più evidenti viste dal punto di vista dell’atleta.

Per i più giovani i risultati sono importanti per mettersi in luce e trovare così una collocazione o una conferma per la stagione successiva. Pensiamo a un Under 21 all’ultimo anno in questa categoria nell’EWS. Questa per lui è la stagione dove raccogliere ottimi risultati che potranno dargli l’opportunità di proseguire in una direzione positiva. Stesso discorso per gli Junior secondo anno, che l’anno prossimo si troveranno a competere nelle categorie Elite. Arrivarci dopo una stagione di successi può dare morale negli anni di apprendistato che dovrà necessariamente fare nella massima categoria.

Quindi per tutti sarà una stagione complicata, che seguiremo e racconteremo da vicino… quando inizierà!

Testo: Marco Tagliaferri
Foto: Specialized, Red Bull Content Pool, TacX, Alessandro Avondo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui