Home Mtb Eventi Manca poco alla World Cup in Val di Sole

Manca poco alla World Cup in Val di Sole

0

Il countdown per il gran finale della World Cup UCI presented by Shimano 2015 è ormai iniziato. Mancano pochi giorni al via della manifestazione più attesa della stagione di mountain bike e Trentino e la Val di Sole sono pronti per accogliere i grandi protagonisti del XCO, della DH e del 4x internazionale, assieme naturalmente alle migliaia di appassionati che accorreranno per assistere a questa incredibile finale della Coppa del Mondo 2015.
Il periodo è uno dei più caldi dell’anno per la valle, il mese di agosto infatti vede un’altissima presenza di turisti in villeggiatura e questo fa salire alle stelle le aspettative dei visitatori che il Comitato Organizzatore stima in oltre 20.000 persone.

[La video preview della pista DH con il campione italiano Elite Alan Beggin]

L’evoluzione dei tracciati in Val di Sole
L’organizzazione ha puntato proprio sul pubblico e alla sua vicinanza all’azione per apportare importanti cambiamenti ai tracciati di XCO e DH. Infatti, una sempre maggiore porzione dei percorsi sarà visibile dal parterre di arrivo, dove verranno anche installati una grande tribuna e un maxischermo per seguire l’azione live. Inoltre è stato scelto accuratamente il posizionamento delle postazioni camera di Red Bull Media House, per migliorare lo show proposto e non perdere nemmeno uno dei passaggi più spettacolari.
Scambi di posizione, tempi sul giro, cadute, sorpassi… gente, portatevi ombrellino da sole, birra alla mano e siate pronti, quest’anno la Val di Sole vi porterà proprio dentro la gara.

Il presidente del Comitato Organizzatore Aldo Bordati dichiara: «Le discipline si evolvono, così la preparazione degli atleti e l’efficienza dei mezzi a loro disposizione. A questo deve necessariamente seguire un aggiornamento anche tecnico dei tracciati di gara».
Ecco che la leggendaria Black Snake si rinnova, pur mantenendo inalterate le proprie caratteristiche uniche che tutti conoscono: diventa più lunga (2.20 0m di lunghezza; 520 m di dislivello), veloce e scorrevole. Invece il tracciato di XCO si arricchisce con nuovi ostacoli sempre più spettacolari: sassi, radici, appoggi naturali e sinuosi single track appositamente realizzati per queste finali.

Ma lo show e la trepidazione non saranno unicamente sotto la luce del sole. Ad illuminare il grande rientro in casa UCI del Campionato del Mondo 4x ci saranno i potenti fari dell’impianto di illuminazione del tracciato. L’unico percorso di 4x al mondo che permette lo svolgimento della gara in notturna con finale prevista per sabato sera alle 20:45. Ben 600 metri (altro primato mondiale) di salti, doppi, vigorose spallate in piena parabolica e pura velocità.

Una finale ancora tutta da giocare
Con l’evento in Val di Sole, il Trentino e l’Italia saranno nuovamente protagonisti nel panorama mondiale della mountain bike, con una finale che ha nelle discipline in programma moltissime sfide aperte ancora tutte da giocare.

Nel XCO maschile sono lo svizzero Nino Schurter (1.100 punti), attualmente leader in classifica dopo le ultime due vittorie oltreoceano, e l’eterno rivale francese Julien Absalon (910 punti) a giocarsi il gradino più alto del podio. Un minimo errore può costare caro e per questi due fuoriclasse, l’obbiettivo è vincere. Terzo, ma ormai fuori dalla lotta, un rider molto caro alla Val di Sole, il ceco Jaroslav Kulhavy (782 punti) che sarà anche special guest di una simpatica pedalata (per lui certamente di defaticamento) in compagnia di un ristretto numero di giornalisti il lunedì successivo la manifestazione. Ma nemmeno la terza posizione è certa, Kulhavy infatti deve guardarsi le spalle da ben due inseguitori vicinissimi, attualmente quarti e quinti in classifica. Si tratta degli svizzeri Mathias Fluckiger e Florian Vogel.
Per quanto riguarda l’XCO femminile il dominio dell’elvetica Jolanda Neff resta immutato, il secondo posto all’ultima gara a Windham (USA) l’ha portata a 1.100 punti in classifica staccando la inossidabile Gunn-Rita Dahle Flesiaa di 190 punti. La canadese Catharine Pendrel potrebbe impensierire le prime due con i suoi 726 punti ma è ancora tutto da vedere. Di sicuro la francese Pauline Ferrand Prevot, vincitrice a Windham, farà di tutto per conquistare ancora il podio, essendo sesta a 570 punti.

P-20150803-00019_News Schurter e l’eterno rivale Absalon – foto: Red Bull Content Pool
Pauline Ferrand-Prevot, vincitrice a Windham - foto: Red Bull Content Pool Pauline Ferrand-Prevot, vincitrice a Windham – foto: Red Bull Content Pool

Nella DH femminile un solo nome ha cinque vittorie su sei gare disputate: Rachel Atherton. Dominio assoluto della inglese che matematicamente è già Campionessa di Coppa del Mondo 2015. La sfida sarà quindi per la lotta al secondo posto, attualmente occupato dall’altra inglese Manon Carpenter, (899 punti) detentrice della maglia iridata, e Tahnee Seagrave, terza con 836 punti, anch’essa anglosassone e autrice di un notevole miglioramento in quest’anno. La francese Emmeline Ragot purtroppo è fuori dai giochi per un doppio infortunio al braccio e al piede accadutole in Canada, quindi l’australiana Tracey Hannah (attualmente quinta a 777 punti) tenterà il tutto per tutto per salire sul podio.

Rachel Atherton senza rivali quest'anno - foto: Red Bull Content Pool Rachel Atherton senza rivali quest’anno – foto: Red Bull Content Pool
Aaron Gwin in stato di grazia a Windham - foto: Red Bull Content Pool Aaron Gwin in stato di grazia a Windham – foto: Red Bull Content Pool

DH maschile: è qui che le il gioco si fa duro e sicuramente di “duri” ce n’è in abbondanza nelle prime cinque posizioni. Un nome su tutti: Aaron Gwin. Con 1.089 punti, l’americano – già due volte Campione di Coppa e vincitore in Val di Sole nel 2011 e nel 2012 – ha rivelato che la pista di Commezzadura è una delle sue favorite. Vedremo se con le modifiche apportate sarà ancora di suo gradimento e gli permetterà di ripetere i successi ottenuti, anche se sicuramente il sudafricano Greg Minnaar (secondo a 954 punti), l’uomo con più vittorie in assoluto nella storia della downhill, vorrà salire a 19 trionfi in carriera. Al terzo posto uno dei rider che più meriterebbe una vittoria quest’anno, spesso vittima di cadute o rotture nei momenti clou delle sue run: il francese Loic Bruni, 869 punti e ancora all’inseguimento del suo primo sigillo in Coppa. Anche Troy Brosnan non è da sottovalutare, il leggero rider australiano ha già fatto vedere di cosa può essere capace sul tecnico con la vittoria a Fort William lo scorso anno e risultati consistenti in questa stagione. Ultimo ma solo per essere quinto a 709 punti il detentore della maglia iridata Josh Bryceland: l’irriverente e stilosissimo rider inglese è tornato al 100% e lo ha dimostrato vincendo il quinto round in Canada.
Sarà una gara tutta da gustare e già nelle qualifiche potrebbero cambiare le carte in tavola, la Val di Sole quest’anno garantisce emozioni e adrenalina in quantità “large”.

Per l’acquisto dei biglietti online per l’ingresso alla manifestazione seguire il link: www.valdisolebikeland.com/it/uci-mountain-bike-world-cup/acquista-biglietti

Tutte le informazioni sull’evento sono disponibili sul nuovo sito internet della manifestazione che vi invitiamo a visitare: www.valdisolebikeland.com