Pubblicità
Home Running Personaggi Manuel Merillas/Monte Bianco, Trail running o mounteneering?
Pubblicità

Manuel Merillas/Monte Bianco, Trail running o mounteneering?

0
Manuel Merillas sul Monte Bianco. Foto di Giacomo Meneghello
Manuel Merillas sul Monte Bianco. Foto di Giacomo Meneghello

Manuel Merillas/Monte Bianco, mentre lo spagnolo Manuel Merillas batte il nuovo record di a/r da Courmayeur alla vetta del Monte Bianco, Scarpa ha testato in modo approfondito un nuovo modello di calzatura, perfetto connubio tra scarpa da trail e scarponcino da montagna: è questo il futuro per battere tutti i record di salita delle montagne innevate da neve perenne?

Fotografie di Giacomo Meneghello

Un record emozionante…accompagnato da Scarpa

SCARPA accompagna l’atleta sulle cime della Dama Bianca, verso un nuovo emozionante record nel panorama trail running, grazie ad una calzatura estremamente evoluta, perfetta compagna di Manuel Merillas per il nuovo record sul Monte Bianco.

Scarpa si conferma alleato perfetto per nuovi FKT

L’azienda italiana si conferma ancora una volta l’alleato perfetto per tutti gli atleti che intendono raggiungere risultati da record, e Manuel Merillas ne è oggi l’esempio. L’atleta spagnolo ha infatti ottenuto un record FKT di 6 ore 35 minuti e 32 secondi su un percorso andata-ritorno che da Courmayeur lo ha condotto alla maestosa cima del Monte Bianco e che lo ha riportato al punto di partenza.

Il prototipo di Merillas, driver futuristico

Indossando un prototipo di una nuova scarpa da trail running dell’azienda di Asolo, che verrà lanciata per la stagione Primavera Estate 2022, Manuel è riuscito ad imporre un nuovo limite su un tracciato affascinante e complicato. La calzatura utilizzata è stato un importante driver, che gli ha permesso di raggiungere questo grande risultato. Con i suoi 4809 metri di altezza, la vetta del Monte Bianco è infatti la più alta delle Alpi, d’Italia e di Francia.

Le parole di Manuel Merillas/Monte Bianco

“Non ho parole per descrivere quello che sto provando in questo momento. È da tutta la vita che vivo tra i monti e raggiungere anche questo grande risultato mi rende estremamente orgoglioso della strada che sto percorrendo. Dopo aver raggiunto il record di salita e discesa su monti come il Peña Santa, il Teide e il Posets, per me è stato inevitabilmente tentare la salita verso le cime del Monte Bianco. Già dalla partenza alle 4 di questa mattina sentivo che qualcosa di magico sarebbe successo e SCARPA ha contribuito a realizzare questo sogno.”

Denis Trento, guida alpina di riferimento per la sicurezza!

Un’impresa certamente non semplice, che ha visto la sua concretizzazione anche grazie all’aiuto della guida alpina e atleta SCARPA Denis Trento, che ha supportato lo spagnolo nella salita sul ghiacciaio, in totale sicurezza. L’ascesa in cordata ha infatti garantito all’atleta un supporto fondamentale, rappresentando un monito per tutti coloro che intendono raggiungere un record, ricordando l’importanza di svolgere attività sempre in sicurezza.

Marco De Gasperi, detentore del precedente record

Le parole di Marco De Gasperi, detentore del record precedente di salita e discesa Courmayeur-Monte Bianco e brand manager della categoria trail running di SCARPA, esprimono non solo la grande soddisfazione per il record raggiunto, ma anche l’emozione per un amico che ha realizzato il suo sogno:

Grande rispetto per le parole di Marco De Gasperi

“So benissimo cosa prova e cosa pensa un atleta quando deve affrontare prove di questo genere. Per questo sono voluto essere con Manuel in tutto e per tutto. Sentivo di dovergli dare un supporto per quello che conoscevo di quel percorso e di quella montagna. Ho chiaramente perso un qualcosa che prima mi apparteneva. Ma ora c’è la felicità di vedere realizzato il desiderio di un amico, prima che di un atleta.”

Articolo precedentePrimascesa: l’uomo creò una montagna e poi la scalò
Articolo successivoStrizzando gli occhi verso il tramonto
Daniele Milano nasce una buona cinquantina di anni fa in Valle d’Aosta. Cresciuto con la montagna dentro, ha sempre vissuto la propria regione da sportivo. Lo sci alpino è stato lo sport giovanile a cui ha affiancato da adolescente l’atletica leggera. Nei primi anni 90 la passione per lo snowboard lo ha letteralmente travolto, sia come praticante che come giornalista. Coordinatore editoriale della rivista Snowboarder magazine e collaboratore per diverse testate sportive di settore ha poi seguito la direzione editoriale della testata Onboard magazine, affiancando sin dal lontano 2003 la gestione dell’Indianprk snowpark di Breuil- Cervinia. Oggi Daniele è maestro di snowboard e di telemark e dal 2015 segue 4running magazine, di cui è l’attuale direttore editoriale e responsabile per il canale web running. Corre da sempre, prima sul campo di atletica leggera vicino casa e poi tra prati e boschi della Valle d’Aosta. Dal 2005 vive un po’ a Milano con la propria famiglia, mentre in inverno si divide tra la piccola metropoli lombarda e Cervinia. “La corsa è il mio benessere interiore per stare meglio con gli altri”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità
Advertisement