Home Mtb Eventi Medvedev firma la terza Tre Valli

Medvedev firma la terza Tre Valli

0

La domenica delle Granfondo aveva il suo appuntamento clou a Tregnago con la Tre Valli Fir Cup che per la terza volta, dopo i successi del 2011 e 2012, ha incoronato il russo Alexey Medvedev. Sui 43 km del percorso il corridore della Selle San Marco ha prevalso in maniera un po’ diversa dal suo solito, aspettando l’ultima discesa per staccare il rivale Daniele Mensi (Soudal Parkpre) staccato alla fine di 16”, mentre terzo è giunto Nicholas Pettinà, arrivato al traguardo insieme al compagno di squadra della Forestale Olympia Mirko Tabacchi reduce dalla vittoria in Croazia del giorno prima, con un ritardo di 1’32”. Nella gara femminile facile vittoria per la campionessa italiana Valentina Frasisti (Titici Racing Team), al comando sin dall’inizio. Ben 11 minuti e mezzo il vantaggio su un’atleta pur giovane ed esperta come Serena Calvetti (Team Corratec Keit), terzo gradino del podio per Lorena Zocca (Sc Barbieri) a 15’02”.

L'arrivo solitario di Alexey Medvedev (foto organizzatori) L’arrivo solitario di Alexey Medvedev (foto organizzatori)

PARTENZA SLOVENA PER IL FRIULI MTB CHALLENGE

Inizia in trasferta il Friuli Mtb Challenge con la seconda edizione della Collio&Brda Marathon Bike, disputata su un tracciato collinare di 38 km per oltre 1.000 metri di dislivello. A spuntarla è stato Andrea Bravin (Uc Caprivesi) che ha staccato di 1’13” lo specialista austriaco Silvio Wieltschnig (Sc Hermagor), terzo posto per Mauro Zanier (VV.F.Pordenone) a 3’26”. Nella prova femminile successo per Nicol Guidolin (Gruppo Vulkan Mtb) con 22’23” su Elisa Barina (Team Estebike Zordan) e 24’36” su Tamara Rucco (Bike Team 53.3).

Il podio della gara slovena (foto organizzatori) Il podio della gara slovena (foto organizzatori)

VITO BUONO, UNA FIRMA IN TOSCANA

Lo scorso anno la Tre Valli aveva incoronato un nome nuovo, il lucano Vito Buono che stavolta ha rinunciato a difendere il titolo in Veneto per tentare la carta della Rampichiana. A Cortona il biker del Team Nob Jollywear, già nel giro della nazionale, ha subito forzato il ritmo trovando resistenza solo nella coppia della Cicli Taddei formata da Francesco Failli e Francesco Casagrande. Dopo un’ora abbondante di corsa però Buono ha forzato i tempi e al Gpm aveva quasi un minuto su Casagrande e di più su Failli. In discesa Casagrande realizzava un capolavoro riagguantando il rivale, ma sulla rampa finale che portava all’arrivo il lucano aveva più energie a disposizione, chiudendo i 43 km previsti con 11” sull’ex vincitore della Freccia Vallone e 1’50” su Failli. Sorpresa nella gara femminile dove si assisteva al dominio di Maria Cristina Nisi (Bike Garage) che infliggeva quasi 7 minuti alla favorita della vigilia Elena Gaddoni (Baracca Lugo Corsa) e più di 16 a Monia Conti, compagna di squadra del vincitore.

Vito Buono primo a Cortona (foto organizzatori) Vito Buono primo a Cortona (foto organizzatori)

PASQUALI SVETTA A SESTO CALENDE

Prova un po’ sui generis la GF di Sesto Calende, tappa del GP Valli Varesine con un percorso di 14 km da ripetere tre volte, sul quale si è esaltato Fabio Pasquali, In un parco atleti proveniente da tutta la Lombardia con “infiltrazioni” piemontesi, il corridore dell’Ornello Team Bike ha staccato di 3” Marco Colombo (La Cà di Ran) e di 1’18” Riccardo Panizza (Team Comobike). Donne impegnate su due giri, a prevalere è stata Maryann Huckvale (Bicitime Racing) con 10” sull’ex azzurra junior Karin Tosato (Emmebike) e 6’16” su Simona Etossi (Gs Garbagnate).

Il gruppo dei premiati (foto organizzatori) Il gruppo dei premiati (foto organizzatori)

FONDI, UNA BEFFA PER I CRISI

Partecipazione oltre le previsioni a Fondi (Lt) per la Marathon dei Monti Aurunci, tappa inaugurale del circuito I Sentieri del Sole e dei Sapori, dove i fratelli Roberto ed Emanuele Crisi (Silmax X-Bionic) hanno trovato in Davide Di Marco (Race Mountain) un avversario indomabile, che si è aggiudicato il percorso di 68 km della gara laziale staccandoli rispettivamente di 3’17” e 6’20”, mentre la gara femminile ha premiato Francesca Bianconi (Bikers in Libertà) con 14’15” su Sara D’Angelo (Crazy Bike) e 28’50” su Claudia Cantoni (Team Bike Civitavecchia). A completare la grande giornata del Race Mountain la vittoria di Massimo Folcarelli nel percorso di 50 km, con 5’30” su Leandro Rotondi (Custom4.it) e 10’08” su Guido Cappelli (Cicli Re Bike). Loredana Varlese (Cicli Re Bike) è la prima fra le donne, a 6’30” Tamara Merolle (Linea Oro Bike) e a 13’02” Sabrina Di Lorenzo (Asd Di Lorenzo).

La premiazione di Di Marco (foto organizzatori) La premiazione di Di Marco (foto organizzatori)

GRAVINA IN PUGLIA INCORONA CARRER

Al via anche l’Ironbike pugliese, con la Marathon Bosco Difesa Grande dove Luigi Carrer (Team Eurobike) ha rinverdito gli antichi fasti aggiudicandosi la corsa syui 48 km con 8” su Giuseppe Belgiovine e 9” su Angelo De Gioia Bonaventura, entrambi del Cyclon-Store.it. Fra le donne prima Patrizia Tropiano (Nrg Bike), alle sue spalle Antonella Capone (Cyclon-Store.it) a 12’47” e Patrizia Bitetti (Team Murgia Bike) a 14’53”.

Ritorno alla vittoria per Luigi Carrer (foto organizzatori) Ritorno alla vittoria per Luigi Carrer (foto organizzatori)

BRUTTA GIORNATA PER FARNISI

Unica prova di Mtb che si corre in condominio con una GF su strada, la Scorace Marathon di Buseto Palizzolo (Tp) ha incoronato Giuseppe Di Salvo (Asd Baaria) che ha preceduto di oltre 4 minuti e mezzo Giuseppe Zagarella, ancora più staccato Carmelo Di Pasquale, entrambi della Lombardo Bike, che ha avuto il suo capitano Mirko Farnisi, favorito della vigilia, relegato al 15° posto. In campo femminile scontato successo di Claudia Andolina (Team Lombardo Bike) con quasi 10 minuti su Danila Venturella (Mtbeventisport) e 16 minuti su Elizabeth Ann Simpson (Mongibello Team). Nella prova media, 43 km contro i 63 del Marathon, primo Alessandro Mansueto (Ciclotour Bicitalia) in volata su Michele Trapani (Probike Erice) e Salvatore Carlino (Racing Team Agrigento) staccato di 4”. Arrivo in coppia per le ragazze della Nonsolobike Laura Melilli e Maria Scala, i giudici hanno assegnato la vittoria alla prima ma dando loro lo stesso tempo. Terzo gradino del podio per Patrizia Lo Baido (Asd Airone) a 1’41”.

Giuseppe Di Salvo, vincitore a sorpresa a Buseto Palizzolo (foto organizzatori) Giuseppe Di Salvo, vincitore a sorpresa a Buseto Palizzolo (foto organizzatori)

SALIS, BIS DOPO UN ANNO

Bis di Alessandro Salis a La Via dell’Ossidiana di Pau che ha aperto la stagione sarda sulle lunghe distanze. La seconda edizione della corsa ha visto il giovane sassarese del Cycling Team Gallura allungare solo nel finale per prevalere sui 41 km di 29” su Daniel Fojanesi (Mas Bike) e 3’28” su Luca Marras (Gs Runner) mentre la gara femminile ha premiato la tedesca da anni trapiantata in Sardegna Andrea Marion Roeckl (Bike World Team) con 8’02” su Erika Pinna (Arkitano Mtb, la società organizzatrice) e 14’55” su Cristina Murru (2000 Ricambi).