Home Mtb Eventi Negli Usa italiani battuti al Bonelli Park

Negli Usa italiani battuti al Bonelli Park

0

Prende consistenza l’attività di Mtb, che nell’ultimo fine settimana aveva l’epicentro dell’attenzione in California per la partenza della Us Cup al Bonelli Park di San Dimas con interessanti presenze europee e soprattutto italiane. A vincere è stato il canadese Raphael Gagne in 1h29’35” davanti al connazionale Max Plaxton a 20” e al neozelandese Anton Cooper a 33”. Fuori dal podio il sudafricano James Reid a 46” e lo spagnolo Sergio Mantecon Gutierrez a 1’06”. Buona la difesa di Andrea Tiberi che chiudendo a 2’29” è entrato nella Top 10, mentre Marco Aurelio Fontana ha accusato 4 minuti netti. Fra le donne altra doppietta canadese con Emily Batty prima in 1h49’55” con 38” sull’iridata Catharine Pendrel, terza la statunitense Georgia Gould a 1’05”.

Torniamo in Europa. In Spagna ha preso il via l’Open Btt che ha esordito a Valladolid con il successo di David Valero in 1h44’56” davanti a Carlos Coloma Nicolas a 58” e Pablo Rodriguez Guede a 1’49”. Gara donne a RocioMartin Rodriguez in 1h45’51”, alle sue spalle Ana Villar Argente a 1’02” e Sandra Santanyes Murillo a 5’56”.

Il podio della gara di Valladolid; sopra, Raphael Gagne primo al Bonelli Park (foto organizzatori) Il podio della gara di Valladolid; sopra, Raphael Gagne primo al Bonelli Park (foto organizzatori)

Successo colombiano in Costarica,alla prima tappa della Fecha Copa Nacional a Heredia, dove ha prevalso Diver Rincon in 1h24’14” con 32” sul locale Jonnathan Carballo e 1’14” su Andrey Fonseca, mentre fra le donne c’è stata la rivincita delle padrone di casa con Adriana Rojas prima in 1h27’43” davanti alla colombiana Yossiana Quintero a 5’05” e alla connazionale Milagro Mena a 10’01”.

Il meglio della Mtb sudamericana era a Santiago in Cile per la prova cross country della Copa Lippi Cannondale. Primo il colombiano Fabio Hernando Castaneda Monsalve in 1h33’04” con 1’57” sul cileno Javier Eduardo Puschel e 3’35” sul connazionale Brandon Rivera. Fra le donne continua il momento felice della messicana Daniela Campuzano prima in 1h36’11” con 2’49” sull’ecuadoregna Alexandra Gabriela Serrano Rodriguez e 5’25” sulla brasiliana Raiza Goulao Henrique. Nella downhill successo del cileno Pedro Ferreira Landskran in 2’44”24 davanti al brasiliano Bernardo Neves Cruz a 1”95 e al cileno Mauricio Andres Acuna Quintana a 2”66. Nella prova femminile si è rivista l’ecuadoregna di origine tedesca Diana Marggraff,prima in 3’22”94 con 1”27 sull’argentina Camila Nogueira e 6”48 sulla cilena Andrea Farias Martinez.

Campionati nazionali aperti agli stranieri alle Bermude ma podio tutto locale con Gary Raynor, ben 46 anni sulle spalle, primo in 1h20’43” con 25” su Che’quan Richardson, di 24 anni più giovane, terzo Mark Hatherley a 30”. La britannica Sarah Bonnett è prima fra le donne in 43’17” con 54” sulla canadese Karen Bordage, terza e prima locale Karen Smith a 5’29”.

Campionati nazionali anche per l’Australia: nel cross country svetta Daniel McConnell che abbina così il titolo australiano a quello continentale. 1h34’07” il suo tempo finale con 46” su Brendan Johnston e 3’37” su Paul Vanb Der Ploeg, mentre il titolo femminile ha premiato Rebecca Henderson in 1h29’20” su Peta Mullens a 44” e Jenni King a 4’05”. Nell’Eliminator riscatto dell’ex iridato Paul Van Der Ploeg davanti a Tristan Ward e Cameron Ivory, podio femminile composto da Emily Parkes, Rebecca Henderson e Peta Mullens. Nella downhill primato per Troy Brosnan in 3’56”26 con 1”08 su Connor Fearon e 3”18 su Dean Lucas. Fra le donne prima Tracey Hannah in 4’46”64 davanti alla canadese Claire Buchar a 3”76 e a Tegan Molly a 15”88.

Troy Brosnan nuovo campione australiano DH (foto organizzatori) Troy Brosnan nuovo campione australiano DH (foto organizzatori)

Sempre in tema di downhill, nell’Algarve si è aperta la Portugal Cup, a Sao Bras de Alportel con primo posto per il francese Faustin Figaret in 2’31”136 davanti a Emanuel Pombo a 1”453 e allo spagnolo Javier Guijarro Villacieros a 3”636. Vittoria lusitana fra le donne grazie a Filipa Gomes Peres in 3’02”399 con 10”079 sulla britannica Monet Adams e 23”439 sull’estone Maaris Meier.