Park2Trek Dolomites Trekking. CAP 6 – 7

0

Fare trekking è forse il modo più completo per vivere la montagna ma farlo a cavallo fra due parchi naturali è davvero un’esperienza indimenticabile, vi proponiamo Park2Trek Dolomites.

 

Giorno 6 | Rif. Rif. Rosetta – Rif. G. Volpi al Mulaz

Scarica la mappa della tappa 7 

Lunghezza: 6,4 Km

Durata: 5 h

Dislivello +: 787 m

Dislivello -: 770 m

 

Flavio Piccinini aiuta Donatella sul sentiero attrezzato sopra Val delle Comelle

 

L’allegra brigata si è ampliata di un componente e il povero Flavio è costretto a tenere a bada due “cittadini” al posto di uno solo, sui difficili sentieri di questa tappa.

La prima mezzora di sentiero è in discesa, poi, dopo una breve salita, il sentiero 703 diventa un sentiero attrezzato che viaggia in quota ma con un costante strapiombo a destra che non va per nessun motivo sottovalutato.

A causa delle nuvole basse ci perdiamo la bellezza del Cimon della Pala e della Cima Vezzana, due delle principali attrazioni del luogo, che con i loro quasi 3.200 m dominano il Parco Naturale di Paneveggio Pale di San Martino.

 

Flavio e Do in prossimità del col D Burella

 

Il sentiero torna a salire in corrispondenza della Torcia di Valgrande incuneandosi fra le cime circostanti, poi appena sotto al Passo delle Farangole torna a prendere le sembianze di una ferrata, con tanto di scaletta metallica.

Al passo, fra le alte nubi torna a splendere il sole, regalandoci lo spettacolo della cima del Focobon a destra, 3.054 m e delle Quattro Dita, 2.932 m.

La discesa per l’ampio canale attrezzato va affrontata con cautela anche superiore alla salita, per fortuna non troviamo il ghiaccio che era annunciato.

 

Ancora Flavio e Do sotto al passo delle Farangole

 

Passata la Forcella Margherita al Passo del Mulaz, dopo pochi minuti raggiungiamo il Rifugio Volpi al Mulaz.

Ci troviamo ancora parecchio in quota, siamo a 2.571 m e nel va e vieni di nuvole si intravedono le pareti del Monte Mulaz, 2.906 m, del Focobon e Cima Zopel, 2.813 m.

Al caldo della stufa, in compagnia dei gestori Beatrice e Sebastiano e un paio di trekker, passiamo la serata, gustando l’ottima ultima cena e chiacchierando amabilmente di imprese alpine.

 

Il Rifugio G. Volpi al Mulaz

 

Giorno 7 | Rif. G. Volpi al Mulaz – Passo Valles

Scarica la mappa della tappa 8 

Lunghezza: 6,4 Km

Durata: 3,30 h

Dislivello +: 282 m

Dislivello -: 845 m

 

L’ultimo tratto attrezzato sotto al Rifugio Volpi al Mulaz

 

Ha piovuto parecchio durante la notte e le nuvole salutano nuovamente la nostra partenza dal rifugio.

Non ho aspettative da questa tappa ma passo dopo passo capisco di essermi sbagliato alla grande.

Il cielo è cupo ma il terreno bagnato aumenta il contrasto dei colori, che in questa zona sono a dir poco spettacolari.

Le rocce devono essere ricche di ferro perché la terra ha un colore ocra intenso che contrasta meravigliosamente con il verde smeraldo dei prati e il nero di alcune cime.

Anche questa mattina abbiamo il piacere di misurarci con qualche parte attrezzata di sentiero.

Panorama verso la Marmolada

 

Scatto molte foto, sudiamo salendo i brevi 280 m di dislivello che ci fanno superare il Passo dei Fochet di Focobon.

Mangiamo l’ultimo panino ammirando il pascolo sotto di noi e il Cimon della Pala a sud, poi, in silenzio e ripercorrendo con la mente tutto il tragitto fatto, camminiamo l’ultima mezzora fino al Passo Valles.

 

PS: il dislivello complessivo di park2trek Dolomites è: + 7.811 M / – 6.127 m

 

Rifugio G. Volpi di Misurata al Mulaz

Quota: 2.571 m

Mail: rifugiomulaz@gmail.com

Tel: 0437.599420 – 338.5924343

 

Park2trek Info e prenotazioni

Torna al Trekking giorno 4 – 5

 

Vista dai pascoli sopra Passo Valles sul Cimon della Pala

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui