Pubblicità
Home Mtb Test Polar Grit X smartwatch per allenarsi ed esplorare in MTB
Pubblicità

Polar Grit X smartwatch per allenarsi ed esplorare in MTB

0
Polar Grit X - review - cover

Abbiamo messo alla prova Polar Grit X, uno smartwatch per l’outdoor capace e resistente, con un pacchetto eccellente di capacità di monitoraggio e consigli per l’allenamento, e con qualche limite che non ne intacca la qualità complessiva.

Grit X appare come un robusto smartwatch per lo sport all’aria aperta, dotato di tutte le caratteristiche che ci si aspetta da un dispositivo destinato a registrare i dati dell’allenamento: GPS integrato, sensore ottico della frequenza cardiaca, e supporto per più di 130 attività. Promette molto per chi ama il lato avventuroso dello sport: supporta le indicazioni in tempo reale di Komoot (qui la nostra preview), nota app per il routing degli itinerari, i consigli per l’alimentazione e l’idratazione, la suddivisione dell’attività tra salita e discesa, informazioni utili sul recupero, e raccomandazioni su misura dell’allenamento.

Polar Grit X - review - 01Design e interfaccia

Lo smartwatch Polar trova un equilibrio tra la costruzione robusta e il design snello. Anche se è abbastanza resistente da superare diversi test di durata di grado militare – tra cui l’impermeabilità sino a 100 m di profondità – appare meno “a prova di bomba” rispetto ad alcune controparti della concorrenza. Lo stesso discorso vale per il cinturino in silicone, dal giusto mix tra comfort e robustezza, con una bella finitura testurizzata e ben 22 opzioni di regolazione sul polso.

Nonostante il suo generoso diametro di 47 mm, la cassa in acciaio inossidabile non è affatto ingombrante. Merito soprattutto della profondità contenuta in 13 mm, consentendo a Polar X di stare al di sotto della maggior parte delle maglie a maniche lunghe. Anche il peso è ridotto: solo 64 g, soglia raggiunta utilizzando una parte posteriore in polimero rinforzato. Questo aspetto lo fa assomigliare a uno smartwatch per il running più che a un modello per l’outdoor, in genere più pesante.

Polar Grit X - review - 02La cassa è dominata dallo schermo touch a colori da 1,2”, circondato da una cornice nera con sottili tacchette che indicano il tempo. Il display visualizza tutte le informazioni con chiarezza e si comporta bene anche in condizioni di forte illuminazione, grazie alla retroilluminazione efficace e al contrasto elevato.

Ai lati della cassa troviamo cinque pulsanti testurizzati: sono reattivi nella risposta e dalle giuste dimensioni, completando alla perfezione il sistema di controllo intuitivo e ordinato dello smartwatch, che beneficia di un layout razionale, facile da usare durante gli esercizi. L’interazione con gli input fisici è così naturale che il touchscreen – non così rapido nella risposta a dir la verità – diventa semplicemente ridondante.

Polar Grit X - review - 04Tracciamento dell’attività

Nella sempre più affollata arena degli activity tracker multi-sport, le credenziali di Polar sono aumentate negli ultimi anni. Grit X offre profili per più di 130 discipline, fino a 20 delle quelli possono essere memorizzate sul dispositivo in qualsiasi momento. Su base giornaliera, lo smartwatch monitora alcune attività fondamentali, come il sonno e i suggerimenti sull’allenamento e il recupero, con un’analisi approfondita che va ben oltre il conteggio dei passi e le ore di sonno REM.

Sulla base dei dati di attività, offre un feedback su misura in modo significativo, per migliorare lo stato di forma e il benessere generale. Nel dettaglio, Training Load Pro monitora l’impatto dei vostri sforzi, FitSpark raccomanda gli allenamenti per aiutare nel recupero, Nightly Recharge e Sleep Plus Stages valutano la qualità del vostro riposo notturno. Non mancano gli strumenti per valutare e migliorare le performance, ad esempio nel running e nel ciclismo, come test di fitness ed esercizi di respirazione guidati.

Polar Grit X - review - 03La frequenza cardiaca è ovviamente alla base della maggior parte di queste funzioni. È possibile accoppiare Grit X con una fascia toracica come quella inclusa nel set per il ciclismo da noi provato, anche se la maggior parte del tempo si userà il monitor da polso integrato Precisione Prime. Questo impiega una combinazione super efficace di sensori ottici e per il rilevamento del movimento, per ottenere una lettura coerente delle pulsazioni ed eliminare le possibili interferenze e distorsioni durante l’attività fisica.

In pratica, i risultati sono in genere precisi, con le letture medie che corrispondevano a quelle eseguite con la fascia toracica Polar (compatibile Ant+ e Bluetooth LE), durante le sessioni di esercizio e nel monitoraggio continuo durante il giorno. Ogni tanto, si rilevano dei picchi irrealistici, in entrambe gli estremi, durante gli esercizi intensi, ma questo per fortuna non influenza la lettura media complessiva, limitando solamente l’affidabilità dell’allenamento a zone con il sensore da polso. È un problema comune degli smartwatch, anche di quelli di fascia alta, ma che nel caso di Grit X si verifica più di rado, e non è un mistero che Polar eccelle in questo ambito.

L’esercizio all’aperto può essere monitorato con il GPS integrato, che fissa la posizione abbastanza rapidamente, dimostrandosi nel complesso molto preciso anche all’interno di boschi.

Polar Grit X - review - 05Caratteristiche

Ciò che contraddistingue realmente Grit X è il suo bagaglio di funzioni dedicate all’outdoor. Oltre alle opzioni per tenere traccia di allenamenti e gare – cronometro, intervalli, giri, ecc – e al supporto di Strave Live Segments, troviamo Hill Splitter. È una funzione che rileva in automatico le salite e le discese durante una sessione di allenamento, visualizzando dati dettagliati per ogni segmento percorso conquistando dislivello o lottando contro la gravità, utile per valutare le rispettive prestazioni. L’idea è ottima, la realizzazione è ancora perfezionabile, con un certo ritardo nel rilevare i tratti in salita e in discesa, oltre a mancare l’acquisizione dei dati su segmenti abbastanza corti.

Molto interessante invece FuelWise: basato sulla storia dell’attività, la durata di un allenamento/tour pianificato, e la frequenza cardiaca rilevata in tempo reale, l’assistente di ricarica energetica intelligente mira ad aiutarvi a mantenere i vostri livelli d’energia con promemoria tempestivi per la reidratazione e il consumo di carboidrati nei momenti ottimali. Non può tenere conto delle vostre esatte condizioni fisiche in ogni momento, ma è un tentativo intelligente di creare un aiuto per la nutrizione e l’idratazione che potrebbe fare la differenza sia per i biker più esperti sia per i principianti.

Polar Grit X - review - 06Il terzo fiore all’occhiello di Grit X è il routing guidato con Komoot: tracciate un percorso, associate i vostri account attraverso il servizio web di Polar, e poi sincronizzate lo smartwatch con l’app, per avere una traccia da seguire direttamente sul vostro polso. Non ci sono le mappe offline, le informazioni dettagliate sul terreno, o la possibilità di deviare del percorso pre-impostato, ma è una funzione comunque molto utile per chi vuole rimanere concentrato sulla guida, con l’orologio fissato sul comodo supporto al manubrio incluso nel kit per il ciclismo. Infatti il Grit X si comporta bene come dispositivo di navigazione di base, grazie all’affidabile rilevamento della posizione, gli abbondanti dati visualizzati, e gli avvisi di svolta visivi e tramite vibrazione.

Polar Grit X - review - 07Batteria

La batteria da 346 mAh offre un supporto sino a 40 ore di tracciamento con GPS o sette giorni di monitoraggio continuo della frequenza cardiaca. Nell’utilizzo quotidiano, la media rilevata è di quattro giorni, a patto che si affronti un giro in bici di 3-4 ore quotidianamente.

È possibile giocare con le opzioni per il risparmio energetico, per ogni disciplina, estendendo la longevità dell’orologio. Per esempio, si può disattivare il battito cardiaco durante un tour (consiglio poco utile in realtà), attivare un salvaschermo, regolare la frequenza di aggiornamento del GPS, o disattivare le notifiche dallo smartwatch (solo con questo si guadagna circa il 10%).

Grit X mostra una stima della riserva di carica accanto al simbolo della batteria, illustrando la stima di quanto tempo durerà con le impostazioni attuali. Durante il nostro test prolungato, si è mostrato abbastanza preciso.

La carica avviene utilizzando il cavo con connessione USB e innesto proprietario sul retro dello smartwatch (un disco con fissaggio magnetico).

Polar Grit X - review - 08App per smartphone

Gli avvisi di notifica Bluetooth possono essere configurati tramite l’app Polar Flow. Questi in realtà sono ridotti all’essenziale, prediligendo le performance di vero smartwatch per lo sport outdoor a una semplice connessione da polso con il telefono. Troviamo una comunque utile schermata con le previsioni del tempo per le prossime 10 ore e i due giorni successivi.

Senza app installabili, Grit X è in tutto e per tutto uno strumento di allenamento mirato, anche se manca il supporto a Spotify per controllare la riproduzione della playlist sul telefono. Ma forse è meglio così, meglio rimanere concentrati sull’attività fisica in mezzo alla natura.

Un piccolo prezzo da pagare per avere un’app come Polar Flow, una delle migliori nel settore. La sincronizzazione richiede un po’ di tempo ma, una volta completata, troverete tutti i dati di cui potete avere bisogno, da quelli dell’attività alle percentuali dei progressi mostrate in forma numerica e grafica, passando per i rapporti sul sonno e al calendario degli allenamenti. La grafica è intuitiva, le informazioni mostrate sono personalizzabili, in generale è perfetta per gli amanti delle statistiche applicata all’attività sportiva.

Conclusioni

Polar Grit X è dotato di una serie di funzionalità per soddisfare chi sta iniziando ad appassionarsi dell’attività sportiva all’aria aperta e vuole passare al livello successivo, per monitoraggio e progressi degli allenamenti.

Appare come un robusto smartwatch nato per il running, con il suo look compatto e minimale, ma una gamma impressionante di informazioni utili, aiuti e strumenti per l’allenamento che lo portano a un livello superiore.

Polar Grit X - review - 09Alcune funzioni, come Hill Splitter, devono essere migliorate, mentre la mappatura dei percorsi Komoot non è così profonda anche se rimane convincente nella sua implementazione essenziale. La serie di caratteristiche avanzate, tra cui il supporto intelligente di ricarica energetica FuelWise, rendono questo Grit X una proposta estremamente convincente per vuole un fedele compagno di allenamento nel mountain biking. Per fare felici i biker più avventurosi, servirebbero le mappe offline.

Il set per il ciclismo da noi provato ha un prezzo di 499 €, il solo smartwatch costa 429,90 euro.

Info: polar.com

Polar lancia due nuovi set per il ciclismo in edizione limitata

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità