Pubblicità

Colombo svetta in qualifica agli Italiani DH di Bormio

0

A Bormio (SO), si è svolta la manche di qualificazione per il Campionato Italiano Downhill 2017. Oltre 300 atleti hanno potuto mettersi alla prova su una pista molto veloce, ricca di pietre smosse e fisicamente impegnativa sia per gli atleti che per le biciclette. La pioggia notturna ha reso il tracciato ancora più insidioso, ma per fortuna il sole ha scaldato l’ambiente a sufficienza da rendere il terreno completamente asciutto ed a tratti polveroso.

Tra gli Uomini Agonisti, in prima posizione troviamo l’Under 23 Francesco Colombo (AB Devinci Italy) che riesce a fermare il cronometro poco sopra ai 4 minuti e 50 secondi staccando Marco Milivinti (GB Rifar Mondraker) di 0.974, che è comunque il primo degli Elite Uomini. Di rientro alle gare, dopo un lungo infortunio, il sardo Davide Palazzari (Alessibici) stupisce tutti facendo registrare un ottimo 4’51.539 a meno di un secondo e mezzo da Colombo che gli vale la seconda piazza tra gli U23. Carlo Caire (AB Devinci Italy) si piazza in quarta posizione con il tempo di 4’54.600. Stefano Introzzo (Team Scout/Nukeproof) completa il podio segnando anche il tempo più basso nella categoria Junior. Tra gli allievi, il più veloce è Francesco Savadori (Afterskull – Rogueracing) mentre Daniel Ruscelli (Due ruote Forlì), è il primo degli esordienti.

Eleonora Farina (GB Rifar Mondraker) domina la manche di qualificazione delle Donne Agoniste con il tempo di 5’16.843, seguita da Veronika Widmann (A.B.C. Egna Neumarkt) e Vera Colombi (Team Scout/Nukeproof) rispettivamente in seconda e terza posizione. Tra le junior in gara, a vincere la qualifica è Beatrice Migliorini (MS-Mondraker) e nella categoria Allieve è Lelia Tasso (GB Rifar Mondraker) la più veloce.

Eleonora Farina prima in qualifica (foto Alex Luise/organizzatori)

Nell’ Amatori Femminile, il miglior tempo è di Jessica Bormolini (Raptors Bike ASD), davanti a Bruna Benedusi (Raptors Bike ASD), entrambe Elite Sport Woman, mentre terza troviamo la Master1 Federica Amelio (Alessi Bici).

Daniele Rossini (Team Scout/Nukeproof) è il più veloce tra i Master Uomini, con l’ottimo tempo di 5’06.623. Insegue, staccato di circa mezzo secondo, Alessio Archetti (T32 Squadra Corse), incalzato da un vicinissimo Bruno Dada de Carvalho (Dottorbike.it) a quasi 3 decimi. Il primo Master 1 è Federico Giubilato (ASD Reunion DH Team). Il team Scout/Nukeproof si aggiudica i migliori piazzamenti tra i Master 2 con Manuel Dal Pozzo, Paolo Alleva nei Master 3 e l’inossidabile Oscar Colombo (Scout NukeProof) nella categoria Master 4. Graziano Sala (ASD Team Morotti) fa registrare il tempo più basso tra i Master 5. Il sempre veloce GianPaolo Mazzoni (ASD Afterskull Rogueracing) continua a dominare nella categoria Master 6. Nei Master 7 la miglior qualifica è di Umberto Negro (Ancillotti Factory team).

Comunicato stampa

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui