Ragnoli, arriva la conferma tricolore

0

La Val di Sole Marathon ha assegnato i titoli nazionali in una giornata ideale per le ruote grasse e su un percorso che si è confermato fra i più selettivi e degno di ospitare prove titolate. Un tracciato di 70 km che il grande favorito della vigilia, Juri Ragnoli reduce dai trionfi alla Sellaronda Hero e alla Dolomiti Superbike, ha interpretato alla garibaldina, andando subito all’attacco tanto che al passaggio della prima salita a Campo Carlo Magno aveva già un minuto abbondante di vantaggio sui primi inseguitori con il compagno di squadra Cristiano Salerno bravissimo a far da tappo all’inseguimento dei vari Rabensteiner, Mensi e Porro. Il vantaggio di Ragnoli è andato costantemente aumentando, salendo a 2’22” al passaggio di Malga Folgarida. Per il bresciano arrivava così la riconferma tricolore, sigillo a una stagione eccezionale, quella della sua piena rinascita alla quale è mancato solo lo squillo iridato, su un percorso peraltro non adatto alle sue caratteristiche. 3h07’24” il suo tempo finale davanti alla coppia della Trek Selle San Marco con Samuele Porro a 2’24” e Fabian Rabensteiner a 4’31”. Ai piedi del podio Francesco Casagrande (Cicli Taddei) a 8’22” e Salerno a 9’12”.

Il gruppo all’inseguimento di Ragnoli (foto Newspower)

Molto più incerta la gara femminile dove per buona parte del percorso a comandare è stata Annabella Stropparo (Amici di Annabella), che nel finale però ha accusato visibilmente la fatica, incapace di rispondere al crescendo di Maria Cristina Nisi (Bike Innovation Focus Pissei) che andava così a conquistare la vittoria in 4h00’56” con 2’46” sulla Stropparo dalla quale all’arrivo arrivavano parole di grande stima: “E’ straordinaria, con qualche miglioramento in discesa sarebbe la migliore in Europa”. Terza posizione per Elena Gaddoni (Cicli Taddei) a 6’10”.

Maria Cristina Nisi, primo trionfo tricolore per la toscana (foto Newspower)

Tante presenze anche sul percorso medio, di 40 km valido per il Trentino Mtb che dopo un predominio di Zamboni vedeva nella salita finale emergere il leader del circuito, l’argentino Franco Nicolas Adaos Alvarez (Ktm Torre Bike) pronto a conquistare la vittoria in 2h14’02” con 1’51” su Leonardo Tabarelli (Team Nob Selle Italia) e 3’20” su Andrea Zamboni (Carina-Brao Caffè), mentre fra le donne il successo arrideva a Edi Boscoscuro (Vc Schio) in 3h14’42”, a 18’48” Sandra Lever (Vertical Sport Ktm Team) e a 32’07” Silvia Piccoli (Zanolini Bike).

Le classifiche complete qui

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui