Rotpunkt, arriva il film Patagonia su Alex Megos

0

Il Rotpunkt – che in tedesco vuol dire punto rosso –  veniva disegnato alla base della parete per dire che quella via era stata lavorata e liberata. Se negli anni ’70 la tecnica del lavorato era solo agli albori, andando avanti con gli anni è diventata la norma per gli arrampicatori che vogliono spingersi al limite delle proprie capacità. Patagonia presenta “Rotpunkt”, il film su Alex Megos.

Alex Megos e l’avvento, l’agonia e l’arte del lavorato

Rotpunkt documenta la nascita, l’agonia e l’arte del lavorato attraverso gli sforzi di Alex Megos per ridefinire i confini del limite umano. Il film seguirà l’evoluzione del lavorato, che ha trasformato l’arrampicata su roccia da un problema di ingegneria a una brillante prova di forza mentale e fisica. Dalle sue origini nelle campagne della Baviera, per mano di un gruppo di rivoluzionari in calzamaglia, passando per la sua epoca d’oro con Wolfgang Güllich, fino ad arrivare ad Alex Megos, il ragazzo prodigio tedesco che lotta contro sé stesso per raggiungere nuovi inimmaginabili limiti.

Trova la proiezione più vicina a te a questo link.

Articolo precedenteOnda Coolwaves, a Milano addominali d’acciaio!
Articolo successivo#PTW la presentazione Goya/Quatro 2020
Eva è nata e cresciuta a Roma, dove ha studiato giurisprudenza per capire che è una persona migliore quando non indossa un tailleur. Ha lasciato la grande città per lasciare che il vento le scompigliasse i capelli sulle montagne delle Alpi e presto ha scoperto che la sua passione per l’outdoor e scrivere di questa, poteva diventare un lavoro. Caporedattrice di 4outdoor, collabora con diverse realtà del settore outdoor. Quando ha finito di lavorare, apre la porta della baita in cui vive per sciare, correre, scalare o per andare a fare altre gratificanti attività come tirare il bastone al suo cane, andare a funghi o entrambe le cose insieme.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui