Pubblicità
Home Windsurf News Team 4Windsurf a Pozo, vol.2
Pubblicità

Team 4Windsurf a Pozo, vol.2

0

Una parte del team 4Windsurf dopo la trasferta di giugno CLICCA QUI, è nuovamente tornato a Pozo, questa volta con un nuovo componente…

Pozo luglio 2021 ha visto come nuova protagonista Erica che affronta gli spot più impegnativi con testa e testardaggine.
Questa volta il report sarà dato da due testimonianze, la prima di Erica e poi Livia.

Pozo izquierdo – Bahia de Formas, sulla pelle di Erica.
11-21 luglio 2021 il windsurf mi ha fatto un altro regalo ed un altro sogno è stato realizzato!

Andiamo subito al sodo: appena arrivati, undici luglio, abbiamo trovato le condizioni perfette per me … un Pozo calmo, vento da 4,2 ed acqua piatta … e Livia (il giusto motivatore è indispensabile) che mi dice: “entra ora che è easy, te la senti?!?!?” Senza esitare sono entrata in acqua, con agitazione inevitabile e come da prassi ho perso acqua e sono finita troppo sottovento, passato il bunker il destino era oramai scritto: sono rientrata con passeggiata tra i sassi!!! (Consiglio: scarpette sempre).

Secondo giorno: Pozo mi dà una seconda possibilità ed è amore! Dopo aver fatto miei i consigli del team, l’uscita è stata bellissima e il rientro preciso (saper bolinare bene e partenza dall’acqua sono indispensabili).

Nei giorni successivi, dato il vento sostenuto e le onde, il mio spot e’ stato Bahia de Formas, a 10 minuti di macchina da Pozo. Acqua piatta e tutto il vento e le raffiche che si possono desiderare. Tanta corrente, ma zero pericoli se si sta entro la baia; spiaggia di sabbia misto sassi. Ho sempre usato come tavola un 106 litri come utilizzo sul Garda da alcuni mesi e vele dalla 3 alla 3,8.

Cosa ho portato a casa? Ho fatto windsurf tutti i giorni. Stare in acqua aiuta a prendere sempre più confidenza con vento ed attrezzatura. La fortuna è anche avere compagni di viaggio pronti a darti consigli e suggerimenti, perché la teoria è la base, ma poi prima risali sulla tavola e parti meglio è!
La frase più bella che mi è stata detta: “fidati del tuo trapezio, rilassati, stendi le braccia e fatti portare …  ”
Ringrazierò sempre e per sempre Livia (grande amica) che mi supporta, sopporta e sprona!!! Nanni e Guido grazie, grande esperienza!! …. E sabato si torna in acqua  waiting a new experince!!!

Pozo 2021, parte seconda sulla pelle di Livia.
Come ho detto a molti amici del windsurf, Pozo per me rappresenta il classico, e mai noioso, windsurf life, vento, onde, gente da ogni parte del mondo e sorrisi, sorrisi, sorrisi, sorrisi.
Pozo ne regala veramente molti, fin dalle prime ore del mattino.
In quest’occasione le condizioni sono state le più varie, con giornate de vento debole, poi forte da 3,3, con tramonti incredibili con onde facili da surfare con un piano d’acqua tra un’onda e l’altra liscissimo. Senza dubbio le onde al tramonto sono il ricordo più bello che mi sono portata a casa. Progressi? Qualcuno, ma si vedranno soprattutto nel lungo periodo e si vedrà più avanti cosa avranno lasciato queste due importanti trasferte; sicuramente il livello di stanchezza si è abbassato notevolmente rispetto all’anno scorso e questo fa molto piacere, perché mi godo moltissime belle sensazioni tra le onde. Ma la strada è lunga, molte sono le cose da cambiare, da impostare, ed io sono sempre più determinata.
Erica, bravissima, è stata sul pezzo e sta iniziando a farsi inebriare dal windsurf style durante le trasferte. Nanni e Guido … Nanni ed i backloop portati a casa, Guido ed i forward che sono sempre più alti. Una gioia, una fortuna, condividere queste esperienze con loro. Manca solo un particolare che mi renderebbe una trasferta a Pozo da lacrima … Fabio Calò in acqua.

Hang Loose,

Livia.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Articolo precedenteRespingo Jellyfish: la barriera anti-meduse per un surf in sicurezza
Articolo successivoENDURO SIMMER STYLE 2021
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità