A tu per tu: Luca Giglioni

0

Spostiamo il tiro nell’intervista di questa settimana insieme al responsabile nazionale dell’offroad Acis Luca Giglioni. L’ente di promozione sportiva ha infatti intrapreso un grandissimo lavoro dedicato proprio al trail, con l’allestimento di numerose manifestazioni che stanno allargando sempre più i loro numeri di partecipazione. Gli obiettivi dell’Aics, pur riguardando eventi che hanno classifiche e premiazioni, non sono però concentrati sull’aspetto agonistico, quanto sull’educazione allo sport e l’allargamento della pratica in un contesto naturale diverso dal solito.

Com’è strutturata l’attività offroad dell’Aics, quante gare comprende e che numeri medi ha?

AICS OUTDOOR SPORT nasce dall’esigenza di dare un servizio e visibilità a tutte le attività sportive che si praticano all’aria aperta. In questi ultimi anni stiamo assistendo ad un vero e proprio boom di tutto l’Outdoor nel mondo. L’Italia ha recepito un po’ più tardi rispetto ad altri Paesi questa tendenza. L’AICS è in prima linea e sta lavorando a fondo per promuovere a livello amatoriale queste discipline. Un’avventura che iniziò come campionato, con la Val di Merse UltraMarathon Trail e che poi si è espansa in tutta Italia. Oggi abbiamo organizzatori in tutte le regioni, non solo nel trail running, ma anche nello SkyRace, Nordic Walking, Viandanza, Escursionismo, Orientering, Rogaining, discipline olistiche. Centinaia di associazioni specializzate in più discipline con un coordinamento nazionale, che trova giovamento sull’elemento principale del multisport e della capacità di fare rete. Lavoriamo per essere di supporto alle associazioni affiliate a promuoversi con la comunicazione, a sostegno di tutte quelle attività che avrebbero inizialmente avuto difficoltà  ad essere rappresentate.

E’ passato qualche mese dal Mondiale ospitato in Toscana, c’è stato un riscontro in termini di maggiore attenzione e aumento dei praticanti o l’evento poteva essere gestito diversamente dal punto di vista della promozione del trail?

I praticanti del Trail sono aumentati tantissimo, ma in generale stanno aumentando tutti i settori dell’outdoor. Tutti i comparti degli sport all’aria aperta stanno avendo beneficio in questo momento. Non mi riferisco solo alle discipline competitive, ma soprattutto al moto dolce all’aria aperta, a tutte quelle attività che non essendo cronometrate sono poco visibili e che in questo momento rappresentano una fascia importante. Il trekking, Nordic & Walking, escursionismo, sono molto in voga. Ad un movimento così in salute, purtroppo ancora non è corrisposta l’attenzione dei grandi organi di informazione, manca l’attenzione mediatica verso tutto il comparto Atletica Leggera, quando poi tutti i dati dimostrano come sia oramai un’attività forse tra le più diffuse tra la popolazione.

Trail non è solo agonismo e l’Aics sta lavorando molto sul progetto della “viandanza”: che cos’è e come si articola?

La Viandanza è solo uno dei settori della rete AICS OUTDOOR SPORT, ma al tempo stesso è anche tra quelli più interessanti. Già da qualche anno infatti stiamo assistendo ad una richiesta sempre maggiore del walking, trekking ed escursionismo. Il settore si sta espandendo a macchia d’olio, soprattutto sta divenendo un vero e proprio “bisogno” di riscoprire quello che erano le antiche strade medioevali. I motivi sono diversi. Alcuni lo richiedono per un discorso di fede religiosa, altri per fare pratica sportiva (come endurance), oggi anche per ragioni turistiche. E’ cambiato molto il modo di fare vacanza. Per il prossimo 2018 è previsto un calendario molto variegato su questo settore, dove gli amanti si potranno sbizzarrire su più fronti

A che cosa ambite per le prossime stagioni e quali saranno nel 2018 i principali eventi?

L’anno sportivo si aprirà sicuramente con S1 Trail della Bora a Trieste il 6 gennaio, ma per gli amanti del Trail e dell’ultratrail in Italia ci sarà veramente da divertirsi, con almeno una decina di grandi eventi sulle lunghe distanze veramente d’eccezione. Il calendario del circuito IT RUN CENTRO ITALIA sarà ulteriormente arricchito con nuove manifestazioni e altri circuiti sono in nascita. Interessante sarà la collaborazione di partner a livello internazionale per un gemellaggio e la nascita di un circuito europeo di settore… ci stiamo lavorando. Siamo impegnati inoltre nell’Urban Trail di medie e lunghe distanze. Abbiamo visto la nascita quest’anno di Artimino Ultramarathon, Veroli Urban Trail, che si vanno ad aggiungere a Ottore di Campano e Lupa Urban Trail nel Tuscany UltraUrban Trail, settore in cui crediamo molto. Quest’anno inoltre avremo eventi anche di ultramaratona su strada, settore che ci piacerebbe promuovere. Nel corso dell’anno vi aggiorneremo su tutte le attività che verranno programmate.

I DATI SALIENTI

Luogo e data di nascita: Abbadia San Salvatore (Si) 21 ottobre 1974

Carica ufficiale Aics: Coordinatore Nazionale Trail Running, Responsabile Tecnico  Nazionale Aics Outdoor Sport, Coordinatore Regionale Toscano Aics settore Atletica Leggera

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui