Home Mtb News Una Granfondo tira l’altra…

Una Granfondo tira l’altra…

0

Lo avevamo già detto in sede di presentazione, il calendario delle ruote grasse si è divertito a scompaginare i programmi di molti atleti, predisponendo una straordinaria domenica con ben 13 eventi di Granfondo, anzi considerando l’intero weekend erano anche di più perché in Trentino si è disputata la tradizionale kermesse della 1000 Grobbe, culminata sì nella 100 Km dei Forti ma che prevede due appuntamenti di vigilia molto sentiti. Al venerdì la Lavarone Bike di 29,8 km ha premiato il cileno della Ktm Torre Bike Franco Nicolas Adaos Alvarez, primo in 1h12’37” davanti a Stefano Dal Grande (Bottecchia Factory) a 3” e Enrico Franzoi (Damil-Gt Trevisan) a 46”. Fra le donne successo per Eloise Tresoldi (Sc Triangolo Lariano) in 1h30’11”, alle sue spalle Patrizia D’Amato (Team Bsr) a 15’00” e Lara Caspani (Alta Valtellina Bike) a 23’39”. Il giorno dopo è toccato alla Nosellari Bike di 41,5 km che fra gli uomini ha ripresentato lo stesso podio: primo Adaos Alvarez in 1h33’03”, Dal Grande a 1’33” e Franzoi a 1’43”. Bis anche per la Tresoldi in 1h59’21”, davanti a Debora Coslop a 1’25” e alla compagna di colori di quest’ultima D’Amato a 10’22”.

L’appuntamento principale era però la 100 Km dei Forti che non ha tradito le attese. Il lungo di 92 km ha offerto continui colpi di scena: all’inizio la fuga di Pietro Sarai e Paolo Colonna, poi il ricongiungimento generale ai 35 km e nella seconda parte l’offensiva vincente di Leonardo Paez, il colombiano della Polimedical che centrava la sua quinta vittoria a ben 11 anni dalla prima in 4h03’17”. Alle sue spalle conferma dell’ottimo momento di forma di Juri Ragnoli (Scott) a 1’14”, terza posizione per il belga Roel Paulissen (Cannondale Rh) a 5’26”. La gara femminile invece non aveva storia, troppo forte la lituana Katazina Sosna (Torpado Sudtirol) al suo primo importante successo stagionale in 4h59’18” con 21’45” su Jessica Pellizzaro (Team Rudy Project) e 30’39” su Simona Mazzucotelli (Gs Massì). Il percorso medio, di 50 km, vedeva protagonisti gli stessi delle due tappe precedenti, ma un errore di percorso di Adaos Alvarez gli costava successo nella gara di Lavarone e anche nella classifica finale della prova a tappe, cose di cui beneficiava Dal Grande in 2h03’41” con 10” su Franzoi e 34” sull’arrabbiatissimo cileno. Terza vittoria in tre giorni per la Tresoldi, 2h33’39”, con 8’02” su Margit Zulian (Vertical Sport Ktm) e 15’56” sulla D’Amato.

Quinta vittoria a Lavarone per Leonardo Paez (foto Newspower)

12esima edizione per la Promenado Bike di Vinadio (CN), seconda tappa della Marathon Bike Cup. Sui 60 km per tracciato Marathon si conferma il grande momento di Damiano Lenzi (Sixs Boscaro) che in 2h55’10” ha staccato di 3’52” Alessandro Saravalle (Silmax X-Bionic) e di 4’38” Jacopo Billi (Team Giant-Liv). Altra collezionista di successi piemontesi è Costanza Fasolis, letteralmente senza avversarie a Vinadio in 3h34’44” con 17’43” sulla colombiana Xiomara Carolina Guerrero Cuervo (Vittoria Lepontia Racing Team) e 18’28” su Marta Pastore (Carbobike O’Clock). 42 km per il tracciato medio dove arrivava la vittoria di Cristian Giuliano (Gs Passatore) in 2h19’01” con 3’26” su Stefano Bergeretti (Val Sangone Outdoor) e 4’45” su Giuseppe Ferrato (Punto Ciclo Conte). In campo femminile prima Olivia Magda Teresa Marchisio (Brike Bike) in 3h07’44” su Chiara Musso (Team Santysiak) a 6’44” e Linda Fabris (Angry Wheels Mtb) a 19’14”.

Damiano Lenzi al centro del podio della Promenado Bike (foto organizzatori)

Avvio della Spartacus League a Borno (BS) con la seconda edizione della X-Bionic Cup. Anche qui due i percorsi previsti, nel Marathon di 70 km si è imposto Andrea Parolari (Niardo for Bike) che ha completato il tracciato in 4h24’30” infliggendo 4’01” a Antonio Camozzi (Team Isolmant), terza piazza per lo specialista di endurance Simone Arici (Fm Bike Factory) a 7’53”. Gara donne favorevole in 5h32’23” a Chiara Mandelli (Team Spacebikes) con 12’08” su Nadia Pasqualini (Team Cingolani) e 17’16” su Lorenza Menapace (Team Carpentari). Il medio misurava 42 km, prima piazza per Andrea Martinelli (Melavì Focus Bike) in 2h01’38” con 8” su Enzo Gnani (Gnani Bike) e 11’16” su Niccolò Giudici (Mtb Parre). Gara donne a Valentina Garattini (Niardo for Bike), prima in 2h28’51”, a 7’40” Angela Perboni (Emporiosport Team2) e a 11’08” Nicoletta Bresciani (Scott).

Grandi festeggiamenti e consueto successo di partecipazione per i dieci anni dell’Atestina Superbike, gara di Este (PD) inserita nell’Ima Scapin e nell’Mtb Ahead Tour. Percorso di 44 km come sempre molto divertente, che ha confermato come in questo periodo Francesco Casagrande sia quasi imbattibile. L’anziano biker della Cicli Taddei, tornato Elite proprio per il suo strapotere nella categoria M4, si è aggiudicato la corsa in 1h47’51” infliggendo 2’15” a Elia Favilli (Bike Innovation Focus Pissei) e 3’29” a Nicholas Pettinà (Carabinieri) che ha privato del podio per 32” l’altro biker della Cicli Taddei Francesco Failli. A completare il successo pieno del team toscano la vittoria fra le donne di Elena Gaddoni, che a sorpresa ha inflitto ben 3’28” a Annabella Stropparo (Amici di Annabella), terza a 8’02” Serena Calvetti (Damil GT-Trevisan).

E’ stato il caldo il grande protagonista dell’Alpin Marathon Bike, tappa del Friuli Mtb Challenge disputatasi a Mossa (GO). Sugli 80 km del percorso lungo vittoria per l’azzurro di ciclocross Moreno Pellizzon (Team Rudy Project) che in 2h57’25” ha avuto ragione dei fratelli Braidot (Carabinieri), Luca a 6’37” e Daniele a 9’00”. Fra le donne prima piazza per Alessandra Teso (Sorriso Bike Team) che in 4h05’52” ha primeggiato su Giulia Albanese (Caprivesi) a 4’55” e Tamara Rucco (Bike Team 53.3) a 33’27”. Sui 40 km successo per Alberto Brancati (Caprivesi) in 1h30’49”, alle sue spalle Gianpiero Dapretto (Federclub Trieste) a 14” e Federico Tauceri (Salese Factory) a 1’11”. In campo femminile vittoria a Roberta Di Bert (Gc Lavrianese) in 2h01’40” con 4’23” su Milena Goridan (Team Cycle Lab) e 9’27” su Romina Tiberio (Bike&Run Gorizia).

Moreno Pellizzon primo a Mossa (foto organizzatori)

Ottimo esordio per la Firenze Mtb, tappa del circuito Etruria Mtb su 48 km molto panoramici dove è emerso Ivan Fanelli (Team Focus Fanelli Bike) che con 2h22’43” ha prevalso per 2’13” su Gabriele Lemmi (Asd Bicipedia), terza piazza per Maurizio Galamini (Baracca Lugo Mtb) a 3’00”. Prima posizione al femminile per Ilaria Rinaldi, compagna di colori del vincitore, in 2h42’01” con 45’32” su Barbara Pavani (Imola Bike) e 48’05” su Benedetta Toschi (Pol.Young Line).

Il Tour 3 Regioni ha fatto tappa in Umbria con la Granfondo del Monte Cucco, appuntamento di Costacciaro (PG) sulla distanza di 42 km dove si sono sfiorati i 1.000 concorrenti al via per una grande festa di Mtb su un tracciato parzialmente rinnovato. La nona edizione della corsa è andata a Leopoldo Rocchetti (Bike Therapy) andato in fuga dopo la prima salita per concludere in 2h03’19” con 1’43” su Davide Di Marco (Race Mountain Folcarelli) e 3’21” su David Lucertoni (Bikers Racing Team). Gara femminile a Jennifer Fiori (Bike Therapy) in 2h40’50” su Daniela Stefanelli (Team Cingolani) a 4’29” e su Marta Salvatori (Bikers Racing Team) a 5’18”.

Il podio di Costacciaro (foto organizzatori)

Addirittura un doppio impegno nel Lazio. A Tarquinia (VT) ancora un’edizione da ricordare per la Granfondo Selva della Roccaccia, tappa del Maremma Tosco Laziale di 45 km, che in 1h50’41” ha visto emergere l’ex iridato master Mirco Balducci (Gc Tondi Sport) che ha staccato di 5’31” Angelo Guiducci (Team Bike Civitavecchia) e di 8’23” Claudio Fanciulli (Mt Bike Argentario), mentre nella prova femminile è emersa Claudia Cantoni (Team Bike Civitavecchia) prima in 2h37’45” con 1’33” su Francesca Buonfiglio (Bike Garage Racing Team) e 6’43” su Vanessa Buzzanca (Bike Store Racing Team).

A Villa Santo Stefano (FR) secondo anno di vita per la Granfondo Campo Lupino, che costituiva il giro di boa per il circuito Terre Ciociare. Sui 40 km del percorso ricco di brevi strappi è emerso un altro ex campione del mondo master, Massimo Folcarelli (Race Mountain Folcarelli) primo in 1h51’33” con 1’16” su Giovanni Gatti (Mtb Santa Marinella Cicli Montanini) e 1’19” su Giovanni Pensiero (Hgv Cicli Conte). Gara donne in 2h34’20” a Mariangela Roncacci (Race Mountain Folcarelli) davanti a Sabrina Di Lorenzo (Asd Di Lorenzo) a 2’53” e a Sara Sciuto (Mtb Castrum) a 15’19”.

Dal Lazio all’Abruzzo e all’Abruzzo Mtb Cup che prevedeva la Granfondo Campo di Giove su 46 km. Prima piazza per Marco Ciccanti (Bottecchia Factory) che in 2h04’28” ha chiuso con 3’11” su Paolo Fragassi (Bevilacqua Sport Cerrano) e 5’43” su Maurizio Parisse (D’Ascenzo Bike). Fra le donne prima Letizia Giardinelli (Team Naturabruzzo Bikepro) in 3h03’41” davanti a Maria Partenza (Functional Fit) a 32’50”.

Tappa calabrese per il Trofeo dei Parchi Naturali, in coincidenza con la quarta edizione della Marathon degli Aragonesi a Castrovillari (CS). 66 i km da percorrere dove il successo è andato in 3h15’52” al siciliano Giuseppe Di Salvo (Asd Baaria) che ha lottato a lungo con il campano Luigi Ferritto (Team Giannini), alla fine staccato di 1’42”, terza posizione a Giuseppe Zagarella (Team Lombardo Bike) a 5’00”. Primato femminile per Luminita Ionela Molinaro (Ciclicima) in 4h22’58” con 6’39” su Elizabeth Ann Simpson (Mongibello Mtb) che in volata precedeva Maria Lucia Minervino (Cicl.Castrovillari). Sui 47 km del percorso medio prima piazza in 2h22’42” per Francesco Favale (Carbonhubo Cmq Infotre), a 3’44” Salvatore Fidone (Team Lombardo Bike) e a 4’18” Alex Palermo (Super Team), podio donne con Erika Pennino (Mtb Sila) in 3h31’03”, Domenica Mazzeo (Vibo Bikers Skatenati) a 7’38” e Silvia Munno (Mtb Sila) a 34’16”.

Ancora una vittoria per Giuseppe Di Salvo (foto organizzatori)

Prima edizione per la Granfondo dei Feudi, andata in scena a Santa Domenica Vittoria (ME) e valida per la Coppa Sicilia e il Campionato Regionale Libertas. La gara è stata allestita su 47 km dove a emergere è stato Giuseppe Pellegrino (Team Giant-Bike&Sport Adventure) che in 2h37’23” ha inflitto 1’45” a Giuseppe Cicciari (Special Bikers Team) e 6’00” a Gianfranco Monteleone (Team Siracusani). Successo anche per Laura Melilli (Nonsolobike) in 3h25’48” con 10’10” sulla compagna di squadra Maria Scala e 11’59” su Manuela Calabrese (Mongibello Mtb).

Cambio di data per la Serpilonga di Sinnai (CA), abituale chiusura della stagione sarda spostata a metà giugno per trovare nuovi spazi. La prova, che assegnava i titoli regionali era su 65,5 km, e ha visto la doppietta del Bike World Team con Alberto Olla primo in 3h18’00” con 3’19” su Rino Cabras, terzo Antonio Marongiu (Techno Bike) a 6’13”. Al traguardo anche una donna, la tedesca da anni di stanza in Sardegna e compagna di colori del vincitore Andrea Marion Roeckl in 4h49’42”. Sui 47 km primo posto per il fratello del vincitore Maurizio Olla in 2h18’44”, con 37” su Marco Cauli (Sc San Vito) e 1’39” su Alessandro Saddi (Esercito). Qui le donne erano in misura maggiore: prima piazza per Erika Pinna (Techno Bike) in 3h11’37” davanti a Cristina Murru (2000 Ricambi) a 1’53” e Sara Serrau (Sc Cagliari) a 3’07”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui