Valtournenche a misura di mountain bike

0
Valtournenche MTB - cover

Il legame al lato più sportivo e adrenalinico della mountain bike diventa fortissimo in Valtournenche, la spettacolare vallata che dal fondovalle si arrampica sino alle pendici dell’inconfondibile piramide del Monte Cervino.

Valtournenche MTB - salita

Sono numerosissime le opportunità per praticare questa magnifica passione a due ruote a pedali in tutta la Val d’Aosta: su strada, con numerosi passi alpini e tortuose strade di montagna che si sviluppano ripide sino a sfiorare il cielo; in mountain bike, con il territorio ricco di sterrate e sentieri di stampo escursionistico, ma anche costellato di rinomati bike park, dove affrontare percorsi di diverso livello e tipologia, appositamente tracciati per la pratica dell’enduro e del gravity.

Questa è una regione dai forti connotati turistici, soprattutto per chi ama la vera immersione nella natura e nella storia, che può contare su una rete di sentieri sviluppati su distanze importanti. Molti di questi seguono gli antichi ru, canali irrigui di piccola portata costruiti in ambiente alpino per portare l’acqua dai torrenti delle valli laterali ai terreni agricoli da irrigare sui pendii aridi della valle centrale. Costruiti tra il XIII e il XV secolo, alcuni sono tuttora utilizzati e mantenuti in efficienza dal personale specializzato. I ru hanno avuto e hanno ancora un ruolo importante nell’economia valdostana, permettendo di coltivare terreni diversamente troppo ripidi per trattenere l’acqua e in zone troppe esposte al dilavamento improvviso ma in generale toccate da scarse precipitazioni. Nel XX secolo molti sono stati intubati e interrati, mentre i tracciati più panoramici sono diventati sentieri apprezzati dagli escursionisti a piedi e dagli amanti della mountain bike.

Valtournenche MTB - ciclabileSi tratta in generale di tour segnalati e semplici da percorrere, spesso utilizzati da famiglie e neofiti, come la pista ciclopedonale che percorre gran parte della plaine in Valle d’Aosta (Sarre, Gressan, Charvensod, Aosta, Pollein, Brissogne, Saint-Marcel, Fénis), molto frequentata per la sua immersione nella natura e quindi valvola di sfogo allo stress della quotidianità.

Questo, come altri itinerari, è spesso utilizzato dall’Associazione Valdostana Maestri di MTB nei tour enogastronomici che toccano i vari castelli della regione, una vera e propria chicca per i cicloturisti meno preparati ma orientati a vivere esperienze emozionali legate al territorio e alla sua storia.

Valtournenche MTB - Cervinia

Questo e tanto altro è la Valle d’Aosta, una regione così piccola ma al tempo stesso così ricca di tradizioni e storia, tanto da diventare negli ultimi anni una meta turistica di grande fascino e interesse per tutti gli amanti della bicicletta. Vi parliamo di Valtournenche, la spettacolare vallata al cospetto del Monte Cervino. Il cuore nevralgico di quest’area a misura di due ruote artigliate è l’abitato di Breuil-Cervinia, con il suo bike park.

Bike park al cospetto del Cervino

Siamo in un contesto unico al mondo, con i verdi pascoli che si riflettono nei ghiacciai perenni del Plateau Rosa. Qui si sviluppa il Bike Park del Cervino, con un’ampia e varia rete di sentieri costruiti per soddisfare i biker amanti del divertimento e dell’adrenalina.
La rete di tracciati – naturali e artificiali – è di oltre 100 km, tutti orientati alla discesa e costellati di numerose passerelle e wall ride in legno realizzati dai Bike Patrol del Cervino. L’unione perfetta di natura e intervento umano è uno dei punti di forza che contraddistinguono questa spettacolare oasi di divertimento per gli amanti della mountain bike (ve ne abbiamo parlato qui).

Valtournenche MTB - wall ride

Il bike park è cresciuto in modo rapido e deciso negli ultimi due anni, diventando una delle mete preferite per gli amanti dell’enduro e del freeride, italiani e stranieri. Infatti la particolarità dei trail è la lunghezza, con discese interminabili e appaganti, in particolare per quelli che partono da Cime Bianche Laghi, arrivo della seconda tranche della cabinovia con servizio di trasporto bici. È così possibile replicare o quasi l’esperienza della rinomata competizione internazionale Maxi Avalanche, storica DH Marathon con partenza dal Plateau Rosa e arrivo nei pressi del centro abitato di Cervinia (l’itinerario Dark Trail 1 non è sempre aperto ed è vincolato all’autorizzazione giornaliera alla salita tramite le funivie. Informarsi precedentemente presso i punti informazione delle funivie del Cervino). Purtroppo, a causa dell’emergenza da Coronavirus, l’edizione 2020 – altrimenti in programma il 25 e 26 luglio – è saltata, così l’appuntamento con i migliori atleti d’Europa è rimandato all’anno prossimo.

Valtournenche MTB - plateau rosaAccanto ai trail storici, che scendono da Cime Bianche Laghi e Plan Maison con le loro numerose varianti, sono da qualche anno affiancati da una picchiata negativa di grande effetto, il rinnovato Rock&Wood Trail. Si tratta di una discesa di stampo North Shore che si sviluppa per circa un chilometro in una delle zone boschive più suggestive di Breuil-Cervinia. Con una pendenza media del 16,6% è forse il trail tecnicamente più sfidante del bike park. Qui gli amanti delle strutture in legno sono soddisfatti dalla loro abbondanza, è infatti realizzato per circa il 30% con strutture artificiali. La discesa vera si raggiunge dopo aver percorso per circa 3 km il Trail 2 di Cime Bianche Laghi, uno dei più lunghi, vari e divertenti del comprensorio.

Valtournenche MTB -rock & wood

Una delle novità di questa stagione, partita ufficialmente il weekend del 20 e 21 giugno, è la trasformazione di un trail di media difficoltà in un tracciato adatto ai principianti, con l’inserimento di specifiche varianti più facili – le cosiddette “chicken line” – che permettono a chi si è avvicinato da poco a questo sport di evitare i passaggi più tecnici e compressi, come salti o tratti ripidi e scassati. Il bike park continua a evolversi, con i Bike Patrol impegnati nella tracciatura e realizzazione di un nuovo tracciato enduro, costellato di tratti tecnici e trialistici, per rendere l’offerta sempre più ampia e varia e alzare il livello di uno spot sempre di caratura sempre più internazionale.

Valtournenche MTB - cime bianche laghi

L’attenzione alle eBike

Un capitolo a parte va dedicato alla nascita di questa nuova frontiera del divertimento a due ruote, le biciclette a pedalata assistita. Questo nuovo modo di vedere la mountain bike ha preso piede nelle regioni alpine, ricche di salite lunghe e ripide, il loro naturale terreno di caccia. Questo nuovo modo di vedere la mountain bike ha costretto a studiare nuovi itinerari, per offrire a una clientela naturalmente più ampia un’ulteriore opportunità di svago e divertimento. Si tratta soprattutto di turisti meno esperti e con poco tempo a disposizione, da indirizzare su itinerari specifici e con apposita cartellonistica informativa, senza dimenticare i necessari punti di ricarica per le diverse tipologie di motori/batteria.

Valtournenche MTB - epic ride

Anche la Valtournenche si sta attrezzando, infatti l’anno scorso è stato inaugurato il più alto percorso in eBike delle Alpi, ai 2.800 m di Cime Bianche Laghi. L’inedito tracciato è lungo 2,4 km e costeggia tutto il lago alpino omonimo, con il Cervino che si riflette nelle sue acque. Il percorso è all’altezza del panorama, consentendo di congiungersi con i trail 2 e 12, che si snodano nella zona alta della pista invernale del Ventina e che permettono poi di scendere sino all’abitato di Cervinia, per un dislivello negativo di circa 1.500 metri.

Diverse sono le opzioni per raggiungere questo tracciato a misura di eMTB: i più preparati fisicamente possono pedalare lungo la strada sterrata del Ventina sino all’arrivo della stazione funiviaria di Cime Bianche Laghi, per 5 km di salita; altrimenti chi ama la comodità può sfruttare gli impianti di risalita sulla direttrice Cervinia-Plan Maison-Cime Bianchi Laghi grazie allo speciale biglietto Bike Park del Cervino.

Valtournenche MTB - plan maison

I trail e tour consigliati

Plan Maison – Trail 1, varianti 1A-1B-1C (Napo Trail)

Lunghezza 2,4 km, dislivello -413 m
Difficoltà: rosso

Un classico di Cervinia, un trail di medio livello, divertente e completamente lavorato dalla mano dei trail builder, adatto ai biker dotati di buona tecnica di guida in discesa. Sul tracciato sono presenti numerosi drop, paraboliche e passerelle. Sono presenti diverse varianti che rendono il percorso ripetibile più volte amplificando il divertimento.

Cime Bianche Trail – 2/4

Lunghezza 5,4 km, dislivello -838 m
Difficoltà: rosso

Un tracciato dalle vedute mozzafiato, immerso in uno scenario di alta montagna che pochi altri bike park possono vantare in Europa. Si parte dalla quota impressionante prossima ai 3.000 metri di altitudine per poi scendere a valle in un tripudio di guadi, drop, paraboliche, rock garden naturali e tanta natura incontaminata.

Valtournenche MTB - lago

Il Vecchio Trenino Trail – 3

Lunghezza 2 km (totali 6 km), dislivello -838 m
Difficoltà: rosso

Sempre con partenza da Cime Bianche Laghi, è un percorso suggestivo, tra la storia recente della costruzione del bacino artificiale del Goillet: opera ingegneristica di grande fascino, si offre nella sua nuova veste di “balconata” sulla conca del Breuil, dove sua maestà il Monte Cervino si staglia con tutta la sua imponente bellezza. Adatto a diverse tipologie di bikers, può essere percorso utilizzando il Trail 2 Cime Bianche o in direzione opposta prendendo la telecabina di Valtournenche.

Cieloalto Trail – 5

Lunghezza 5,8 km, dislivello -838 m
Difficoltà: nero

Qui la difficoltà si alza, con l’affascinante e sfidante variante al Trail 2 di Cime Bianche che si snoda in una foresta di larici nella zona denominata Cieloalto. È una vera chicca per gli amanti dell’enduro, destinata a piacere a chi cerca contenuti tecnici immersi nella natura.

Valtournenche MTB - rocce

Layet Trail – 7

Lunghezza 8,2 km, dislivello -838 m
Difficoltà: rosso

Altra variante del Trail 2, chiamato “Il percorso canadese” dai local: si snoda nell’area boschiva meglio conosciuta come Lago Bleu. Prettamente enduristico, il tracciato offre numerosi scorci sui ghiacciai delle Grandes Murailles, affascinante catena montuosa che sovrasta la conca del Breuil. Il ritorno verso la base degli impianti di risalita è pedalato, e costeggia il bel Lago Bleu, specchio d’acqua conosciuto da abitanti e turisti per la caratteristica colorazione turchese delle sue acque.

Rock&Wood Trail – 8

Lunghezza 7 km, dislivello -838 m
Difficoltà: nero

Il rinomato trail d’impronta North Shore, con una lunghezza di circa 1 km, 160 m di dislivello negativo e una pendenza media del 16,6 %, che può essere considerato il sentiero più impegnativo del bike park. Realizzato per il 30% con passerelle in legno, si raggiunge dopo aver percorso circa 3.000 metri di discesa sul Trail 2 di Cime Bianche Laghi.

Cervinia - freeride

I magici scorci di Promoron – 11

Lunghezza 8 km (solo andata), dislivello -400 m
Difficoltà: blu

Un itinerario pedalato perfetto per chi non vuole utilizzare gli impianti di risalita. Adatto a famiglie e amanti della natura, ha come inizio l’abitato di Breuil-Cervinia. Parte da davanti alla chiesa e, dopo aver costeggiato il campo da golf e il bel laghetto della pesca sportiva denominato “Baia delle foche”, si raggiunge il sentiero che conduce a Perreres (una parte è consigliabile farla a piedi). Da qui una bella strada bianca conduce fino al vecchio abitato di Promoron, attraversando gallerie nella roccia, ruscelli e ambienti naturali unici per fascino e panorama.

Grande Tour del Colle Superiore di Cime Bianche

Lunghezza 18 km, dislivello 980 m
Difficoltà: impegnativo

Chiudiamo con un anello pedalato (qui la descrizione con possibilità di scaricare la traccia GPS: www.lovevda.it/it/banca-dati/7/mountain-bike/breuil-cervinia/grande-tour-del-colle-superiore-delle-cime-bianche/2828). Si tratta di un percorso impegnativo, che si svolge nella conca del Breuil e si sviluppa in quota, percorrendo asfalto, sterrate e sentieri. Si parte dal piazzale degli impianti delle funivie di Breuil (2.000 m) e si sale verso il lago artificiale di Goillet, per poi arrivare alla stazione di Cime Bianche Laghi (2.831 m). Da qui si prosegue su sterrata verso il colle e, prima di giungere alla stazione di arrivo della seggiovia, si gode di una magnifica vista sulla conca di Rollin e il Gran Lago. Si scende quindi verso il colle inferiore di Cime Bianche, risalendo poi lungo la linea della seggiovia Du Col. Arrivati alla sommità, parte la lunga discesa sino alla stazione di monte della seggiovia Salette. Qui si imbocca il sentiero 107 e si prosegue, dopo un breve tratto con bici in spalla, verso la Manda superiore per poi ridiscendere sino all’ex pista di bob di Cervinia.

Valtournenche - Epic Ride

Info

Bike Park Breuil-Cervinia: www.cervinia.it

Assistenza noleggio e ricambi
Uainot: tel 0166 940231
Nol Ski tel 0166949550
Sport Center: tel 0166 948077
Cervinia MTB Experience: mail cerviniamtbexperience@hotmail.com, tel 3385865016

Guide ed accompagnatori
Associazione Valdostana Maestri di MTB
info@maestrimtb.comwww.maestrimtb.com

Hotel
consorzio@breuil-cervinia.it

[Foto: Nicolò Venturin Chabloz, Dan Milner]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui