Home Mtb Eventi Van Aert non si ferma, primo anche a Ronse

Van Aert non si ferma, primo anche a Ronse

0

“Cinque su cinque”, per la quinta volta consecutiva Wout Van Aert ha alzato le braccia in segno di vittoria nella prima prova del Bpost Bank Trofee di ciclocross, valevole per il Gran Premio Mario De Clercq, che si è disputata a Ronse, nella regione fiamminga del Belgio, col conforto di un tiepido sole autunnale.

Ma questa volta, a differenza delle precedenti quattro, per il ventunenne talento belga il successo è stato particolarmente ricercato e sofferto, avendo egli subito a lungo l’iniziativa dei suoi antagonisti, specie il pimpante olandese Lars Van der Haar, per poi reagire con grande determinazione ed imporre la stoccata vincente nelle concitate battute conclusive. L’accelerazione finale di Van Aert è stata rabbiosa e micidiale ed ha avuto ragione, infine, di Kevin Pauwels (ha mollato proprio negli ultimi metri), Lars Van der Haar e Sven Nys che avevano condiviso con Van Aert l’azione decisiva a metà gara.

“Non mi sentivo molto bene oggi. Quando eravamo in fuga ho pensato a lungo che gli altri erano più forti di me, più volte ho dovuto rincorrerli”. Con molta sincerità Van Aert, stremato per il forcing finale, non ha difficoltà ad ammettere, subito dopo l’arrivo, la sua tribolata prestazione, in ogni caso vittoriosa.

Al momento è in testa a tutte le classifiche: il ranking Uci, la Coppa del mondo, Il Trofeo Superprestige e il Bpost Bank Trofee. E domenica prossima a Valkenburg, in Olanda, dovrà difendere uno di questi primati, quello più importante, vale a dire la Coppa del mondo. Non è dato sapere, al momento, se l’iridato Mathieu Van der Poel potrà fare il suo esordio stagionale in quella occasione. La cosa appare improbabile. Sarà quindi Van der Haar ad avvalersi in modo esclusivo del tifo dei propri connazionali per contrastare l’egemonia di Van Aert, oggi apparso vulnerabile ma non imbattibile. Il fuoriclasse Sven Nys pur essendo rimasto ai piedi del podio ha dimostrato, manco ce ne fosse stato bisogno, la sua classe ineguagliabile ed in questa sua ultima stagione troverà le occasioni giuste per lasciare il segno, quando le rivalità, nel corso della stagione, potranno costituire per lui qualche decisiva opportunità.

Van Aert al comando di tutte le principali challenge stagionali (Foto organizzatori) Van Aert al comando di tutte le principali challenge stagionali (Foto organizzatori)

Nella prova Elite donne la trentaduenne ceca Pavla Havlikova, già vittoriosa in due gare nella Repubblica Ceca e domenica scorsa a Dielsdorf, in Svizzera, ha messo in campo la sua abilità e la sua scioltezza nel salire e scendere gli impegnativi dislivelli del circuito di Ronse. Con lei sul podio la belga Jolien Verschueren e l’inglese Nikki Harris. Al di sotto delle aspettative la campionessa nazionale belga Sanne Cant, giunta quarta con un ritardo di 1’17”,

Tra gli Under 23 il belga Eli Iserbyt, vinceva la sua prima gara in questa categoria mentre tra gli Juniores l’olandese Jens Dekker vinceva il confronto con la folta e qualificata rappresentanza belga.

La seconda prova del Bpost Bank Trofee, la più impegnativa delle otto complessive, è prevista per il 1° novembre a Oudenaarde e coincide con il circuito del “Koppenbergcross”.

Ufficio stampa Fci