World Cup MTB 2019: Vincitori e vinti

0
Una fase della gara XCO Elite Women di Snowshoe
Una fase della gara XCO Elite Women di Snowshoe

DH Women Elite: la tattica di Tracey Hannah dà i suoi frutti

Tracey Hannah vince la World Cup DH 2019 tra le ragazze
Tracey Hannah vince la World Cup DH 2019 tra le ragazze

Tracey Hannah (AUS) è la nuova vincitrice della Coppa del Mondo DH. L’australiana si è assicurata il suo primo grande titolo con una gara intelligente e una buona dose di lungimiranza. Dopo la sua seconda vittoria della stagione a Les Gets, Hannah ha allungato in classifica generale di fronte alle sue rivali. Facendo tesoro della sua esperienza, la 31enne sapeva di potersi assicurare la classifica generale, anche se ha guidato con più attenzione di quanto non faccia normalmente – gareggiando ben entro i suoi limiti senza rischiare cadute e infortuni. Anche un quinto posto a Snowshoe non avrebbe impedito ad Hannah di salire sul gradino più alto del podio alla fine della giornata. Quando ha tagliato il traguardo, l’australiana ha naturalmente festeggiato il suo nuovo titolo con la famiglia e gli amici.
La competizione è stata feroce sulle Appalachian Mountains. Marine Cabirou (FRA), la sorpresa della stagione, ha portato a casa la sua terza vittoria in Coppa del Mondo, finendo davanti alla connazionale francese Myriam Nicole, fresca campionessa del mondo. La nostra Veronika Widmann (ITA) ha conquistato un ottimo terzo posto, davanti a Tahnée Seagrave (GBR) e Tracey Hannah (AUS).

DH Men Elite: Feroci avversari in pista, migliori amici al paddock

Loic Bruni vince la battaglia finale con il connazionale Amaury Pierron per la World Cup DH maschile
Loic Bruni vince la battaglia finale con il connazionale Amaury Pierron per la World Cup DH maschile

Fianco a fianco, Amaury Pierron e Loic Bruni (entrambi francesi) hanno visto Danny Hart (GBR) segnare il miglior tempo all’ultimo round di Coppa negli Stati Uniti. La battaglia tra Bruni e Pierron, con tutte le sue ramificazioni, non poteva essere immaginata dai più grandi romanzieri del mondo. Pierron partiva presto, stabilendo il tempo da battere e rimanendo seduto a lungo sulla hot seat. I dieci atleti scesi dopo di lui non sono riusciti a battere il suo tempo. Con solo Bruni e Hart in attesa alla linea di partenza, tutto doveva ancora essere scritto. Se Pierron avesse vinto a Snowshoe, Bruni avrebbe dovuto finire almeno terzo per vincere la Coppa del Mondo DH. Bruni ha iniziato nervosamente fuori dalla top 3 ai primi split. Solo un ultimo settore veloce e senza sbavature lo ha portato al terzo posto con il titolo virtualmente suo. Alla fine si è verificato un miracolo. Danny Hart ha dato il massimo, in una gara in crescendo che lo ha visto passare dal sesto posto del primo intertempo sino alla vittoria finale. Bruni è così scivolato al quarto posto, ma a causa del secondo posto finale di Amaury, Loic ha conquistato la Coppa di specialità con solo 40 punti di vantaggio sul connazionale.

Danny Hart chiude la stagione della World Cup DH 2019 con una vittoria
Danny Hart chiude la stagione della World Cup DH 2019 con una vittoria

Quando Hart ha tagliato il traguardo con il suo tempo evidenziato in verde, Pierron è stato il primo a congratularsi con il suo collega e rivale francese, dimostrando quanto sia speciale il duello tra i due. Potrebbero essere acerrimi rivali quando il cronometro è acceso, ma sono tra i migliori amici quando i secondi non contano. Con il suo nuovo titolo, Bruni si unisce all’illustre gruppo di corridori che nella stessa stagione sono diventati campioni del mondo e vincitori della Coppa del mondo: solo Francois Gachet (FRA: 1994), Nicolas Vouilloz (FRA: 1995, 1996, 1998, 1998, 1999) e Sam Hill (AUS: 2007) hanno raggiunto questa impresa prima di Bruni.

XC Women Elite: Courtney vince la Coppa del Mondo nella seconda stagione tra le Elite

Dopo il Mondiale XCO femminile 2018, Kate Courtiney trionfa in World Cup quest'anno
Dopo il Mondiale XCO femminile 2018, Kate Courtiney trionfa in World Cup quest’anno

La scorsa stagione, Kate Courtney (USA) ha sorpreso tutti quando è diventata Campionessa del Mondo a Lenzerheide. Quest’anno, aggiunge la Coppa di specialità alla sua lista di successi, dimostrando agli appassionati di mountain bike che ha tutte le carte in regola per diventare una delle più grandi interpreti del cross country. Lo scontro finale tra Courtney e Jolanda Neff (SUI) si è concluso solo domenica 8 settembre. Con un terzo posto nello Short Track di venerdì e un quinto posto sulla distanza olimpica, l’americana è riuscita a trasformare il suo deficit iniziale di 73 punti in un titolo. Dopo una stagione estenuante, la svizzera non è stata in grado di raggiungere i risultati desiderati sulle montagne della Virginia occidentale, con un 16° (XCC) e un 11° posto (XCO), ma è comunque riuscita ad assicurarsi la seconda posizione nella battaglia per la classifica generale. Come da consuetudine, Jolanda non ha dato segni di frustrazione e delusione, congratulandosi con Courtney per la vittoria e mostrando un grande sorriso sul viso durante la sessione fotografica per il trofeo. Con tre vittorie XCO e due successi nello Short Track, l’americana ha potuto alzare al cielo la Coppa del Mondo XC 2019.

Jenny Rissveds vince lo Short Track di Snowshoe
Jenny Rissveds vince lo Short Track di Snowshoe

Tutti i duelli per la vittoria finale della stagione sono stati un’avventura emozionante. Jenny Rissveds (SWE) si è aggiudicata la vittoria nella gara di Short Track di venerdì, ma non nel suo tradizionale modo. Durante il suo attacco al quinto giro (degli otto in programma) prima di una ripida salita, la svedese è caduta contro una barriera ed è stata costretta a scendere dalla sua bici. L’unica cosa che poteva fare era prendere la sua MTB e ripartire in salita. Quell’errore l’ha costretta a combattere ancora una volta fino all’ultimo giro, per una lunga ed estenuante battaglia.

L'emozionante abbraccio a fine gara XCC tra Jenny Rissveds e la neo campionessa del mondo XCO Pauline Ferrand-Prevot
L’emozionante abbraccio a fine gara XCC tra Jenny Rissveds e la neo campionessa del mondo XCO Pauline Ferrand-Prevot

La lotta nella gara XCO è stata altrettanto feroce. Mentre Anne Terpstra (NED) ha forzato il ritmo all’ultimo giro, è stata l’esperienza della francese Pauline Ferrand-Prevot a decidere la gara. Con un lungo inseguimento e una brillante manovra di sorpasso, l’attuale campionessa del mondo è stata la più veloce della giornata.

XC Men Elite: Duetto elvetico sugli Appalachi

Dopo il Mondiale anche la Coppa di specialità per Nino Schurter
Dopo il Mondiale anche la Coppa di specialità per Nino Schurter

Nino Schurter (SUI) continua il suo percorso di leggenda del cross country, raggiungendo tre pietre miliari questo fine settimana. Con la sua ottava vittoria nel Campionato del Mondo di MSA, l’atleta svizzero si trova ora in cima alla classifica per il numero di maglie iridate, mentre la sua vittoria nello Short Track di venerdì lo colloca ufficiosamente sullo stesso piano di Julien Absalon (FRA), con 33 sigilli in Coppa del Mondo ciascuno, ma Absalon ha raggiunto il suo record senza gare XCC, che sono entrate nel calendario della Coppa del Mondo dalla scorsa stagione, così Schurter avrà ancora un record da inseguire nel 2020. La sua vittoria nello Short-Track ha anche portato Schurter in vetta alla Coppa del Mondo, un titolo che ha conquistato sette volte, ma questo è successo con un pizzico di fortuna. Il 33enne ha beneficiato di una caduta del brasiliano Henrique Avancini, superandolo nello stesso punto in cui Rissveds è caduta nella gara femminile.

Doppietta svizzera a Snowshoe: primo Forster, secondo Schurter
Doppietta svizzera a Snowshoe: primo Forster, secondo Schurter

Domenica è stata un’altra storia. Un problema alla ruota posteriore di Schurter gli è costato il vantaggio iniziale, con Avancini che si è mosso rapidamente per prendere il sopravvento, costringendo Schurter in una battaglia da dietro. La macchina svizzera è riuscita a colmare ancora una volta il divario con i leader, unendosi al gruppo formato da Avancini, dal compagno di squadra Lars Forster (SUI) e da Maxime Marotte (FRA). Con una mossa audace, presa a prestito dal repertorio di Ferrand-Prévot, Forster ha spinto sull’acceleratore con Schurter che non è stato in grado di contrastarlo. Così Forster ha festeggiato la sua prima vittoria in Coppa del Mondo, congratulandosi con il suo compagno di squadra e connazionale.

Quattro motivi per cui il 2020 sarà la stagione più spettacolare di sempre!

Una fase della gara XCO Elite Women di Snowshoe
Una fase della gara XCO Elite Women di Snowshoe
  • 1. La lista delle partenti nella Downhill femminile sarà piena di talento. Tahnée Seagrave e Myriam Nicole torneranno a tempo pieno. Nina Hoffmann (GER) e Rachel Atherton (GBR) saranno pronte a correre di nuovo al rientro dai rispettivi infortuni. Marine Cabirou ha scritto il suo nome tra le migliori al mondo, e Vali Höll (AUT) ha dominato nel 2019 tra le Junior, dove spesso ha fatto segnare tempi che rivaleggiavano con le migliori delle Women Elite.
  • 2. Il forte contingente britannico, l’americano motivato, il GOAT (il più grande di sempre) Greg Minnaar (RSA) e Troy Brosnan (AUS) cercheranno di salire sul gradino più alto la prossima stagione per uscire dall’ombra dei francesi Loic Bruni, Amaury Pierron e Loris Vergier.
  • 3. Nel cross country femminile, lo scenario è scritto per una battaglia a cinque per la classifica generale. Terpstra, Ferrand-Prévot e Rissveds si uniranno alla lotta tra Neff e Courtney. Non contiamo nemmeno Sina Frei (SUI), che ha dimostrato di avere le carte in regola per gareggiare al meglio con le migliori al mondo già al suo primo anno tra le Elite.
  • 4. Schurter sarà sotto tiro non solo da parte di Mathieu van der Poel (NED). Sulla strada per la sua 33a vittoria in XCO, Schurter dovrà tenere a bada un forte gruppo di inseguitori. Ondřej Cink (CZE), Gerhard Kerschbaumer (ITA), Mathias Flueckiger (SUI), Henrique Avancini (BRA) e i tre francesi Maxime Marotte, Jordan Sarrou e Stéphane Tempier vogliono frenare l’avanzata di Schurter. Con la stagione olimpica dietro l’angolo, sarà emozionante vedere come Van der Poel riuscirà a bilanciare i suoi impegni tra MTB, ciclocross e strada.
Valentina Holl, dominatrice tra le junior in Coppa DH 2019, possibile grande protagonista tra le Elite il prossimo anno
Valentina Holl, dominatrice tra le junior in Coppa DH 2019, possibile grande protagonista tra le Elite il prossimo anno

Classifiche
Short Track Elite Women
1 Jenny Rissveds (SWE)
2 Pauline Ferrand-Prevot (FRA)
3 Rebecca McConnell (AUS)

Short Track Elite Men
1 Nino Schurter (SUI)
2 Titouan Carod (FRA)
3 Jordan Sarrou (FRA)

XC Under23 Women
1 Evie Richards (GBR)
2 Laura Richards (AUT)
3 Loana Lecomte (FRA)

XC Under23 Men
1 Filippo Colombo (SUI)
2 Jofre Estape Cullel (ESP)
3 Maximilian Brandl (GER)

XC Elite Women
1 Pauline Ferrand-Prevot (FRA)
2 Anne Terpstra (NED)
3 Annie Last (BGR)

XC Elite Men
1 Lars Forster (SUI)
2 Nino Schurter (SUI)
3 Maxime Marotte (FRA)

DH Junior Women
1 Valentina Holl (AUT)
2 Anna Newkirk (USA)
3 Millie Johnset (NOR)

DH Junior Men
1 Thibaut Daprela (FRA)
2 Luke Meier-Smith (AUS)
3 Matthew Sterling (USA)

DH Elite Women
1 Marine Cabirou (FRA)
2 Myriam Nicole (FRA)
3 Veronika Widmann (ITA)

DH Elite Men
1 Danny Hart (BGR)
2 Amaury Pierron (FRA)
3 Charlie Harrison (USA)

Le classifiche complete qui: www.uci.org/mountain-bike/events/mercedes-benz-uci-mountain-bike-world-cup

[foto: Red Bull Content Pool]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui