Pubblicità
Home Mtb Test Bollé Adapt MIPS e B-Rock Pro il nostro test
Pubblicità

Bollé Adapt MIPS e B-Rock Pro il nostro test

0
Bollé Adapt MIPS e B-Rock Pro - review

Abbiamo provato a lungo una combinazione di casco e occhiali Bollé che offre un eccellente mix tra comfort, prestazioni e protezione.

Il casco Adapt MIPS è il nuovo arrivato nel catalogo Bike del marchio francese, mentre gli occhiali B-Rock Pro rappresentano un’evoluzione di un apprezzato modello già a catalogo. Entrambi spiccano per il design moderno e originale, che risponde in modo eccelso alle moderne richieste del mountain biking. Vediamo ora come sono fatti e come si sono comportati sul campo.

Adapt MIPS

Adapt MIPS è un casco aperto per MTB, nato con l’obiettivo di mantenere fresca e protetta la testa del biker. Questo risultato è raggiunto con l’utilizzo di una calotta in EPS a diverse densità, del sistema di protezione supplementare MIPS per quanto riguarda la sicurezza, e di grandi prese d’aria e di un’imbottitura in Coolomax in fatto di termoregolazione.

Bollé Adapt MIPS - 01Caratteristiche tecniche

  • costruzione in AViD Progressive EPS, 13 prese d’aria
  • ampia protezione su tempie e nuca
  • visiera regolabile su tre posizioni
  • imbottitura in Coolmax
  • cinghietti sottili con regolazioni antiscivolo e antitorsione
  • regolazione della calzata Click-to-Fit
  • protezione dagli urti rotazionali MIPS.
  • tre taglie disponibili:S 52-55 cm, M 55-59 cm, L 59-62
  • quattro combinazioni cromatiche: Quarry Matte Gray (in prova), Brick Matte Red, Matte White, e Matte Black
  • peso rilevato di 354 g (taglia M)

Ci soffermiamo sul design e sugli accorgimenti adottati da Bollé per la massima sicurezza del biker, partendo da dalla costruzione AViD Progressive EPS. Per creare caschi performanti contro tutti i tipi di impatti, i dettagli sono fondamentali, così serve un approccio brillante al problema. Il materiale EPS con spessore uniforme, usato tradizionalmente nel settore, garantisce un assorbimento efficace degli urti ad alta energia. L’EPS a bassa densità fornisce invece prestazioni superiori contro gli impatti meno gravi. Bollé ha deciso di adottare una combinazione di densità differenti, secondo l’approccio AViD, ottimizzando la forma e il numero dei canali di ventilazione per ridurre la densità nella parte superiore.

Bollé Adapt MIPS - 02Il risultato è un casco più leggero e meglio ventilato, con una capacità di assorbimento progressivo degli urti, funzionale in una più ampia gamma di situazioni. Nel dettaglio, Bollè ha utilizzato uno strato a bassa densità al centro, capace di comprimersi completamente per attenuare forti impatti. Nell’area esterna invece è impiegato uno strato ad alta densità, che gestisce al meglio gli urti che generano alta energia.

Ma non finisce qui, perché ritroviamo la tecnologia più diffusa per la gestione dei dannosi urti multidirezionali, la rinomata MIPS (ecco come funziona). Consente al casco di scivolare rispetto alla testa, aggiungendo una protezione superiore dal movimento rotatorio al cervello causato dagli impatti angolati. Bollé ha adottato un approccio evoluto, creando un sistema omogeneo che funziona meglio di due parti indipendenti – calotta e MIPS – oltre a donare un look più leggero, per una vestibilità comoda anche nelle uscite più lunghe.

Tra i dettagli degni di nota il sistema di regolazione della calzata Click-to-Fit, semplice e preciso con la sua rotella micrometrica e la personalizzazione addizionale in altezza su tre posizioni. È così possibile arrivare con facilità e immediatezza a un mix efficace tra stabilità, vestibilità e comfort. Ottime anche le imbottiture in Coolmax, applicata nella zona frontale del casco e all’interno del sistema di regolazione della calzata sulla nuca, capaci di dissipare con efficacia il calore e il sudore, oltre a restituire un feeling piacevole sulla testa. Per finire, la visiera compatta è regolabile su tre posizioni, per adattarsi a ogni condizione di guida e lasciare lo spazio sufficiente per l’impiego della mascherina da MTB.

B-Rock Pro

Gli occhiali B-Rock Pro rappresentano un’evoluzione del modello B-Rock già provato e testato (qui il test online). Questa versione rappresenta deciso passo in avanti in fatto di protezione con una montatura ancora più avvolgente ed estesa in particolare sui lati. Il para-sudore all’interno del frame e l’ampio campo visivo della lente in singolo pezzo assicurano una visione nitida e un comfort di altissimo livello.

Bollé B-Rock Pro - 01Questi i pilastri portanti di B-Rock Pro:

  • lenti fotocromatiche in NXT con trattamento anti-graffio, oleofobico, e anti-appannamento P80+
  • montatura in Thermogrip
  • nasello regolabile
  • peso rilevato di 34 g
  • cinque combinazioni cromatiche: Matte Black con lente Vermillon Gun o Brown Red; Matte White con lente Clear Green (in test); Shiny Black con lente Brown Gold; Navy Shiny con lente TNS ICE cat 3

A parte gli ultimi due, gli altri montano lenti Phantom fotocromatiche. Queste, sviluppate per il ciclismo, offrono una protezione totale contro i raggi UV, una nitidezza eccellente e un grande comfort visivo.

Ci soffermiamo sulla tecnologia Phantom, sviluppata in collaborazione con Essilor Sun Solution (qui il nostro approfondimento). È realizzata in NXT, un materiale che permette di migliorare la definizione visiva, oltre a essere dotata di un filtro fotocromatico molecolare per adattarsi a ogni condizione di illuminazione (passa da una categoria 1 a 3 in meno di 30 secondi) e di un filtro ad alto contrasto per migliorare la precisione cromatica e profondità della visione, per distinguere meglio gli ostacoli.

On The Trail

Bollé Adapt MIPS e B-Rock Pro - action 02Già conoscevamo gli occhiali B-Rock, apprezzati per l’ampia lente protettiva, la funzionale tecnologia fotocromatica, e la ventilazione efficace. Invece il casco Adapt MIPS rappresenta una novità assoluta.

Partiamo da questo, un modello dal look compatto e avvolgente, con una calzata sicura e comoda. Ma non è certo l’ottimo lavoro a braccetto svolto da sistema di regolazione e imbottiture che colpisce, bensì il design evoluto. Il guscio mostra un mix tra forme tonde e angoli vivi, con un profilo inferiore nero a contrasto con la parte superiore grigia. La prima si estende in basso soprattutto su nuca e tempie, oltre che sulla fronte, per fornire una protezione supplementare da urti e graffi.

Sui lati l’eccellente lavoro svolto da Bollé è ancora più evidente, con il profilo netto nel passaggio da tempie a fronte. Qui due alette protettive scendono verso il basso a proteggere l’inserimento anteriore dei cinghietti, entrambi vincolati alla calotta come si richiede a un moderno casco aperto da trail/enduro. Perfetta anche l’integrazione del sistema MIPS, con un guscio interno progettato ad hoc per ospitarlo, migliorando così in un colpo solo vestibilità e sicurezza.

La ventilazione si mantiene su buoni livelli, con 13 feritoie in totale: cinque frontali sviluppate in altezza, quattro nella parte centrale, e altrettante sul retro. Il passaggio dell’aria è efficace, merito anche della canalizzazione interna con il sistema MIPS che non aderisce completamente al guscio.

Bollé Adapt MIPS e B-Rock Pro - actionNulla da eccepire sulla regolazione Click-to-Fit, almeno in chiusura: quando si deve stringere i click sono precisi, venendo a mancare il feedback in apertura. In ogni caso si ha sempre la percezione di quello che si sta facendo, con l’assenza di fastidiose zone di pressione, merito anche delle imbottiture in Coolmax giustamente estese e morbide sia sulla fronte sia sulla nuca. Queste mantengono anche un’apprezzabile capacità di assorbimento del sudore.

Passiamo agli occhiali, che offrono una lente molto capace nel gestire le diverse condizioni di illuminazione, dal pieno sole al bosco fitto, sia per rapidità sia per qualità della visione. Il trattamento anti-appannamento funziona a braccetto con le aperture di ventilazione sulla montatura. Questa è molto protettiva, soprattutto ai fianchi nella zona di transizione tra frame e asticelle. A livello estetico può piacere o meno, ma è innegabile che questo approccio migliori la sicurezza contro urti e graffi.

Bisogna anche considerare la compatibilità con diversi modelli di caschi, soprattutto con quelli dalla calzata particolarmente stretta e avvolgente. Per finire, le asticelle non sono regolabili né in altezza né in profondità, anche se integrano un morbido rivestimento interno che migliora il comfort. Il nasello è invece regolabile e sostituibile (uno di ricambio nella confezione).

Ci sentiamo di consigliare il casco Adapt MIPS a chi cerca un modello da trail biking dal look moderno e distintivo, e con un bilanciamento eccellente tra comodità e protezione. B-Rock Pro piaceranno invece a chi cerca un occhiali a singola lente, dall’ampio campo visivo e con funzionalità fotocromatica, con il plus di una montatura particolarmente protettiva.

Info: www.bolle.com/it/

Test Bollé: occhiali fotocromatici B-Rock

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità