Pubblicità
Home Wing Eventi Campionato Italiano Wing Foil, il report finale
Pubblicità

Campionato Italiano Wing Foil, il report finale

0

Il nostro collaboratore Riccardo Zorzi si è laureato a Formia Campione Italiano del Wing Foil Tour. Pubblichiamo il suo report.

Sono rientrato dall’ultima tappa del Campionato Italiano Wing FOIL tour che si è tenuta a Formia(Lt).
Siamo partiti venerdì con l’intento di entrare in acqua e provare lo spot già nel pomeriggio, memore dell’errore commesso a Puzziteddu, ma purtroppo il grande traffico non me lo ha permesso.
Sabato non si sono verificate le previsioni sperate, solo qualche sbuffo di vento, tale da non permettere nemmeno il posizionamento del campo di regata. Questa assenza di vento mi ha fatto preoccupare parecchio perché nel campionato solo un punto mi divideva da Francesco Cappuzzo.
La giornata di domenica prometteva vento così da convocare il primo skipper meeting alle 9.
L’attesa si è protratta fino alle 13, quando delle piccole raffiche hanno iniziato ad increspare il mare.
Improvvisamente un grande fermento ha iniziato ad animare la spiaggia, in pochi minuti dovevamo scendere in acqua per sfruttare appieno il vento.
Dovevo provare il materiale per decidere cosa utilizzare in gara, ma la prima scelta non è stata azzeccata, la vela 6.5 e il mast 101 non mi convincevano, poca velocità e troppo morbido in bolina.
A pochi minuti dalla partenza ero in spiaggia per sostituire l’attrezzatura con l’adrenalina a mille, preoccupato di non raggiungere lo start in tempo. Grazie al mio caddy, stravolgo la strategia usando il mio solito must da regata e una vela 5.5 mt
Sono giunto sulla linea di start a soli tre minuti dalla bandiera verde.
Non sono partito in buona posizione così da girare la prima boa quarto; da lì inizio a mettere nel mirino i primi che raggiungo facilmente, grazie ad un ottimo angolo di bolina merito delle mie nuove Wing.
Nel secondo giro copro i miei avversari in tutte le loro mosse, tagliando per primo il traguardo.
Questo risultato mi carica così da girare le due successive prove sempre al massimo, piazzandomi primo!
Purtroppo alla quarta regata ho iniziato a sentire la sete e la stanchezza; nonostante una buona partenza non sono riuscito a raggiungere Gollito e Francesco ed ho concluso in terza posizione.
In quel momento ho capito che, grazie allo scarto dell’ultima prova, sarei salito sul gradino più alto del podio aggiudicandomi per il secondo anno consecutivo il Campionato Italiano vincendo l’assoluto e Under 19 di Wing FOIL .
Se sono arrivato fino a qui è merito anche di tutti gli sponsor che stanno credendo in me, al mio preparatore atletico e grazie al supporto che mi sta dando la scuola, il Liceo Depero di Rovereto, che mi permette di allenarmi per migliorare e accrescere la mia preparazione in acqua.

La mia prossima regata?

Il mondiale a Campione del Garda.

A presto

Ricky

Articolo precedenteCronometro e bici, divertente e propedeutico
Articolo successivoLeatherman Bond: ritorno alle origini
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui