Home Mtb How To Guida pratica alla manutenzione della MTB
Pubblicità

Guida pratica alla manutenzione della MTB

0
Manutenzione - MTB in perfetta forma - dischi

I nostri migliori consigli e suggerimenti per la manutenzione della vostra mountain bike, per per tenerla in perfetta forma e continuare a pedalare più a lungo.

Le nostre biciclette sono uno strumento importante, non solo semplici compagne di giochi o allenamento ma anche mezzi di trasporto per il pendolarismo. Devono resistere alla prova del tempo per tenerci in sella, portandoci a destinazione o semplicemente farci allenare e divertire, il più a lungo possibile.

I danni causati da usura sono un ostacolo naturale per molti ciclisti, ma possono essere facilmente evitati. La necessaria cura e manutenzione – a partire dalla corretta pulizia, ne abbiamo parlato qui – può aiutare la vostra mountain bike a mantenere la sua piena funzionalità per continuare a pedalare con la massima efficienza e soddisfazione.

Trasmissione

Una trasmissione tenuta in forma vi permetterà di andare molto lontano. Come fare? È molto semplice: pulire e lubrificare con regolarità tutte le parti in gioco, a partire dalla catena.

Pulitela e asciugatela, ripetendo la procedura fino a quando la catena non lascia più detriti sul panno impiegato. Sostituite lo straccio – che non deve lasciare pelucchi – quando sporco. Una volta che la catena è finalmente pulita, potete finalmente applicare il lubrificante, facendo girare la catena per agevolare la distribuzione su ogni maglia, asciugando il liquido in eccesso con carta assorbente.

Manutenzione - MTB in perfetta forma - trasmissionePotrebbe non essere necessario eseguire questa procedura dopo ogni uscita, ma molto dipende dal percorso e dalle condizioni meteo. Per chi gira spesso in condizioni polverose o al contrario umide/fangose, è consigliata una pulizia regolare per prevenire ruggine e altri danni.

Anche una protezione per i foderi del carro dal lato trasmissione può aiutare a prevenire i danni causati dalla catena. Le cambiate, gli urti e le vibrazioni che arrivano dal terreno, fanno ondeggiare la catena – anche in presenza di meccanismi di prevenzione integrati nel cambio, Shimano o SRAM – con il rischio di graffiare il telaio. Un telaio moderno prevede una protezione adeguata in materiale plastico almeno sul fodero basso, usate pellicole protettive trasparenti dove necessario per la massima sicurezza.

Pneumatici

C’è un equilibrio difficile da trovare per gli pneumatici della bici: con una pressione elevata possono perdere trazione con facilità, al contrario una troppo bassa può portare a flessioni indesiderate in curva o a pizzicature, dove la gomma viene tagliata dai cerchi. Inoltre questi ultimi si potrebbero danneggiare quando si guida a bassa pressione.

Trovare la pressione ideale per le vostre necessità dipende da tre fattori significativi: il vostro peso, il volume dello pneumatico, e il terreno che state affrontando. In genere la pressione dovrebbe trovarsi in un range compreso tra 1,5 e 2,5 Bar (22 e 36 PSI circa). Per un biker leggero, la soglia massima potrebbe essere troppo elevata, perdendo in trazione. Viceversa, un biker pesante potrebbe trovarla troppo bassa, con una deformazione eccessiva e le pizzicature dietro l’angolo.

Manutenzione - MTB in perfetta forma - pneumaticiAnche il volume è determinante nell’influenzare la pressione d’esercizio. Una gomma con camera d’aria richiede in genere una pressione più alta rispetto alla stessa montata tubeless con liquidi sigillante. Neppure la costruzione deve essere sottovalutata: una carcassa robusta richiede qualche PSI in meno a parità di volume, garantendo maggiore sostegno nei confronti delle sconnessioni del terreno e quindi una superiore resistenza alle pizzicature.

Per finire, il percorso sui cui porterete la vostra mountain bike vi aiuterà a capire quale pressione scegliere. I terreni veloci e scorrevoli permettono valori inferiori. Al contrario, i fondi più accidentati – tra rocce e radici – richiedono una pressione più elevata per evitare pizzicature e danni ai cerchi.

L’obiettivo è sempre quello di raggiungere il miglior equilibrio tra grip, scorrevolezza, controllo e sicurezza. Una pressione ideale consentirà inoltre di far durare la bici più a lungo, prevenendo danni sia alle gomme sia ai cerchi.

Impianto frenante

Essere in grado di fermare la bici in modo sicuro è il modo migliore per tenere la bici in movimento. Può sembrare un paradosso, ma la manutenzione dei freni è uno degli aspetti più importanti da considerare sulla vostra mountain bike.

Lo sporco e l’umido possono causare seri problemi di usura per le pastiglie dei freni. È molto facile controllare il loro stato: basta rimuovere le ruote e verificare quanto materiale è rimasto su ogni pastiglia, e come è distribuito su ogni coppia.

Manutenzione - MTB in perfetta forma - freniSe una pastiglia è più consumata dell’altra, significa che l’impianto non è allineato in modo corretto. Quando le pastiglie sono completamente consumate, verificate se i dischi hanno subito ulteriori danni. Nel caso l’usura sia eccessiva, il rotore deve essere sostituito. Controllate anche la frenata, tirando le leve: l’azione non dovrebbe essere troppo morbida e “vuota”, con una resistenza percepibile e un punto preciso in cui le pastiglie mordono il disco bloccando la ruota. Se così non fosse, procedete con uno spurgo dell’impianto.

Se possedete il kit necessario e avete la necessaria manualità, procedete tranquillamente con lo spurgo nella vostra officina domestica (in cantina o in garage), altrimenti rivolgetevi a un meccanico qualificato. Spesso serve solo rimuove eventuali bolle d’aria, in casi estremi è invece necessario sostituire tutto il fluido idraulico, degeneratosi nel tempo.

Manutenzione - MTB in perfetta forma - pastiglieIl circolo virtuoso della manutenzione

La manutenzione della mountain bike è essenziale per garantirne la longevità. Che vi piaccia affrontare le colline dietro casa o sfidare più impegnativi sentieri montani, la cura della vostra bici dovrebbe essere sempre al primo posto. Bastano pochi minuti prima o dopo ogni uscita per verificare che tutto sia nelle condizioni per funzionare alla perfezione. Questo non solo aumenta la vostra sicurezza sulla bici, ma la farà anche durare più a lungo. È un circolo virtuoso, un effetto a catena, riducendo il costo dei pezzi di ricambio, oltre a posticipare nel tempo il loro acquisto.

Pulizia della bici, la guida pratica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui