Italian Bike Festival: nuovi accessori e componenti

0
Italian Bike Festival - DMT - cover

Dopo le mountain bike, soprattutto a pedalata assistita, ecco l’ultima parte delle novità viste all’Italian Bike Festival, il principale evento italiano dedicato al mondo del ciclismo. Parliamo di componenti e accessori esposti agli stand del Parco Fellini di Rimini.

DMT FK1

DMT FK1 - Italian Bike Festival - 01

La prima scarpa per pedali flat da DMT, un marchio attivo soprattutto nel mondo road e MTB XC. Il nuovo modello FK1 offre il comfort di una struttura interamente in maglia unito all’aderenza di una suola Michelin. La destinazione è ovviamente trail/enduro, con uno stile informale che sta bene anche nelle pedalate più informali in città.

La tomaia è interamente in Engineered Knit, con una grande vestibilità. La suola è invece Michelin con mescola OCX per una tenuta eccellente e una lunga durata. Non manca un rivestimento antiabrasione nelle zone di maggiore usura, con protezione extra sul puntale. Le misure vanno da 35 a 46, con un peso dichiarato di 335 g per la singola scarpa in misura 42.

Andreani SuperMousse Pac Evo Lite

SuperMousse Pac Evo Lite - Italian Bike Festival - 01Andreani ha presentato la nuova linea di mousse leggere per utilizzo MTB XC, gravel ma anche road. L’offerta è così completa, dopo SuperMousse Pac-1 introdotta l’anno scorso sempre all’Italian Bike Festival di Rimini (qui la nostra news), la versione a doppia mescola per impieghi MTB dal trail riding al gravity passando per l’enduro.

SuperMousse Pac Evo Lite - 02

Partiamo da Pac Evo Lite XCM/XCM, nata per il cross country e le granfondo, in taglia unica da 29” e ottimizzata per pneumatici da 2″/2,25”, con un peso di 66 g per gomma e un prezzo di 70 € la coppia, che comprende anche due valvole specifiche. È realizzata in uno speciale materiale crossed-link a celle chiuse che garantisce longevità all’inserto anche se impiegato in assenza d’aria (run flat).

Le altre versioni sono Pac Evo Lite Gravel, per pneumatici da 30 a 40 mm montati su cerchi da almeno 21 mm, e Pac Evo Lite Road, per gomme da 25 a 30 mm sempre montate su cerchi da almeno 21 mm di sezione.

SuperMousse Pac Evo Lite - 03

Le caratteristiche in comune sono: resistenza agli urti, ai tagli, all’abrasione e alla frattura; maggiore elasticità con la capacità di comprimersi sotto la pressione dell’aria; protezione del cerchio e dalla stallonatura della gomma; resistenza chimica a ogni tipo di liquido sigillante per tubeless; resistenza termica elevata, all’umidità e agli agenti atmosferici.

La sua caratteristica peculiare è la reazione proporzionale alle diverse pressioni di esercizio: il volume dell’inserto varia, diminuendo la cosiddetta isteresi che generalmente si crea tra esso, lo pneumatico e il terreno, assicurando così la massima scorrevolezza e reattività in configurazione tubeless, espandendosi nuovamente in caso di foratura.

Ochain

Ochain - Italian Bike Festival - 01

Tutto nasce nel 2014, come ci racconta Fabrizio Dragoni, figura storica del movimento downhill tricolore e mente geniale dietro al progetto Ochain, incontrato allo stand Supernova all’Italian Bike Festival. Nel settembre 2014, alla tappa World Cup DH di Hafjell in Norvegia, Neko Mulally portò a termine un’incredibile run senza catena (inserita nella nostra lista delle 10 migliori discese nella storia della DH). E solo un anno dopo arriva l’impresa di Aaron Gwin a Leogang, che addirittura vince! Da quel momento l’animo nerd da ingegnere – come afferma ironicamente Francesco – iniziò a rimuginare su quali vantaggi poteva offrire questa situazione a biker e bici. Eh sì, perché la sospensione posteriore è completamente libera dal tiro catena, cosa non da poco quando si tratta di leggere ogni singola asperità del terreno in discesa e gestire impatti importanti come atterraggi da salti o buche.

Ochain - grafico pedal kickback
Pedal Kickbak tipico nelle varie destinazioni d’uso su una full suspended con rapporto 32x21d – fonte: Ochain

Da quel momento è iniziata la fase di studio, progettazione e sviluppo di un prodotto che permettesse di guidare in modalità “chainless” senza però perdere la possibilità di pedalare, avvantaggiandosi della massiccia diffusione del sistema 1x per la corona anteriore. Dopo aver formato un gruppo di lavoro con ingegneri, appassionati e rider, si è data una struttura aziendale al progetto orientandosi a una produzione industriale di questo spider attivo. Nasce così Ochain, un componente flessibile che si adatta alla maggior parte degli standard presenti sul mercato con catene standard e BDC 104.

Ochain - GIF
Come funziona Ochain in relazione al tiro catena della sospensione posteriore di una MTB – fonte: Ochain

Ochain presenta tre opzioni per il setup, con ingaggio di 6°, 9° e 12°, così da offrire varie combinazioni tra efficienza nella pedalata e performance discesistiche, anche in base al pedal kickback della sospensione della propria MTB. Per una DH, il setup è di 12° per la massima fluidità della sospensione, ma molti preferiscono utilizzare 6° o 9° come su una enduro, secondo l’efficienza in pedalata e la capacità della sospensione posteriore nella prima parte del travel che si vuole, infine chi ama girare in bike park può scegliere tra 9° e 12°, sempre in base alle preferenze personali.

Ochain è disponibile per le più diffuse pedivelle nei vari standard con innesto Direct Mount – Shimano, SRAM, Hope, Race Face – con prezzi a partire da 299 €. Viene realizzato in lega 7075 T6 anodizzata nera, ha un peso di 128 g, la linea catena è di 52 mm (telai Boost), supporta corone con giro bulloni 104 BCD (da 30 a 36d).

RH+ Spring/Summer 2021

RH+ E-Bike Emergency jacket - Italian Bike Festival - 01

Per la prossima stagione la proposta del brand italiano RH+ prevede due mondi distinti: Road, dove troviamo il classico DNA del marchio per il ciclismo su strada, e la novità All Track studiata per l’off-road. Gravel, mountain bike ed eBike sono le discipline che fanno capo a questa nuova linea, interpretate secondo lo stile di RH+ con un occhio particolare allo stile, con colori di tendenza ma sobri allo stesso tempo, dando vita a prodotti molto funzionali e adatti a un utilizzo outdoor più allargato. In particolare la linea eBike presenta tessuti con grandi performance tecniche utilizzati per creare polo e T-shirt funzionali, sobrie, dove si riconosce lo stile del brand: capi sviluppati per pedalare ma anche perfetti per il tempo libero, per sentirsi sempre a proprio agio, unendo contenuti tecnici e stile.

All’Italian Bike Festival abbiamo visto la giacca E-Bike Emergency, un pratico guscio per la pedalata assistita e i viaggi, adatto pure all’utilizzo quotidiano quando c’è bisogno di protezione da vento e pioggia. È in tessuto Biomorphic 2.5 Adaptive Stretch che assicura un’impermeabilità di 5.000 colonne d’acqua abbinata a una grande traspirabilità. Da notare l’innovativo disegno delle tasche anteriori che possono essere fissate all’indietro per non creare ingombro quando si pedala, altrimenti il fissaggio è sull’anteriore. Il peso è di 195 g in taglia L (da S a XXXL, colorazioni Army, Absolute Blue, Black).

Altra novità è il casco 3in1, compatto su strada e allo stesso tempo versatile per un utilizzo off-road, grazie alle sue diverse tre configurazioni. Due le visiere fornite con due differenti lunghezze per adattarsi alle esigenze e allo stile di ogni tipologia di ciclista, facili da rimuovere e sostituire. Ottima l’aerazione con rete interna anti-insetto e cinturino traforato. Il nuovo sistema di regolazione Power Fit Evo Light garantisce invece un perfetto avvolgimento per dare stabilità anche con le sollecitazioni della guida off-road. Due sono le taglie, XS/M (54/57 cm) e L/ZL (57-61 cm), con un prezzo di 99,90 €.

Ursus Kodiak

Ursus Kodiak - Italian Bike Festival - 01

Vi presentiamo le ruote Ursus utilizzate da molti atleti di punta del cross country, tra cui Gerhard Kerschbaumer, che non ha bisogno di presentazioni. Ursus Kodiak nascono per dare il massimo in gara, grazie alla loro struttura solida e leggera, dalle performance elevate in fatto di mix tra comfort, aderenza e scorrevolezza. Si basano su cerchi in carbonio UD da 29”, con profilo alto 26 mm e canale interno da 24 mm, i mozzi sono Ursus XD40 in lega Al 7075 per freni a disco a sei fori, con cuscinetti a sfere ad alta scorrevolezza SKF, compatibili Boost ma anche 100×15/142×12 mm.

I raggi sono Sapim D-light neri a testa dritta, 28 anteriore e posteriori, con nippli esterni in alluminio sempre neri. Non manca il supporto della ruota libera SRAM XD oppure Shimano/SRAM 9/10v. È possibile personalizzarle scegliendo tra sei colorazioni per le grafiche. Il peso dichiarato è di 1.445 g per la coppia (665 g l’anteriore e 800 g il posteriore). Il prezzo di listino è invece di 1.800 euro.

Qui trovate la prima e la seconda parte delle novità 2021 viste all’Italian Bike Festival di Rimini, qui invece tutti i nuovi prodotti della prossima stagione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui