Home Mtb Atleti Mona Mitterwallner intervista alla dominatrice di XCO e MTB Marathon
Pubblicità

Mona Mitterwallner intervista alla dominatrice di XCO e MTB Marathon

0
Mona Mitterwallner ITW - ritratto Riva del Garda

La stagione appena conclusa è stata davvero incredibile per Mona Mitterwallner, dominando la scena cross country Under 23 e chiudendo con il sigillo ai Mondiali MTB Marathon Elite corsi sull’Isola d’Elba.

Ecco la nostra intervista alla 19enne austriaca (nata il 9 gennaio 2002) che è stata semplicemente perfetta nel 2021: en plein in XCO conquistando titolo europeo a Novi Sad in Serbia, mondiali nella nostra Val di Sole, e facendo en plein in Coppa del Mondo. Ciliegina sulla torta, l’inatteso trionfo a Capoliveri sulla lunga distanza della mountain bike.

Mona Mitterwallner ITW - stand Riva del Garda
Un momento della nostra intervista allo stand Trek Bikes al Riva Bike Festival – foto: Cristiano Guarco

Come ti sei avvicinata alla mountain bike e come è nata la passione per questo sport?

Ho iniziato ad andare in bici sei anni fa, mio padre mi ha chiesto se volevo girare insieme a lui. Gli ho risposto di sì e da allora ho iniziato a pedalare ogni giorno. Ovviamente mio padre non riusciva a seguirmi per via del suo lavoro, così mi sono iscritta a un club vicino a casa (Silz, in Tirolo – nda), ho iniziato ad allenarmi con il gruppo e ho preso parte alla mia prima gara, dove sono arrivata seconda allo sprint. Le emozioni, prima e dopo la gara, sono state fortissime.

Il ciclismo per me è un grande passione, per mi piace stare in mezzo alla natura e ovviamente mi piace anche lo sport. Quando sei all’aperto, sei libera, ti senti libera, con la tua bici. È bellissimo sentire il flow mentre stai girando. Per me la bici è tutto.

Da cosa arriva la tua motivazione principale?

Ottima domanda… perché dovrei svegliarmi presto per andare in bici? Non so perché, ma forse lo so perché. Come ti ho detto, la migliore cosa che puoi fare andare fuori, in mezzo alla natura. Amo sentire il mio corpo, penso che sia la più grande motivazione per me, perché quando sei sulla tua bici, ti senti così vicino a te stesso, percepisci chiaramente le tue emozioni. Sono bellissime sensazioni che mi motivano ogni giorno per andare in bici.

Mona Mitterwallner ITW - bici Riva del Garda
Mona Mitterwallner e la sua Trek Supercaliber – foto: Cristiano Guarco

Quanto sono importanti i tuoi sponsor?

Sono fondamentali per il successo. Da una parte, ho la migliore bici e i migliori componenti possibili. Per andare veloce, devi avere il meglio, ma devi anche dare il meglio di te. La via per il successo comprende anche un altro elemento fondamentale, il tuo staff ma soprattutto la tua famiglia. Il contributo degli sponsor è comunque fondamentale, perché senza di essi la strada per il successo è veramente difficile, e il tuo grande impegno da solo può non bastare

Come scegli il tuo equipaggiamento? Qual è l’aspetto più critico?

Penso che l’aspetto più importante riguardi la bici, perché alla fine è lo strumento del tuo lavoro. È come suonare la chitarra: puoi suonare bene, fino a quanto te lo consente la chitarra. Lo stesso vale per la bici, puoi andare veloce fino al limite del tuo mezzo.

Mona Mitterwallner ITW - Mondiali MTB Marathon - arrivo
L’arrivo trionfale di Mona Mitterwallner all’ultima tappa di World Cup XCO U23 a Snowshoe. Per lei stagione perfetta, conquistando tutte le gare di Coppa – foto: Team Trek Vaude

Il tuo focus è sulle competizioni cross country, ma quest’anno hai raggiunto un traguardo importantissimo nel Marathon vincendo i Mondiali all’Elba. Quanto sei sorpresa dal risultato?

Sono competizioni completamente differenti, ho corso il Campionato del Mondo MTB Marathon perché voglio progredire come atleta, eccellere nella mountain bike. Anche andare in bici su strada ti consente di diventare una biker migliore, lo stesso accade per il Marathon in mountain bike. Mi piace un sacco questo sport, affrontare pedalate veramente lunghe. I weekend in cui non ci sono gare, il sabato o la domenica esco in bici per 5-6 ore, solo per godermi il riding. E questo mi ha aiutato a diventare campionessa del mondo MTB Marathon.

Quali sono stati i momenti memorabili nella tua stagione 2021?

Sicuramente il titolo MTB Marathon Elite, ma anche quello XCO Elite 23. Ogni vittoria in Coppa del Mondo è stata speciale. In realtà ogni singola vittoria rappresenta un momento speciale per me. Se mi dovessi chiedere di ogni vittoria, ti risponderei che mi ricordo benissimo ogni gara e le emozioni che ho provato, prima e dopo. Perché lo sport, il ciclismo in particolare, è importantissimo per me.

Quale è stata la tua più grande soddisfazione quest’anno?

Ti rispondo ancora il Mondiale vinto all’Elba, perché non me l’aspettavo, e perché è stata una gara e una lotta veramente dura. Ogni vittoria diventa ancora più dolce da gustare quando arriva dopo una competizione così sfidante.

Quali sono gli spot MTB che preferisci? Qual è il tuo sentiero del cuore?

Vivo in Tirolo, e amo girare in bici in Tirolo. Conosco molto bene le montagne e i sentieri, penso sia un’ottima area dove allenarsi. Non la scambierei per nessun altro posto. Tra i tracciati in cui ho corso, mi è piaciuto tantissimo quello della Val di Sole, ma anche il resort nel complesso. Lì ho vinto il mondiale, è tutto un insieme di emozioni collegate. Mi piace davvero quel percorso: salite ripide, discese tecniche. Ma anche qui a Riva del Garda, ci sono ottimi sentieri. In genere, mi piace girare e conoscere nuovi posti dove andare in bici.

Mona Mitterwallner ITW - Mondiali XCO - action
La conquista del titolo XCO U23 sul suo tracciato preferito, quello della Val di Sole – foto: Armin M. Kassenbrück & Niklas Hartmann / EGO-Promotion

Come affronterai la off-season?

Ora devo prendere alcune decisioni importantissime per la prossima stagione, devo valutare ogni opzione per il mio futuro. Devo prendermi una pausa, perché sia il mio corpo sia la mia testa ne hanno bisogno. Voglio godermi i miei successi, guardarmi indietro. Per qualche settimana penserò solo ad andare in bici per piacere, almeno fino a quando non inizierà a fare veramente freddo in Tirolo.

Quali sono le tue passioni oltre alla mountain bike?

Mi piace leggere, mi piace anche cucinare, in particolare torte. Passo davvero tanto tempo in cucina.

Mona Mitterwallner ITW - Europei XCO - action
Il 2021 è stata la stagione perfetta per Mona Mitterwallner, vincendo anche il titolo euroeo XCO U23 a Novi Sad – foto: Armin M. Kassenbrück & Niklas Hartmann / EGO-Promotion

Quali sono i tuoi punti forti e invece gli aspetti su cui puoi migliorare?

Penso che la mia forza più grande sia l’essere ambiziosa. È una cosa che mi ripetono molte persone che conosco. Anche da bambina, volevo sempre vincere. Non so realmente il perché, ma tutti vogliono vincere, anche se alla fine è solo un gioco. Ho ancora margini di crescita a livello atletico, ma sicuramente il mio punto forte è la mia testa. Perché quando voglio andare più veloce o migliorarmi, la mia testa non si ferma mai, rappresenta la mia spinta principale.

Quali sono i tuoi obiettivi per la prossima stagione?

Il prossimo anno sarà il mio primo tra le Elite, perché ho deciso di passare alla categoria maggiore (Mona ha 19 anni ed è ancora una Under 23 – nda). Voglio mostrare le mie qualità, non so cosa accadrà in inverno. Il corpo cambia, sono ancora giovane, ogni anno è diverso dall’altro. Ci sono molti dettagli su cui lavorare. Ma alla fine, voglio davvero confrontarmi con le Elite, mostrare quello che posso fare, e progredire come atleta.

Mona Mitterwallner ITW - vittoria Val di Sole
Il trionfo in Val di Sole nella gara XCO U23. Dopo un 2021 da sogno, inizia un’altra grande sfida per Mona Mitterwallner con il passaggio alla categoria maggiore Elite – foto: Armin M. Kassenbrück & Niklas Hartmann / EGO-Promotion

Potete seguire Mona Mitterwallner sul suo profilo Instagram: www.instagram.com/mona.mitterwallner/

[Si ringrazia Trek Bikes Italia per il supporto offerto nella realizzazione dell’intervista]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui