Pubblicità

Tommy Friedrich racconta il suo Red Bull X-Alps

0

Il giovanissimo Tommy Friedrich racconta il suo Red Bull X-Alps; in particolare il suo primo EigerTour.

Red Bull X-Alps è la gara di hike&fly più ardua del mondo. Si tratta di una vera e propria prova di resistenza. I chilometri da percorrere su impervi terreni alpini sono oltre 1.000. Il tempo di percorrenza per attraversare le Alpi da Salisburgo a Monaco di Baviera varia dai 9 ai 10 giorni. Sono richieste abilità specifiche: dall’endurance hiking all’alpinismo, fino al parapendio. Per compiere questa impresa sono necessarie forza fisica e determinazione. È una gara talmente faticosa che alcuni concorrenti non raggiungono mai il traguardo. Salewa è orgogliosa di essere lo sponsor ufficiale di questo straordinario evento, anche per l’edizione 2021.

Salewa è stata coinvolta nell’organizzazione della hike&fly adventure race quando questa manifestazione sportiva era ancora agli albori. In quanto sponsor supportano un grande numero di atleti. Durante l’ultima edizione, che ha avuto luogo nel 2019, Tommy Friedrich è stato il più giovane ad essere coinvolto durante l’evento Red Bull X-Alps, affiancando il loro atleta Simon Oberrauner, che è rientrato nella TOP 10.

Tommy ha iniziato a praticare parapendio in tandem con suo padre all’età di cinque anni. All’epoca si trovava in Austria. Quando il team Salewa lo ha incontrato per la prima volta ha confessato che il suo più grande sogno era proprio quello di partecipare alla Red Bull X-Alps e di tagliare il traguardo finale. Ora spera che il coronamento di questo sogno sia vicino. Dopo il suo sensazionale terzo posto nella Eigertour di quest’anno (90 km di trekking con 10.000 metri di dislivello, volando per il resto della gara di 4 giorni, per un totale di 300 km), il giovane austriaco nutre grandi speranze per la prossima edizione.

Il fatto di non aver partecipato ad altre gare durante quest’anno segnato dall’emergenza sanitaria, ha comportato grandi difficoltà per Tommy. Ora, tuttavia, guarda solo al futuro. Le persone e i luoghi che lo circondano rappresentano un’importante fonte di ispirazione.

Continua a leggere a questo link

Articolo precedenteWavegarden “The wave” Bristol: istruzioni per l’uso
Articolo successivoDuotone Warp Fin 20.21
Eva è nata e cresciuta a Roma, dove ha studiato giurisprudenza per capire che è una persona migliore quando non indossa un tailleur. Ha lasciato la grande città per lasciare che il vento le scompigliasse i capelli sulle montagne delle Alpi e presto ha scoperto che la sua passione per l’outdoor e scrivere di questa, poteva diventare un lavoro. Caporedattrice di 4outdoor, collabora con diverse realtà del settore outdoor. Quando ha finito di lavorare, apre la porta della baita in cui vive per sciare, correre, scalare o per andare a fare altre gratificanti attività come tirare il bastone al suo cane, andare a funghi o entrambe le cose insieme.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui