4 chiacchiere con Matteo Guazzoni, nuovo marketing manager RRD

Abbiamo fatto qualche domanda a Matteo Guazzoni, Campione Europeo, team rider e ora marketing manager RRD.

05/12/2016
scritto da Fabio Calò

Matteo Guazzoni, Campione Europeo 2004 e Campione Italiano Freestyle 2007, è il nuovo marketing manager di RRD. Matteo subentra al posto di Ovidio Ferrari che ha lavorato per RRD dal 2006 al 2016, ricordiamo che precedentemente Ovo era stato il caporedattore di Funboard (ora 4Windsurf). Nel 2016 a Grosseto per qualche mese era arrivato a ricoprire questo ruolo Fabian McGovern, ex product e marketing manager per Starboard, che per problemi personali non ha potuto continuare. Da oggi Matteo è negli uffici di Grosseto di RRD come nuovo responsabile del marketing settore windsurf.
Matteo negli ultimi anni aveva lavorato a Milano nel settore delle energie rinnovabili, ora ha deciso di seguire la sua passione e gli facciamo un enorme in bocca al lupo! Matteo non è la prima volta che stravolge la sua vita e già nel 2007 aveva improvvisamente abbandonato la sua carriera professionistica all’apice del successo per andare a lavorare in ufficio… ora per seguire la sua passione ha lasciato la sua amata Milano per vivere a Grosseto, sede della RRD.
È con grande piacere che pubblico questa intervista, sembra ieri quando con Matteo condividevamo la stessa casa (insieme ad altri ragazzi) a Riva del Garda per risparmiare e poter vivere al Garda e allenarsi… erano gli anni 2002-2005 e ora le nostre strade sono tornate e intrecciarsi.

Matteo, complimenti per il tuo nuovo ruolo in RRD. Ti avevamo lasciato Campione Europeo di Freestyle, cosa hai fatto nei 10-12 anni successivi?
Grazie! Come giustamente dici sono passati 12 anni; poi ho continuato con le gare fino al 2007 ed ottenuto altri buoni risultati. Nel 2006 ho raggiunto il titolo di Vicecampione Europeo e nel 2007 di Campione italiano.
Quello stesso anno avevo  deciso di interrompere le gare (il giorno in cui te lo dissi c’è lo ricordiamo entrambi J). 
Così mi sono iscritto ad un master universitario, al termine del quale, sono entrato in Edison (società di Milano che si occupa di energia)… In quel periodo, per impegni vari, ho dedicato pochissimo tempo al windsurf. Qualche anno più tardi ho ripreso a surfare costantemente nel tempo libero.

Quando hai iniziato a maturare l’idea di voler cambiare lavoro?
La cosa non è nata all’improvviso. Inizialmente pensavo di restare nel settore energetico, poi durante questa primavera ho maturato delle idee diverse…

Sei sempre stato un ragazzo dalla decisioni forti come quando all’apice del tuo successo hai mollato il windsurf agonistico per un lavoro “serio”. Ora hai nuovamente mollato tutto per una nuova avventura. Cosa ti spinge a fare questi cambiamenti così importanti?
Non ho mai pensato di fare unicamente windsurf per tutta la vita, ma ho sempre apprezzato lo sport unito ad altre cose. I risultati  sono andati oltre le mie aspettative e non ho mai dedicato il 100% del tempo. Per cui per me è stato naturale iniziare con il lavoro. Adesso, dopo qualche anno nella stessa azienda, mi sembra normale cercare qualcosa di nuovo.
Sono stati cambiamenti grossi, ma devo dire che  non mi sono mai pentito… spero con quest’ultimo di avere maggiore costanza…

Hai smesso di fare le gare ma sei sempre rimasto super appassionato e uno “di quelli” presenti sempre nei vari spot ventosi del weekend, cosa ti spinge a dedicare ancora così tante energie al windsurf dopo tutti questi anni?
Mi diverto, mi piace stare  in compagnia ed ho ancora voglia di migliorarmi.

Come sei entrato in contatto con RRD e quando è scattata la molla per voler iniziare questa nuova collaborazione?
I contatti con RRD  ci sono sempre stati nel corso degli anni. Come dicevo, quest’estate ho iniziato a pensare che potesse essere una strada percorribile. Ho semplicemente mandato il curriculum e poi una coincidenza di eventi hanno permesso che la cosa si realizzasse…

Quale sarà il tuo ruolo in RRD?
Mi occuperò di marketing per il Windsurf.

Matteo a Imperia. @Gino Tumbarello

Ti sei quindi appena trasferito a Grosseto, decisamente un cambio importante da Milano alla Toscana, cosa ne pensi?
Decisione di lavoro, la cosa non si poteva fare da Milano. Penso che mi troverò bene. Windsurfisticamente parlando ho parecchi spot in Toscana, ho la Sardegna più vicina ed ho comunque la possibilità di venire al nord.

Sei un ragazzo giovane e super appassionato e talentuoso, come pensi di dare il tuo contributo a questo affermato brand mondiale?
Non proprio così giovane (vado per i 37 quest’anno). Penso di avere bisogno di qualche mese di rodaggio e poi le cose verranno naturalmente…

Quali saranno i tuoi collaboratori?
Tutti in azienda…..

Sei sempre stato un rider RRD, ora sei dall’altra parte della scrivania… come ti senti in questa tua nuova posizione?
La vita da rider è un ricordo bellissimo, adesso rientrare è una sensazione particolare; sono già abituato a stare alla scrivania, non è una novità….

Cosa rappresenta per te il Windsurf?
L’altro ieri era la mia passione, ieri  il mio passatempo preferito… da oggi diventa il mio passatempo preferito ed il mio lavoro… 🙂

Ci verrai ancora a trovare al Garda nei weekend o dobbiamo tornare insieme in Sudafrica come la nostra mitica vacanza del 2005 dove su un mese siamo usciti in acqua 30 giorni con altrettanti party serali…?
Ahahaha la vacanza toooop! Speriamo c’è ne siano altre così. Certo Garda e Sudafrica promossi.

 

Potrebbe interessarti anche

Commenti